Lo stato di Washington licenzia Nick Rolovich dopo il rifiuto del vaccino


La Washington State University ha licenziato lunedì il suo allenatore di calcio, Nick Rolovich, e quattro dei suoi assistenti per non aver rispettato il mandato di vaccinazione contro il Covid-19 dello stato, rendendo Rolovich uno dei dipendenti pubblici più importanti della nazione a perdere il lavoro per il rifiuto di essere vaccinato.

Il licenziamento di Rolovich pone fine al lungo periodo di stallo tra il dipendente più pagato dello stato e i suoi leader politici più potenti, rispecchiando gli scontri che si sono verificati in tutto il paese mentre la pandemia di coronavirus si estende nel suo secondo anno.

“Voglio solo sottolineare: le persone hanno fatto una scelta e hanno avuto mesi per fare quella scelta”, ha detto il presidente della Washington State University, Kirk Schulz, in una conferenza stampa lunedì sera. “Questo non è stato qualcosa che è saltato fuori all’improvviso.”

In effetti, ha detto Schulz, il dipartimento atletico ha tenuto seminari educativi e il direttore sportivo, Pat Chun, che ha assunto Rolovich, ha avuto ripetute conversazioni con l’allenatore sulla sua posizione.

Rolovich questo mese ha chiesto un’esenzione religiosa dal mandato, che è tra le più severe del Paese.

L’esenzione è stata provvisoriamente approvata da un comitato che effettua revisioni alla cieca, senza conoscere il nome o il dipartimento del richiedente. Ma poi spettava a Chun, in consultazione con le risorse umane e i funzionari del dipartimento di salute e sicurezza ambientale, determinare se l’allenatore potesse svolgere le sue funzioni lavorative senza rappresentare un pericolo per il pubblico. Chun ha detto che la richiesta di Rolovich per un alloggio era stata negata, senza elaborare.

Lunedì era la scadenza fissata dal governatore Jay Inslee per la vaccinazione completa dei lavoratori statali o per ricevere un’esenzione religiosa o medica che consentisse loro di mantenere il lavoro. Un rapporto dell’agenzia statale all’inizio di questo mese ha mostrato che circa il 90% dei dipendenti statali che sarebbero stati interessati dal mandato era già stato vaccinato.

All’inizio della giornata, un giudice della Corte Superiore ha respinto una richiesta di centinaia di agenti di pattuglia dello Stato di Washington, agenti di correzione, lavoratori dei traghetti e altri dipendenti pubblici per un’ingiunzione temporanea per bloccare il mandato di Inslee, anche se la causa che hanno presentato può ancora andare avanti.

Rolovich, 42 anni, che era al secondo anno di un contratto quinquennale da 15,6 milioni di dollari, era diventato il volto pubblico della resa dei conti con Inslee, che ha ripetutamente affermato che non ci sarebbero state eccezioni. Rolovich è stato consigliato da June Jones, per il quale ha giocato come quarterback e ha allenato alle Hawaii, di farsi vaccinare. E Jack Thompson, un quarterback star dello Stato di Washington della fine degli anni ’70, ha avuto diversi colloqui a cuore aperto con lui.

Rolovich rischia di perdere più di $ 9 milioni perché lo Stato di Washington lo sta licenziando per giusta causa. Ha due settimane per presentare ricorso a una commissione universitaria.

Chun ha detto che i più grandi perdenti lunedì sono stati i giocatori, che hanno affrontato lo sconvolgimento della pandemia e ora giocheranno per il loro terzo allenatore – il coordinatore difensivo, Jake Dickert, è stato nominato allenatore ad interim – in tre stagioni.

“E ‘un giorno difficile per il calcio dello Stato di Washington”, ha detto Chun. “Nessuno vuole essere qui. Ho molta empatia per i giovani in quello spogliatoio”.

La resistenza di Rolovich ha frustrato i leader del campus, incluso Schulz, che ha fortemente incoraggiato gli studenti a farsi vaccinare. Ai fan delle ultime due partite casalinghe è stato richiesto di mostrare la prova della vaccinazione o un recente test negativo per il coronavirus per essere ammessi, una politica che l’università ha sviluppato in collaborazione con l’Università di Washington e i Seattle Seahawks.

A partire dal prossimo mese, gli studenti dello Stato di Washington che non sono vaccinati non potranno iscriversi ai corsi del semestre primaverile.

“Certamente siamo stati sui media nazionali ancora e ancora e ancora sulla particolare posizione dell’allenatore Rolovich sui vaccini e sulla sua decisione personale se essere vaccinato o meno”, ha detto Schulz. “Sarebbe ingenuo da parte mia dire che questo non ha influito sulla percezione della Washington State University con i potenziali studenti, con i donatori, con molte persone intorno”.

Con l’avvicinarsi di lunedì, il dramma intorno alla scadenza si è intensificato, alimentato in parte dalla serie di tre vittorie consecutive dei Cougars, che ha dato loro un record complessivo di 4-3 con cinque partite rimaste e li ha tenuti in lizza per la Pac-12 Conference North Division titolo. La squadra è in programma per una partita in casa contro il Brigham Young sabato.

I giocatori hanno sostenuto fermamente Rolovich, in particolare il quarterback Jayden de Laura, che ha dato una difesa appassionata del suo allenatore. Diversi Cougars hanno cosparso Rolovich con una vasca di bevanda sportiva dopo un’emozionante vittoria in rimonta sabato sera contro Stanford.

“Nel complesso, non abbiamo problemi con Rolo”, ha detto de Laura dopo una vittoria sull’Oregon State. “Lo amo. Lo amo da morire. Farei qualsiasi cosa per lui”.

I giocatori sono stati informati dei licenziamenti lunedì sera, quando sono stati convocati da Chun per una riunione obbligatoria. Anche l’allenatore della linea offensiva, Mark Weber, ha perso il lavoro; l’allenatore della linea difensiva, Ricky Logo; l’allenatore dei cornerback, John Richardson; e l’allenatore dei quarterback, Craig Stutzmann. Il fratello di Stutzmann, Billy Ray, è stato licenziato come assistente allenatore della Marina il mese scorso per essersi rifiutato di vaccinarsi. Richardson è il coordinatore del reclutamento dello Stato di Washington.

Cosa sapere sui colpi di richiamo Covid-19

La FDA ha autorizzato i colpi di richiamo per un gruppo selezionato di persone che hanno ricevuto le loro seconde dosi del vaccino Pfizer-BioNTech almeno sei mesi prima. Tale gruppo comprende: soggetti vaccinati di età pari o superiore a 65 anni o che vivono in strutture di assistenza a lungo termine; adulti ad alto rischio di Covid-19 grave a causa di una condizione medica di base; operatori sanitari e altri il cui lavoro li mette a rischio. Le persone con un sistema immunitario indebolito hanno diritto a una terza dose di Pfizer o Moderna quattro settimane dopo la seconda iniezione.

Il CDC ha affermato che le condizioni che qualificano una persona per un colpo di richiamo includono: ipertensione e malattie cardiache; diabete o obesità; cancro o malattie del sangue; sistema immunitario indebolito; malattie croniche polmonari, renali o epatiche; demenza e alcune disabilità. Sono ammissibili anche le donne in gravidanza e le fumatrici attuali ed ex.

La FDA ha autorizzato i richiami per i lavoratori il cui lavoro li espone ad alto rischio di esposizione a persone potenzialmente infettive. Il CDC afferma che il gruppo include: operatori sanitari di emergenza; operatori dell’istruzione; addetti all’alimentazione e all’agricoltura; lavoratori della produzione; addetti alle correzioni; lavoratori del servizio postale degli Stati Uniti; lavoratori del trasporto pubblico; lavoratori della drogheria.

Sì. Il CDC afferma che il vaccino Covid può essere somministrato indipendentemente dai tempi di altri vaccini e molti siti di farmacie consentono alle persone di programmare un vaccino antinfluenzale contemporaneamente a una dose di richiamo.

Gli allenatori sono tra meno di 50 dipendenti dell’università (su quasi 10.000) che la scuola ha iniziato il processo di licenziamento, secondo Schulz. Chun ha detto che non sapeva quanti altri membri del dipartimento atletico fossero in quel gruppo.

Con cinque allenatori andati, non era subito chiaro se sarebbero stati tutti sostituiti. Chun ha detto lunedì sera che stava vagliando possibili sostituzioni che sperava di avere entro la metà della settimana, ma ha riconosciuto che non sarebbe stato facile trovare allenatori che abbiano familiarità con l’attacco usato dalla squadra: il Run e Shoot, uno schema che ha guadagnato popolarità negli anni ’80, ma è in gran parte caduto in disgrazia.

Un praticante del reato, Jones, l’ex capo allenatore delle Hawaii e del Southern Methodist, ha detto in un’intervista lunedì che non era stato contattato per entrare a far parte dello staff dei Cougars.

Jones, tuttavia, ha affermato di aver parlato con Rolovich nelle ultime settimane e di aver scambiato messaggi con lui questa settimana.

“Penso solo che sia come un sacco di persone non vaccinate”, ha detto Jones. “Non vogliono che gli venga detto cosa fare.”

Rolovich ha dichiarato a luglio che non si sarebbe vaccinato, definendola una decisione personale e rifiutando ripetutamente negli ultimi tre mesi di elaborare la sua decisione.

Ha mantenuto la sua posizione anche dopo che Inslee, un democratico al suo terzo mandato come governatore, ha emesso il suo decreto a metà agosto, dando ai lavoratori statali quasi due mesi per conformarsi. Dopo che i Cougars hanno battuto l’Oregon State il 9 ottobre, Rolovich ha confermato una Rapporto USA Today che aveva chiesto un’esenzione religiosa.

Alla domanda se l’imminente scadenza del mandato lo mettesse a disagio, Rolovich ha detto: “Pensi che sia stato un momento divertente? Ovviamente è stato difficile per tutti. I giocatori stanno attraversando alcune delle stesse cose. Penso che sia uno stress incredibile, soprattutto per i giovani. Per loro essere in grado di mantenere la concentrazione e continuare a donarsi l’un l’altro, e questo programma è stato davvero speciale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *