Klay Thompson ha finalmente trovato l’amore. Con La Sua Barca.


È stato l’inizio di un’improbabile relazione tra Thompson, cinque volte All-Star, e Patel, un nonno sulla settantina che gestisce start-up nella Silicon Valley e non gli piace rivelare la sua età esatta. (“Sono vecchio”, ha detto.) Patel si è interessato a insegnare a Thompson di più sulla nautica e di recente hanno fatto una gita di un giorno insieme alla ricerca dell’halibut.

“Abbiamo preso due bei pesci e ci siamo trovati benissimo”, ha detto Patel. “In realtà è una specie di pura amicizia perché non mi piace molto il basket. Mi piace quando la squadra locale sta vincendo. Sono un fan delle giornate di sole. Quindi ora, se ho bisogno di biglietti, dico: ‘Ehi, signor Klay!’”

I compagni di squadra hanno accettato Thompson sulla sua offerta aperta di unirsi a lui in alto mare. Un viaggio arriva con l’avvertenza che è probabile che facciano un cameo sul feed Instagram di Thompson.

“Ho una torre sulla barca con me”, ha detto Thompson in un post recente, indicando il centro del secondo anno James Wiseman dietro di lui. “Non sa un cazzo, ma gli sto insegnando le basi.”

Leandro Barbosa, ex compagno di squadra entrato a far parte dello staff di Kerr la scorsa stagione, è stato un habitué. Barbosa e Thompson porteranno con sé le loro mountain bike e attraccheranno in una delle piccole isole della baia in modo da poter percorrere i sentieri.

Brown ha finora resistito agli appelli di Thompson di lasciarlo eliminare.

“Non sono un tipo da barca”, ha detto Brown. “Forse se fossimo a Turks e Caicos.”

Thompson, che potrebbe tornare in tribunale per Golden State entro la fine di dicembre o all’inizio di gennaio, ha detto che potrebbe vedersi iniziare a navigare.

“L’oceano, le immersioni in apnea, la pesca subacquea e la nautica mi danno gioia”, ha detto, “secondo solo a vincere partite di basket, davvero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *