Come Eva Longoria si sta assicurando che il figlio Santi capisca la sua eredità


“Voglio dire, tutto ciò che facciamo è fondamentalmente tradizione”, ha risposto quando le è stato chiesto di incorporare la loro eredità nell’educazione di Santi. “Dal risveglio all’andare a letto.” In effetti, continua subito dopo le loro preghiere del mattino, quando lei preparerà delle tortillas fatte in casa per la colazione.

“Li ama ogni mattina”, ha detto. “Quindi questa è davvero una buona tradizione che è stata, voglio dire, antica quanto gli aztechi. Anche se le mie tortillas sono farina, gli aztechi erano sicuramente mais.”

Le loro sessioni di cucina congiunte sono dolci, ma forse l’aspetto più importante che instillerà in suo figlio è cosa significa esistere nella più ampia comunità globale. “Sai, ha viaggiato in quattro diversi continenti prima di avere 6 mesi, a causa del mio lavoro, a causa della mia filantropia”, ha spiegato Longoria dei suoi legami con organizzazioni come PADRES Contra El Cancer, il St. Jude Children’s Research Hospital e il suo possedere Fondazione Eva Longoria.

“E così, la mia vita continuerà ad essere quella. Questo sarà il lavoro della mia vita, la mia filantropia e il mio attivismo. E così sarà in grado di testimoniare quella crescita e scegliere da solo se sceglie di continuare su questa strada, o se sceglie di contribuire in altri modi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *