La risposta al COVID è uno dei peggiori “fallimenti di salute pubblica” di sempre nel Regno Unito | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il dannato rapporto parlamentare sulla gestione del Regno Unito della pandemia elenca un catalogo di errori, incluso il ritardo al blocco.

La risposta tempestiva del governo del Regno Unito al COVID-19 e il ritardo nell’imporre un blocco all’inizio dello scorso anno sono stati “uno dei più importanti fallimenti per la salute pubblica” nella storia del paese e sono costati migliaia di vite, secondo un rapporto parlamentare schiacciante.

Il gruppo trasversale dei legislatori del Regno Unito ha anche notato che il governo non è riuscito a sviluppare un efficace sistema di test e tracciamento, che avrebbe potuto aiutare a frenare la diffusione del virus, e ha seguito una politica di quella che effettivamente equivaleva a “immunità di gregge”.

“Il Regno Unito, insieme a molti altri paesi in Europa e Nord America, ha commesso un grave errore precoce nell’adottare questo approccio fatalistico e non considerare un approccio più enfatico e rigoroso per fermare la diffusione del virus come adottato da molti paesi dell’est e del sud-est asiatico, “, ha affermato il rapporto di 151 pagine pubblicato martedì. La revisione si è basata su ore di testimonianze di oltre 50 testimoni, inclusi consulenti in materia di politica, salute e scienza del governo.

Più di 138.000 persone sono morte a causa del coronavirus nel Regno Unito, uno dei più alti tassi di morte al mondo.

Mentre il principale organo decisionale di emergenza del paese si è riunito per la prima volta su COVID-19 il 4 gennaio 2020, hanno affermato i legislatori, un blocco non è stato imposto fino al 23 marzo di quell’anno. L'”approccio graduale e incrementale” agli interventi non farmaceutici costa vite umane, ha aggiunto.

“Le decisioni sui blocchi e sul distanziamento sociale durante le prime settimane della pandemia – e i consigli che le hanno portate – si classificano come uno dei più importanti fallimenti di salute pubblica che il Regno Unito abbia mai sperimentato”, hanno scritto.

Più di 138.000 persone nel Regno Unito sono morte a causa del coronavirus e il governo avvierà un’inchiesta ufficiale il prossimo anno [File: Facundo Arrizabalaga/EPA]

Il professor Neil Ferguson, che faceva parte del gruppo consultivo scientifico per le emergenze (SAGE) del governo, ha dichiarato al comitato scientifico e tecnologico che se il blocco nazionale fosse stato imposto anche una settimana prima di quanto non fosse, “avremmo ridotto il bilancio delle vittime finale di almeno la metà”. Anche l’ex ministro della salute Matt Hancock e Dominic Cummings, ex consigliere del primo ministro Boris Johnson, sono stati tra coloro che hanno fornito prove ai comitati.

Il rapporto ha anche criticato la decisione del governo di riportare i pazienti anziani nelle case di cura senza testarli per il coronavirus – una mossa che ha portato a un’ondata di casi tra le persone più vulnerabili della popolazione – così come il processo decisionale in relazione alle minoranze etniche e persone con disabilità.

Ha notato alcune aree in cui il Regno Unito aveva fatto bene, citando il suo programma di vaccini e la ricerca sullo sviluppo del trattamento.

“Una parte significativa del successo del vaccino Oxford/AstraZeneca è stata dovuta ai primi investimenti del governo in ricerca e sviluppo, originariamente iniziati con la UK Vaccines Network istituita nel 2016”, afferma il rapporto. “Quell’investimento e il sostegno attraverso i successivi governi hanno chiaramente dato i suoi frutti”.

Ha inoltre rilevato che più di 42.000 volontari in tutto il mondo sono stati reclutati per studi randomizzati sui trattamenti COVID-19 nell’ambito dello studio RECOVERY.

“Stabilire l’efficacia del desametasone e l’inefficacia dell’idroclorochina sono stati contributi vitali alla battaglia mondiale contro il covid-19 e si stima che abbiano salvato oltre un milione di vite a livello globale”, ha affermato.

Il rapporto ha rilevato che il programma di vaccinazione del governo del Regno Unito è stato un punto luminoso con i primi investimenti che hanno dato i suoi frutti nello sviluppo del colpo di Oxford AstraZeneca [File: Andy Rain/EPA]

Il rapporto precede un’inchiesta pubblica indipendente sulla gestione del governo della pandemia di coronavirus, che secondo Johnson inizierà il prossimo anno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *