Ora puoi chiedere a Google di rimuovere le immagini dei minori di 18 anni dai suoi risultati di ricerca

Google ha lanciato una nuova funzione di sicurezza che consente ai minori di 18 anni di richiedere la rimozione delle immagini di se stessi dai risultati di ricerca dell’azienda. La funzione è stata originariamente annunciata ad agosto (insieme a nuove restrizioni sul targeting degli annunci per i minori), ma ora è ampiamente disponibile.

Chiunque può avviare il processo di rimozione da questa pagina di aiuto. I candidati dovranno fornire gli URL delle immagini che desiderano rimuovere dai risultati di ricerca, i termini di ricerca che emergono da tali immagini, il nome e l’età del minore e il nome e la relazione della persona che potrebbe agire per loro conto: un genitore o tutore, per esempio.

Come sempre con questo tipo di richieste di rimozione, è difficile dire esattamente quali criteri Google applicherà nei suoi giudizi. La società nota che rimuoverà le immagini di qualsiasi minore “ad eccezione dei casi di interesse pubblico convincente o notiziabilità”. Interpretare come questi termini si applicano in diverse situazioni è un territorio difficile, come abbiamo visto con controverso casi che coinvolge la legge dell’UE sul “diritto all’oblio”.

Sembra anche dal linguaggio di Google che non soddisferà le richieste a meno che la persona nell’immagine non lo sia attualmente sotto i 18 anni. Quindi, se hai 30 anni, non puoi richiedere di rimuovere le tue foto quando avevi 15 anni. Ciò limita la portata dello strumento per prevenire abusi o molestie, ma presumibilmente rende il processo di verifica molto più semplice. È difficile dimostrare l’età che hai in una data foto invece di dimostrare quanti anni hai adesso.

Google sottolinea inoltre che la rimozione di un’immagine dai risultati di ricerca, ovviamente, non la rimuove dal Web. L’azienda incoraggia coloro che seguono il processo di candidatura a contattare direttamente il webmaster. Sebbene nei casi in cui ciò non abbia avuto successo, rimuovere le informazioni dall’indice di Google è sicuramente la cosa migliore da fare.

Oltre a queste nuove opzioni di rimozione per le immagini di minori, Google offre già altre strade per richiedere la rimozione di tipi specifici di contenuti dannosi. Questi includono immagini esplicite non consensuali, pornografia falsa, informazioni finanziarie o mediche e informazioni “doxxing”, inclusi indirizzi di casa e numeri di telefono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *