Il leader delle forze libanesi convocato a testimoniare sugli scontri di Beirut | Notizia


Il politico cristiano libanese Samir Geagea nega la responsabilità per l’uccisione di sostenitori di Hezbollah negli scontri di Beirut il 14 ottobre.

Beirut, Libano – Il leader del partito delle forze libanesi Samir Geagea è stato convocato per testimoniare all’intelligence militare sugli scontri mortali di Beirut all’inizio di ottobre, ha detto una fonte giudiziaria ad Al Jazeera.

Uomini armati non identificati hanno sparato contro centinaia di sostenitori di Hezbollah e del suo alleato Movimento Amal durante una protesta il 14 ottobre presso il Palazzo di Giustizia di Beirut, scatenando scontri di ore che hanno ucciso almeno sette combattenti e civili e ferito più di altri 30.

I manifestanti si erano riuniti per chiedere la rimozione del giudice che indagava sull’esplosione devastante del porto di Beirut dello scorso anno, Tarek Bitar.

Geagea è un avversario politico chiave di Hezbollah e Amal, sostenuti dall’Iran. Entrambi accusano gli aggressori alleati del suo partito di aver sparato ai loro sostenitori durante la protesta.

Le forze libanesi hanno ripetutamente negato le accuse.

Geagea dovrebbe presentarsi al ministero della Difesa mercoledì mattina. Le autorità hanno attaccato un avviso al cancello d’ingresso della sua residenza, dopo che le sue guardie hanno detto che non era in casa e non riceveva visite.

“Geagea è stato chiamato a testimoniare sulla base delle dichiarazioni rese da alcuni dei detenuti che appartenevano al partito delle Forze libanesi”, ha detto lunedì la fonte giudiziaria. “Non viene portato come testimone, sospettato o accusato”.

Lunedì scorso, il commissario del governo presso il giudice del tribunale militare Fadi Akiki ha accusato 68 persone per le violenze del 14 ottobre, di cui 18 attualmente in carcere, per omicidio, tentato omicidio, agitazione di conflitti settari, istigazione e possesso di armi da guerra senza licenza e danneggiare la proprietà privata e pubblica.

Geagea ha detto la scorsa settimana in un’intervista televisiva che sarebbe stato pronto a dare la sua testimonianza al tribunale militare, ma solo se il leader di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah avesse dato la sua prima.

Nasrallah ha accusato Geagea di voler trascinare il Libano in un conflitto civile.

“Il vero programma del partito delle Forze libanesi è la guerra civile”, ha detto Nasrallah in un discorso del 18 ottobre.

“Non hanno problemi a causare eventi che portano a spargimenti di sangue … anche se porteranno a uno scontro militare su larga scala della guerra civile”.

I residenti hanno detto che hanno paragonato gli scontri alla violenza durante la brutale guerra civile del Libano dal 1975 al 1990.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *