Recensione Facebook Portal Go: un dispositivo di videochiamata dedicato per la tua casa

Facebook Portal Go è uno smart display portatile progettato per semplificare le videochiamate in casa. L’ironia di un prodotto che pretende di unire le persone, realizzato da un’azienda i cui algoritmi spesso allontanano le persone, non si perde per nessuno. Personalmente, ho amici con cui non mi godrò le videochiamate di Messenger su Portal Go perché li ho cancellati dagli amici su Facebook, quindi non avrei bisogno di farlo nella vita reale. Ma per il resto della mia lista di amici, Portal Go è stato un dispositivo sorprendentemente divertente da usare per rimanere in contatto. Quella volta che io e mia madre di 76 anni abbiamo gareggiato a mangiare ciambelle virtuali in una stanza dei messaggi in realtà aumentata – aprendo la bocca il più possibile mentre ci incalzavamo sullo schermo – è sicuramente una per i libri di memoria. Per fortuna, non ci sono prove video.

Il dispositivo per mangiare ciambelle costa $ 199 e inizia la spedizione il 19 ottobre. Una versione alimentata a batteria dello smart display Portal da 10 pollici di Facebook, il Portal Go ha un nuovo fattore di forma e alcuni nuovi trucchi. Si unisce alla gamma di display intelligenti di Facebook insieme a Portal Mini (schermo da 8 pollici per $ 129), Portal da 10 pollici ($ 179) e Portal TV ($ 149) e anche il nuovo Portal Plus da 15 pollici ($ 349, che sostituisce il vecchio Portal Plus come lo schermo più grande della scaletta).

Il Go ospita ancora l’eccellente fotocamera grandangolare di Facebook che ti inquadra automaticamente mentre ti muovi e quei microfoni a forma di raggio che si concentrano con precisione sulla voce di chi sta parlando. Le funzionalità AR divertenti e interattive che possono aiutare a mantenere un bambino impegnato con un nonno o dare ai tweenager ore di divertimento con i loro amici sono ancora in primo piano nell’app di chiamata di Messenger. E Facebook ha sviluppato tutte queste funzionalità in questo dispositivo di terza generazione, aggiungendo un po’ più di divertimento e molte più funzionalità.

Come dispositivo di videochiamata, è un miglioramento rispetto alle generazioni precedenti. Tre aggiunte: una batteria per tutto il giorno in modo da poterla prendere e spostarla, il supporto per tastiera e auricolare Bluetooth per produttività e privacy e l’integrazione del calendario per le videochiamate tocca e vai, lo rendono davvero utile per le videochiamate, al contrario di un po’ una novità.

È anche facile da configurare e utilizzare come le versioni precedenti, molto più semplice della configurazione di chiamate su uno qualsiasi degli altri display intelligenti che ho testato. Inoltre, puoi chiamare in vivavoce usando la voce con l’assistente vocale “Hey Portal” di Facebook. È ancora necessario un account Facebook o WhatsApp per configurare e utilizzare Go, ma l’opzione di cinque diversi servizi di videochiamata – BlueJeans, GoToMeeting, Workplace, Webex e Zoom (con Microsoft Teams in arrivo quest’anno) – oltre alle proprietà di Facebook , ti aiuta in qualche modo a uscire dal giardino recintato.

Il Portal Go ha una maniglia per il trasporto integrata e tre pulsanti sulla parte superiore per il controllo del volume e per disattivare il microfono e la fotocamera.

Il Portal Go è dotato di un piccolo supporto di ricarica alimentato tramite USB-C, in modo che possa rimanere alimentato o spostarsi da una stanza all’altra. Con un peso di tre libbre e una maniglia integrata, è facile da usare come un iPad e meno scomodo di un laptop. La batteria del Portal Go ha una capacità di 40 Wh, non lontana da quella che potresti trovare in un laptop sottile e leggero. Promette 14 ore di riproduzione musicale e fino a cinque ore di videochiamate.

Con un uso leggero (un po’ di musica in streaming, visione di video e un paio di chiamate Zoom), è durato in media 19 ore nei miei test. Un nuovo design più morbido sostituisce l’aspetto di una finta cornice per foto della seconda generazione. Ora avvolto in tessuto e di forma più triangolare per una migliore stabilità, assomiglia molto a un Nest Hub Max, solo con meno cornice e una base in tessuto più grande.

Il supporto di ricarica di Portal Go è un piccolo cerchio su cui si trova il dispositivo per caricare. C’è un taglio di forma simile sulla base.

La nuova base ospita anche un sistema di altoparlanti migliorato; due altoparlanti full-range e un woofer lo rendono un dispositivo di streaming musicale molto migliore, se non spettacolare, e un altoparlante Bluetooth portatile. Sono stato in grado di portarlo fuori e fare una serenata alle mie galline in fondo al giardino con la nuova traccia di Adele, e loro hanno apprezzato appieno la sua voce liscia, il timbro drammatico e il tono perfetto. Il rovescio della medaglia qui è il numero limitato di servizi musicali supportati: Spotify, Tidal, Pandora e iHeartRadio è tutto ciò che ottieni per lo streaming.

Altre modifiche hardware includono un nuovo otturatore fisico separato della fotocamera (simile al cappuccio della fotocamera del Portal originale ma meglio integrato) e un pulsante di disattivazione dell’audio che spegne la fotocamera e il microfono. Questo ti dà la possibilità di avere solo l’audio durante una chiamata.

La fotocamera intelligente di Portal Go segue i soggetti in una videochiamata e gestisce bene l’illuminazione variabile.

Facebook mi ha detto che l’idea per il Go è nata dal feedback dei clienti: le persone che desiderano un dispositivo progettato per le videochiamate in modo che durante una chiamata di lavoro possano utilizzare il proprio computer principale per fare riferimento a documenti o multitasking. Quando si tratta di uso personale, essere in grado di “spostare e posizionare” questo schermo, invece di tenere un dispositivo come uno smartphone o un tablet, può aiutare a mantenere una conversazione fluida, ha affermato la società.

Nei miei test, questo in gran parte ha retto: è stata un’esperienza piacevole sedermi nella mia veranda sul retro e appoggiare il Go su uno sgabello per rispondere a una chiamata Zoom con otto colleghi mentre facevo riferimento agli elementi sul mio laptop. Sarebbe stato difficile da fare con qualsiasi altro display intelligente, che coinvolge numerose prolunghe. La qualità video era eccellente, superiore a quella di una fotocamera per laptop, e la fotocamera da 12 megapixel offre capacità HDR decenti, con il mio sfondo luminoso del cortile solo leggermente spento. I quattro microfoni hanno captato chiaramente la mia voce e gli altoparlanti hanno spinto le voci dei miei colleghi nello spazio esterno senza problemi.

Per quanto sia carino, non ho davvero bisogno di prendere le mie chiamate di lavoro nella mia veranda sul retro. E nel mio utilizzo il fattore portabilità è entrato in gioco con amici e familiari. Le chiamate tra i miei due figli adolescenti e i loro nonni (che erano su un portale di vecchia generazione) erano molto più facili da avviare quando potevo prendere il dispositivo e portarlo dove si trovavano. Anche le chiamate multi-persona (quattro di noi dalla nostra parte e due dalla loro parte) hanno funzionato meglio qui rispetto ai nostri precedenti tentativi su un Echo Show 8, poiché la fotocamera fa un ottimo lavoro nel mantenere tutti nell’inquadratura. Puoi anche sentire chiaramente le voci anche se si muovono (cosa che fanno invariabilmente i miei figli).

Le funzionalità interattive di Portal Go, incluso un nuovo gioco di Harry Potter e la maledizione dell’erede, hanno contribuito a mantenere i miei figli impegnati nelle videochiamate. Tuttavia, l’interfaccia era spesso confusa.

Se considerato come un display intelligente, che è la categoria in cui la maggior parte delle persone lo metterà, il Portal Go si distingue come il primo alimentato a batteria, e questo è tutto. Questo non è uno smart display completo, principalmente a causa della mancanza di supporto per i servizi di streaming video (CBS News e Food Network sono le uniche app integrate, Netflix, YouTube e SlingTV sono accessibili tramite il web integrato browser, ma non Prime Video, HBO Max o Hulu).

Anche il Go non fa nulla di molto intelligente. Mentre puoi usare l’assistente vocale Alexa integrato per farlo maggior parte di ciò che Alexa può fare su un Echo Show (incluso il richiamo di feed video dalle telecamere di sicurezza Ring), non c’è supporto per i dispositivi al di fuori dell’ecosistema Alexa e l’interfaccia touchscreen di Alexa è piuttosto inutile. Come display intelligente, questo ha un uso limitato.

Come controller per la casa intelligente, il touchscreen sul portale è molto limitato. Puoi accedere solo all’app Alexa e l’interfaccia touch è goffa e difficile da usare.

Non è solo, però. Ho testato praticamente tutti i display intelligenti disponibili e la mia sensazione è che sia una categoria alla ricerca di uno scopo. I display intelligenti cercano di fare troppo e di conseguenza non sono molto bravi in ​​nessuna cosa: non ottimi dispositivi per l’ascolto della musica, non un’eccellente interfaccia touch, sveglie non ben progettate e non molto bravi a essere un hub familiare. Nella migliore delle ipotesi, sono eccellenti cornici digitali, anche se il portale non è eccezionale. Sei limitato alle tue foto di Facebook o Instagram o all’importazione di immagini dal tuo telefono utilizzando l’app Portal, che è solo un po’ troppo lavoro.

Questo multi-tasking non è qualcosa di cui abbiamo davvero bisogno dai display intelligenti. I dispositivi mobili che fanno di tutto sono utili quando siamo in giro, ma non abbiamo bisogno di tante funzionalità all-in-one in casa, specialmente quando un dispositivo non è molto bravo in nessun compito particolare. Ciò di cui abbiamo bisogno nella casa intelligente sono dispositivi che facciano ciò che dovrebbero fare e lo facciano bene. Sono felice che la mia lavastoviglie lavi i piatti e il mio forno cucini il cibo, quindi sto bene se il mio “videotelefono” non è anche un controller per la casa intelligente difficile da usare e un dispositivo di intrattenimento scadente.

Non sto dicendo che non mi piacerebbe se potesse fare tutto molto bene, ma non è così qui – o con qualsiasi display intelligente. Questo è un ottimo dispositivo di videochiamata, e questo è tutto. Un paio di caratteristiche lo rendono migliore di concorrenti come Amazon e Google. In primo luogo, puoi chiamare il Portale dall’app Portale sul tuo smartphone, rendendo più semplice “telefonare a casa”, proprio come un vecchio telefono fisso. In secondo luogo, puoi configurare più profili Facebook o WhatsApp (fino a quattro) e proteggerli con un pin, così ognuno ha i propri contatti da chiamare. Inoltre, una modalità Famiglia ti consente di gestire l’accesso a determinate app in modo che il tuo bambino di sette anni possa ancora chiamare la nonna, ma non ingrandisce accidentalmente il tuo capo all’ora del bagno. Il supporto multiutente è difficile da fare su altri display intelligenti e non è possibile con altri buoni dispositivi di videochiamata, come un iPad. Questo rende il Go più simile a un videotelefono cordless per la tua casa, qualcosa che chiunque in una famiglia può raccogliere e utilizzare.

Se desideri un Portal Go a casa tua dipenderà in gran parte dalle risposte a due domande: sei a tuo agio con un dispositivo di Facebook a casa tua e desideri un videotelefono dedicato per il lavoro o per le chiamate personali? Se la risposta a entrambe queste domande è sì, Portal Go potrebbe essere un buon dispositivo per te. Se sei più interessato a un display intelligente che si integra facilmente con la tua casa intelligente, funge da secondo schermo TV e funziona in un sistema audio musicale multi-room, un Nest Hub di Google o un Echo Show di Amazon soddisferanno le tue esigenze meglio.

Fotografia di Jennifer Pattison Tuohy / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *