Il Venezuela brucia denaro per sostenere un nuovo bolivar | Notizie sui mercati finanziari


La banca centrale venezuelana ha iniettato circa 40 milioni di dollari a settimana nel mercato dei cambi dopo aver lanciato una nuova versione del bolivar con sei zeri in meno.

Il Venezuela si sta muovendo per sostenere la sua valuta nazionale dopo che il lancio di una nuova versione del bolivar con sei zeri in meno ha causato un’impennata dei prezzi.

La banca centrale ha iniettato circa 40 milioni di dollari a settimana nel mercato dei cambi dopo l’introduzione del primo ottobre del cosiddetto bolivar digitale. Questo è circa il doppio dell’importo che normalmente invia alle banche.

Finora ha funzionato. Martedì il tasso di cambio per strada – noto come mercato parallelo – era di 4,1 bolivar per dollaro. La valuta si era indebolita a 5,2 per dollaro prima dell’introduzione del bolivar digitale mentre i venezuelani si precipitavano a mettere le mani sui biglietti verdi.

Intorno alla capitale, Caracas, il lancio della nuova valuta è stato accompagnato da un forte aumento dei prezzi. Il costo di un paniere di otto prodotti di base è aumentato del 13,7% la settimana del lancio della valuta, il secondo aumento settimanale dell’anno, secondo l’Osservatorio finanziario guidato dall’opposizione politica. Tuttavia, dopo l’intervento della banca centrale, il prezzo del paniere è tornato ai livelli pre-conversione, ha affermato il legislatore dell’opposizione Angel Alvarado, fondatore dell’Osservatorio.

“La domanda è se la banca centrale ha abbastanza liquidità per sostenere questa politica e, quindi, se ne vale la pena”, ha detto Alvarado.

A settembre, le riserve internazionali erano ai minimi da 30 anni, poiché il governo ha venduto l’oro per il tanto necessario denaro. Nell’ultimo mese, la banca centrale ha aggiunto 5 miliardi di dollari al suo livello di riserve, un importo che corrisponde ai diritti di prestito assegnati dal Fondo monetario internazionale. Tuttavia, il Venezuela non può accedere ai fondi del FMI perché i membri non hanno concordato su chi sia il leader legittimo del paese.

I venezuelani hanno lottato con l’iperinflazione dal 2017. Sebbene gli aumenti dei prezzi siano rallentati quest’anno, rimangono sensibili alla volatilità del tasso di cambio. Il valore del bolivar era stato eroso al punto che i sistemi contabili non potevano più supportare le cifre lunghe.

La ridenominazione della moneta – la terza dal 2008 – aveva lo scopo di facilitare le transazioni commerciali. Il governo ha introdotto una famiglia di nuove monete e banconote, la più grande, da 100 bolivar, del valore di circa 24 dollari.

Tuttavia, le banche hanno fornito principalmente i tagli inferiori di 5 e 10 bolivar. I dollari continuano a dominare la maggior parte delle transazioni in contanti, anche nei settori a basso reddito.

Temendo la volatilità del bolivar, Adrian Vegas ha mantenuto i prezzi in dollari per le merci nel suo piccolo negozio alla periferia di Petare, uno slum di Caracas.

“Immagina di dover cambiare i prezzi in bolivar ogni giorno”, ha detto.

Lunedì 4 ottobre 2021 una macelleria elenca i prezzi in dollari statunitensi nel quartiere Petare di Caracas, in Venezuela. [File: Bloomberg]

L’amministrazione del presidente Nicolas Maduro aveva già lasciato che l’economia scivolasse in una dollarizzazione non ufficiale e i bolivar sono ora usati principalmente per pagare il trasporto pubblico, la benzina sovvenzionata.

“La gente vede un prezzo e non pensa nemmeno al bolivar digitale. Pensano ai dollari”, ha detto Jose Estrada, manager di una macelleria. Tuttavia, ha affermato che quest’ultima conversione di valuta era “più facile”, perché prima della riconversione anche i prodotti di base più elementari avevano un prezzo di diversi milioni di bolivar.

Ciò potrebbe essere di breve durata, tuttavia, a meno che il governo non sia in grado di controllare l’inflazione, ha affermato Jose Manuel Puente, professore di economia presso il Centro di politica pubblica dell’Istituto di istruzione superiore in Management (IESA).

“Le conversioni di valuta sono misure cosmetiche che non hanno alcun effetto sul reddito, sulle spese o sull’ambiente macroeconomico”, ha affermato. “Riguadagnerai gli zeri che hai eliminato.”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *