Epic dice che è “aperto” ai giochi blockchain dopo che Steam li ha banditi

L’epico racconta Il Verge che è “aperto ai giochi che supportano criptovalute o asset basati su blockchain” nel suo negozio di giochi, a differenza del suo concorrente Valve che ha vietato i giochi che dispongono di tecnologia blockchain o NFT da Steam. Quando abbiamo chiesto di consentire giochi con NFT, Epic ci ha detto che ci sarebbero state alcune limitazioni, ma che è disposta a lavorare con i “primi sviluppatori” nel “nuovo campo”.

Epic afferma che i giochi dovrebbero rispettare le leggi finanziarie, chiarire come viene utilizzata la blockchain e avere una classificazione per età appropriata. Dice anche che gli sviluppatori non saranno in grado di utilizzare il servizio di pagamento di Epic per accettare criptovalute; dovrebbero invece utilizzare i propri sistemi di pagamento.

Il CEO di Epic, Tim Sweeney, ha affermato che la società non è interessata a toccare gli NFT, ma questa affermazione ora sembra applicarsi solo ai propri giochi. L’epico racconta Il Verge che chiarirà le regole mentre funziona con gli sviluppatori per capire come intendono utilizzare la tecnologia blockchain nei loro giochi. Anche Sweeney ha twittato alcune considerazioni aggiuntive dopo aver pubblicato questa storia: dice che Epic accoglie con favore “l’innovazione nelle aree della tecnologia e della finanza” e suggerisce che la blockchain non è intrinsecamente buona o cattiva.

Niente di tutto ciò significa che gli sviluppatori respinti da Steam possono precipitarsi e lanciare il loro gioco su Epic Game Store. Attualmente, il programma di autopubblicazione di Epic è in beta chiusa, e le FAQ di Epic affermano che sceglie chi può partecipare “caso per caso”. Epic, tuttavia, ha dimostrato di essere un proprietario di piattaforma abbastanza permissivo, cosa che è diventata un punto di contesa nel suo processo con Apple quando gli avvocati hanno sollevato i giochi “offensivi e sessualizzati” disponibili su Itch.io, un negozio di giochi accessibile nel negozio di giochi di Epic.

Consentire giochi vietati da Steam è un altro modo in cui Epic potrebbe competere con Valve. Epic ha già dimostrato di essere disposta a fare grandi scommesse cercando di rendere il suo negozio un attore importante nello spazio di gioco per PC, e questo potrebbe essere un altro gioco per ottenere alcuni giocatori o sviluppatori dalla sua parte. Alcuni fan di NFT si sono immediatamente rivolti a Epic dopo la notizia di Steam. Enjin, una società che aiuta gli sviluppatori a integrare NFT nei loro prodotti (incluso SpacePirate, chi ha twittato che il loro gioco è stato rimosso da Steam) ha ritwittato il nostro articolo su Steam, e ha taggato il CEO di Epic Tim Sweeney, chiedendo di parlare. Sembra che ora abbiano almeno una risposta a una domanda.

Aggiornamento 15 ottobre, 21:10 ET: Aggiunto tweet di Tim Sweeney.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *