Alphabet batte le aspettative sul picco degli annunci di Google | Notizie sui mercati finanziari


Attraverso il suo motore di ricerca, Google vende più annunci su Internet di qualsiasi altra azienda.

Martedì, il proprietario di Google Alphabet Inc ha battuto le aspettative per le entrate del terzo trimestre, un segnale positivo che la sua attività pubblicitaria sta superando nuovi limiti nel tracciamento degli utenti mobili e aumentando leggermente le sue azioni.

Attraverso il suo motore di ricerca, il servizio video di YouTube e le partnership sul Web, Google vende più annunci su Internet di qualsiasi altra azienda. La domanda per i suoi servizi è aumentata nell’ultimo anno poiché la pandemia ha costretto le persone a trascorrere più tempo online e le loro nuove abitudini non si stanno riducendo.

Le entrate pubblicitarie di Google sono aumentate a $ 53,1 miliardi durante il terzo trimestre. Le vendite complessive di Alphabet sono balzate a 65,1 miliardi di dollari, al di sopra della stima media di 63,336 miliardi di dollari tra gli analisti monitorati da Refinitiv.

L’utile trimestrale è stato di $ 27,99 per azione, superando le aspettative di $ 24,08 per azione. Il profitto di Alphabet è soggetto ad ampie fluttuazioni perché le regole contabili richiedono che l’azienda misuri i guadagni non realizzati dai suoi investimenti in startup come reddito.

L’ansia dei consumatori su come Google e altre aziende utilizzano il loro comportamento di navigazione per profilarli e quindi scegliere quali annunci mostrare è diventata molto diffusa. Nell’ultima sfida, Apple Inc, i cui iPhone rappresentano la metà degli smartphone negli Stati Uniti, ha dato ai suoi utenti un maggiore controllo per interrompere il monitoraggio negli ultimi mesi. Il cambiamento ha portato gli inserzionisti a ricalibrare le loro spese in modi che i rivali di Google Snap Inc e Facebook Inc hanno detto che hanno danneggiato le loro vendite del terzo trimestre.

Google potrebbe essere stato meno colpito perché il suo motore di ricerca raccoglie dati sugli interessi degli utenti che sono preziosi per gli inserzionisti e non hanno eguali nel settore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *