Apple ha finalmente ascoltato i professionisti

Ho quasi comprato il mio primo MacBook Pro nel 2015. Sarebbe stato il primo Mac che avessi mai posseduto personalmente. Ma mi sono convinto ad aspettare un altro anno per chip Intel più veloci e nell’ottobre 2016 Apple ha portato via quasi tutto ciò che ammiravo di quel Mac in un colpo solo.

La comoda tastiera? Sostituito con una lastra troppo sottile che è diventata anche un incubo per molti utenti Mac nel corso degli anni, il meccanismo dell’interruttore a farfalla così fragile che un granello di polvere potrebbe abbassarlo. Il pratico slot per schede SD per fotografi e operatori video e la porta HDMI per collegarsi facilmente a monitor o TV? Entrambi apparentemente a favore della vendita di noi dongle più costosi.

Alla ricerca di laptop sempre più sottili e appariscenti, Apple aveva apparentemente dimenticato il motivo per cui le persone hanno acquistato il MacBook Pro in primo luogo, e i professionisti sono stati felici di sottolinearlo. Hanno ridicolizzato la minuscola striscia di touchscreen Apple integrata nella tastiera, hanno denigrato la relativa mancanza di RAM, le porte mancanti e come la scelta della GPU di Apple non fosse all’altezza della concorrenza di Windows. Ho raccolto un mucchio di quei pensieri proprio qui in quel momento, e Michael Tsai ne ha di più.

Cinque anni dopo, Apple sta dando a quei professionisti tutto ciò che hanno detto di volere.

Lunedì, Apple ha annunciato un MacBook Pro intenzionalmente più spesso (nel caso del modello da 16 pollici) e più pesante pieno di porte, tra cui HDMI, lo slot per schede SD e persino il ritorno del cavo di ricarica MagSafe, oltre a tre USB-C / Connettori Thunderbolt 4, la porta più capace in circolazione. I nuovi Mac da 14 e 16 pollici offrono fino a 64 GB di memoria e fino a 8 TB dello storage PCI-Express più veloce sul mercato, con letture di 7.400 MB/sec. Sono dotati di una tastiera ridisegnata con tasti funzione al posto della temuta Touch Bar e schermi Mini LED ad alta frequenza di aggiornamento di 120Hz che potrebbero finire per essere i migliori pannelli che puoi acquistare su un laptop ovunque (offrono teoricamente i vantaggi di OLED senza alcuni dei compromessi, anche se dovremo provare).

Forse la cosa più impressionante è che Apple afferma che i 32 core GPU sul suo nuovo chip M1 Max gli danno quasi la stessa potenza del chip per laptop di fascia alta Nvidia RTX 3080 che troverai in un prezzo simile Razer Blade 15 Advanced.

E mentre Apple era impegnata a fare questi miglioramenti, ha finalmente aggiunto anche una webcam a 1080p. Sì, c’è una tacca, e sì, non mi sento a mio agio, in particolare visto che non c’è Face ID.

Ma penso che sto comprando un Mac.

Probabilmente aspetterò che la polvere si depositi un po’. Come sempre, ci sono alcune grandi domande aperte come le prestazioni e la durata della batteria, per non parlare di come ci si sente ad usarlo, comprese cose come il calore e il rumore. (Nessun giornalista ha ancora toccato questi dispositivi, anche per un semplice hands-on.)

Con la durata della batteria, ad esempio, mi chiedo se Apple potrebbe essere la ciliegina sulla torta. Mentre l’azienda dice il modello da 16 pollici ha “la durata della batteria più lunga di sempre su un notebook Mac”, ma l’azienda parla solo di riprodurre video nella propria app Apple TV e non specifica variabili importanti come la luminosità dello schermo.

Lo strumento di confronto di Apple suggerisce che i nuovi Mac non hanno la migliore durata della batteria.

Nel test web wireless di Apple (che utilizza Safari, non Chrome, l’ultima volta che abbiamo controllato) l’azienda afferma che il MacBook Pro da 14 pollici gestisce solo 11 ore di durata della batteria, molto meno delle 17 ore che sosteneva di ottenere dal MacBook da 13 pollici Pro con M1 dalla fine dell’anno scorso. (Abbiamo visto circa 10 ore nell’uso nel mondo reale.) Il MacBook Pro da 16 pollici ora rivendica 14 ore di web wireless, il che sembra almeno un miglioramento rispetto alle 11 ore che affermava di vedere dal modello 2019 con il suo Chip Core i9.

Senti, tutto quello che sto dicendo è che mi sentirò più a mio agio a far cadere $ 2000+ su un nuovo MacBook Pro dopo che Nilay avrà confermato che è veloce ed effettivamente dura e non causa palmi sudati o giri scomodi. Se ho intenzione di passare da Windows a Mac, è il minimo che posso chiedere.

Ma per il pubblico di professionisti creativi di Apple che per tutti questi anni ha tenuto stretto il loro MacBook Pro 2015 con display Retina, o per coloro che hanno effettuato l’upgrade a malincuore a un laptop dotato di Touch ID perché sentivano che era la loro unica opzione, o per coloro che hanno disertato per Windows quando hanno visto la scritta sul muro, oggi deve sembrare un giorno nuovo di zecca. A parte il modello da 13 pollici, Apple non è più solo cercando di vendere ai professionisti un Air più veloce. Ci sono voluti cinque anni per trasformare questa nave, ma Apple sta chiaramente ascoltando i professionisti. Ha costruito questi computer per loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *