Chi vuole essere un oratore ‘All American’? | Disuguaglianza


Ho un lavoro per te. Richiede che tu dica a un pubblico cose che già sai. Puoi prepararti se vuoi, ma non è necessaria alcuna preparazione. Parli per un’ora e io ti pagherò $ 50.000 o anche $ 200.000. Saresti interessato?

Potrebbe sembrare troppo bello per essere vero. Ci vorrebbero milioni di persone nei paesi ricchi anni per guadagnare così tanti soldi. Ci vorrebbero miliardi di persone – per lo più di colore – nel Sud del mondo molti decenni di duro lavoro per fare tanto. Negli Stati Uniti, invece, un circuito di oratori di giustizia sociale può guadagnare la stessa cifra in appena un’ora.

È compatibile con la politica anti-disuguaglianza?

Il prezzo dei diffusori “All American”

Diversi siti Web, disponibili pubblicamente ma per lo più sconosciuti al pubblico, offrono elenchi di celebrità che puoi assumere per parlare a un evento. I prezzi vanno da circa $ 5.000 a più di $ 200.000 per discorso. Gli elenchi includono principalmente quelli che si offrono di tenere discorsi “keynote” a conferenze aziendali e accademiche. Il discorso di apertura inquadra un evento attorno a un tema – ad esempio, l’ingiustizia razziale o la Big Tech – e un noto oratore principale fornisce prestigio all’evento. In questo senso, un oratore principale è molto simile a un musicista che fa da headliner a un festival musicale.

Pagare qualcuno per consegnare un keynote non è una novità. Da decenni politici, scienziati e intrattenitori ricevono migliaia di dollari per parlare a eventi pubblici e privati. Ma fino a poco tempo fa, il pubblico in generale non aveva modo di conoscere la tariffa corrente per un keynote di alto profilo.

Eppure oggi, nell’era di Internet, le tariffe dei relatori principali sono elencate online dalle agenzie e noi, il pubblico, possiamo dare un’occhiata a ciò che sta accadendo in questo spazio.

Il sito web dei relatori di All American Entertainment (AAE), ad esempio, elenca migliaia di relatori di celebrità – da “affari” e “intrattenitori popolari” a “relatori anti-razzismo” e “sostenitori della giustizia sociale” – disposti a parlare a eventi per molti migliaia di dollari. Siti web come celebritytalent.net e Lavin Agency offrono elenchi simili.

Un’ampia varietà di celebrità è elencata sui siti Web delle agenzie di keynote. In generale, più grande è la celebrità, più soldi vengono richiesti. Intrattenitori e intellettuali di alto profilo sono spesso elencati a un prezzo compreso tra $ 50.000 e $ 100.000 e talvolta anche “$ 200.000 o superiore”.

Potrebbe non essere sorprendente vedere leader aziendali di spicco e quotati a questo prezzo. Sappiamo tutti che i ricchi non ne hanno mai abbastanza.

Ciò che sorprende, tuttavia, è che coloro che affermano di essere parte della “sinistra” e si dedicano ad aiutare a costruire un mondo più egualitario, sembrano anche chiedere decine di migliaia di dollari per tenere discorsi di un’ora.

Trasparenza e conflitto di interessi

Sfortunatamente, questo processo rimane un po’ opaco. È possibile che alcuni relatori siano elencati a loro insaputa. Quando ho chiamato, un’impiegata dell’AAE, che si è chiamata “Olivia”, mi ha detto che a volte gli oratori nel loro database si rivolgono a loro e altre volte contattano gli oratori, ma ha detto che “non sapeva” se gli oratori sono mai stati elencati a loro insaputa.

Eppure sappiamo che le grandi commissioni per i keynote vengono ottenute da quelli di “sinistra”.

Ad esempio, nell’aprile 2021, una richiesta di libertà di informazione ha rivelato che la professoressa antirazzista Nikole Hannah-Jones ha ricevuto $ 25.000 per una conferenza Zoom online per l’Università dell’Oregon a febbraio. Nel luglio 2019, l’oratore antirazzista Tim Wise ha rivelato di addebitare circa $ 10.000 per parlare agli eventi e ha detto alla stampa che altri oratori antirazzisti di solito “caricano più di me”.

In un altro esempio, Microsoft mi ha detto che attualmente stanno pagando 14 eminenti accademici per tenere discorsi per la sua serie di conferenze mensili “Razza e tecnologia”, ma non ha detto quanto. Il moderatore mi ha indirizzato al professor Charleton McIlwain della NYU, che ha co-organizzato la serie, ma non ha risposto a un’e-mail che chiedeva quanto vengono pagati i relatori.

Microsoft fornisce un’ampia varietà di tecnologie e partnership di sorveglianza a polizia, autorità per l’immigrazione, carceri, tribunali e forze armate in tutto il mondo. I critici hanno ritenuto queste tecnologie razziste e imperialiste, eppure i cinque oratori fino ad oggi hanno appena menzionato le pratiche controverse in corso di Microsoft.

Questo parla di un chiaro conflitto di interessi, in cui stimati intellettuali americani di razza e tecnologia aiutano Microsoft ad apparire interessata e sensibile alla giustizia razziale, mentre prendono soldi da Microsoft.

Non sappiamo quali celebrità realizzino effettivamente concerti di keynote, se ricevono sempre queste somme e cosa scelgono di fare con i soldi che ricevono. Alcuni possono, ad esempio, donare le proprie quote o utilizzarle per promuovere le cause che stanno cercando di promuovere. Eppure è difficile trovarlo negli atti pubblici.

Il mio consumo è importante?

Come con la più ampia disuguaglianza in un sistema capitalista, la terribile ironia di ciò è che coloro che dispongono di più risorse sono in genere quelli che ne hanno meno bisogno. Nella directory di tutti i relatori americani, più sei famoso, maggiore è la quota di partecipazione. Per le celebrità che lavorano nelle università d’élite, gli stipendi possono raggiungere $ 300.000 o più. Nel frattempo, i cittadini di seconda classe nel mondo accademico, come i professori a contratto, lottano per pagare le bollette e non hanno sicurezza sul lavoro o benefici.

L’ipocrisia e la perversità del sistema dei keynote sono molto peggiori quando lo confrontiamo con i mezzi di sussistenza nel Sud del mondo. Ci sono quasi otto miliardi di persone vive oggi. Quattro miliardi di persone (più della metà del mondo) vivono al di sotto della soglia di povertà di 7,40 dollari a persona al giorno, la quantità minima necessaria per una dieta sana e la piena aspettativa di vita.

Le persone che vivono a quella soglia di povertà hanno quindi a disposizione 2.701 dollari all’anno.

Per un lavoratore di una fabbrica sfruttatrice di Foxconn che produce iPhone di Apple in Cina, lo stipendio base è di 314 dollari al mese, nonostante i carichi di lavoro raggiungano le 18 ore alla volta.

Per un’ora del loro tempo, a $ 50.000, gli oratori famosi vengono pagati per quasi due decenni di consumi al livello della soglia di povertà globale e 13 anni di estenuante lavoro in un’officina cinese. A $ 100.000, sono quattro decenni di consumo e 2,5 decenni per coloro che producono gli iPhone consumati casualmente dagli altoparlanti di tipo “All American”.

Questo è tanto più problematico quando pensiamo alla disuguaglianza in un contesto ecologico. Per coloro che seguono la mega-crisi ambientale in corso, la crescita e l’eccessivo sfruttamento sono i problemi centrali che dobbiamo affrontare.

Nel suo obiettivo di sviluppo sostenibile del 2019, le Nazioni Unite lo hanno messo in termini concreti. Attualmente, tutti gli esseri umani estraggono circa 100 miliardi di tonnellate di risorse materiali all’anno, ma il limite sostenibile è solo di circa 50 miliardi di tonnellate. Le persone dei paesi a basso reddito consumano solo 2 tonnellate per persona all’anno, mentre le persone nei paesi ad alto reddito consumano 28 tonnellate per persona all’anno. Si ritiene che il limite sostenibile per 8 miliardi di persone sulla terra sia compreso tra 6 e 8 tonnellate per persona all’anno.

Inoltre, circa 10 tonnellate di risorse a persona vengono spedite dai paesi poveri ai paesi ricchi per essere consumate dalla loro gente. iPhone, caffè, gomma, litio, queste cose non cadono dal cielo. Le persone li producono, spesso per poco in cambio.

Come stanno sottolineando i ricercatori sulla decrescita, se tutti consumassero tanto quanto i paesi ricchi – 28 tonnellate o più per persona all’anno – crolleremmo l’ambiente. È insostenibile. Dobbiamo ridistribuire ricchezza e reddito per una soluzione equa e giusta alla crisi ecologica.

I grandi stipendi comandati dagli intellettuali delle celebrità sono oltre il limite sostenibile. Commissioni chiave di $ 20.000, $ 50.000 o anche $ 100.000 +, si aggiungono ai modelli di consumo oltre il limite equo e sostenibile, in uno scambio ineguale con i lavoratori sfruttati che cercano di difendere. Questo nonostante il fatto che molti oratori All American promuovono la sostenibilità ambientale.

È perverso che alcuni di coloro che predicano contro la disuguaglianza chiedano e si prendano questi soldi, il tutto per un’ora del loro tempo. “All American” è una buona etichetta per questo, poiché fa luce sulle profonde ipocrisie di alcune élite intellettuali “anti-disuguaglianza” negli Stati Uniti.

Coloro che credono veramente nell’uguaglianza e nella risoluzione della crisi ambientale dovrebbero promuovere l’abolizione delle classi nell’interesse dell’equità e della sostenibilità. Eppure lo stesso sistema a cui affermano di opporsi è premiarli per rimanere in silenzio sui limiti del consumo e prendere i soldi.

È il momento di far luce su questo e porre fine al ridicolo sistema di altoparlanti keynote.

Le opinioni espresse in questo articolo sono proprie dell’autore e non riflettono necessariamente la posizione editoriale di Al Jazeera.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *