Recensione Fairphone 4: il prezzo della sostenibilità

È stato difficile criticare le credenziali sostenibili di Fairphone nel corso degli anni, che si tratti dei lunghi periodi di supporto dell’azienda, della facile riparabilità o dei materiali di provenienza etica. Ma quando si tratta dei dispositivi stessi, i precedenti Fairphone hanno faticato a essere competitivi con smartphone di prezzo simile. Mancavano di funzionalità moderne, usavano design obsoleti e generalmente avevano più stranezze di quelle che ti aspetteresti di ottenere da un telefono moderno.

Il Fairphone 4 è un grande passo avanti. È altrettanto sostenibile, con un design riparabile modulare per il quale Fairphone ora offre una garanzia di cinque anni. Ma più importante è che sente molto più simile a uno smartphone moderno. Le enormi cornici superiore e inferiore del Fairphone 3 sono state rimosse e ci sono anche comfort moderni come una classificazione IP54 per la resistenza alla polvere e all’acqua.

Con un prezzo di partenza di € 579 / £ 499 (circa $ 669, sebbene Fairphone non abbia intenzione di vendere Fairphone 4 negli Stati Uniti) per il modello di archiviazione da 6 GB di RAM / 128 GB, Fairphone 4 costa un premio rispetto ai suoi concorrenti. Sta anche ottenendo una versione molto più limitata solo in Europa, senza piani per un lancio negli Stati Uniti. Ma se hai solo bisogno di uno smartphone per fare cose di base per smartphone e sei pronto a pagare un premio rispetto ad altri concorrenti con capacità simili, penso che il Fairphone 4 sia all’altezza del compito.

Il Fairphone 4 è ora disponibile per il pre-ordine e i dispositivi inizieranno a essere spediti il ​​25 ottobre.

Rispetto al Fairphone 3 che lo ha preceduto, è difficile credere che il Fairphone 4 sia stato prodotto dallo stesso produttore. Le grosse e datate cornici superiore e inferiore del telefono precedente sono scomparse, sostituite con un foglio di Gorilla Glass 5 che si estende dalla parte superiore del Fairphone 4 alla parte inferiore. Sembra che Fairphone abbia raggiunto il resto dell’industria degli smartphone, anche se è perché il tasso di evoluzione degli smartphone è rallentato.

Sì, le cornici sono ancora considerevoli per gli standard moderni, ma sono abbastanza piccole da consentire al telefono di avere un ampio display da 6,3 pollici senza sentirsi troppo sgraziate. È LCD anziché OLED e gli angoli di visualizzazione non sono sorprendenti, ma sono stato contento di come si è preso cura di aver disattivato le sue eccessive opzioni di miglioramento dell’immagine nella sua app Impostazioni e modificato la temperatura del colore.

Sono disponibili due versioni del Fairphone 4: una con 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione (il modello che ho utilizzato per questa recensione) e una versione step-up con 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione, che viene venduta al dettaglio per € 649 / £ 569. Entrambi sono per il resto identici e dispongono delle stesse fotocamere, batteria da 3.905 mAh e processore Qualcomm Snapdragon 750G.

La parte posteriore è facilmente rimovibile per accedere all’interno del telefono.

Piccole viti con testa a croce mantengono i componenti del telefono in posizione.

Più importante delle specifiche è di cosa sono effettivamente fatti gli interni del Fairphone 4. Qui dentro c’è oro certificato Fairtrade, alluminio e tungsteno di provenienza etica, stagno riciclato, minerali di terre rare e plastica. Fairphone mira anche a trasformare questi materiali in un telefono nel modo più etico possibile, grazie a iniziative che mirano a migliorare le condizioni di lavoro dei minatori e degli operai coinvolti nella filiera del telefono. Ogni telefono è anche “e-waste neutral”, afferma Fairphone, poiché la società riciclerà un telefono o una quantità equivalente di rifiuti elettronici con ogni vendita.

Capovolgi il Fairphone 4 e vedrai la sua parte posteriore (realizzata al 100% in plastica riciclata), che può essere facilmente rimossa senza attrezzi per rivelare la batteria rimovibile del telefono e le viti a croce che possono essere utilizzate per rimuovere facilmente tutto dalle sue fotocamere posteriori alla porta USB-C e all’altoparlante. Dovrai rimuovere questo pannello posteriore per inserire una scheda SIM sotto la batteria durante l’installazione, un processo che non richiede l’uso di uno strumento SIM, comodo dato che non ce n’è uno incluso nella confezione (anche se Fairphone mi dice che questo potrebbe differire tra i mercati di rilascio).

iFixit deve ancora emettere il suo giudizio ufficiale sulla riparabilità del Fairphone 4, ma i telefoni precedenti dell’azienda sono gli unici due dispositivi ad aver ottenuto 10 perfetti dagli specialisti di riparazione. Oltre ad essere facili da rimuovere, le parti dovrebbero anche essere facili da sostituire poiché Fairphone prevede di avere ricambi disponibili almeno fino al 2027 (come punto di riferimento, l’azienda ha ancora alcuni pezzi di ricambio rimasti per il Fairphone 2 di quasi sei anni ). Una garanzia di cinque anni dovrebbe anche mantenere bassi i costi di riparazione per tutta la vita del telefono.

Abbastanza giusto.

La parte posteriore del telefono, con la protuberanza triangolare della fotocamera.

Per quanto riguarda il software, il Fairphone 4 viene fornito con Android 11, ma l’azienda spera di fornire almeno due importanti aggiornamenti Android, o quattro se è in grado di gestirlo. Ha fatto un buon lavoro nel mantenere queste promesse con i telefoni precedenti… alla fine. All’inizio di quest’anno, la società ha finalmente rilasciato Android 9 per Fairphone 2. Impressionante dato che Fairphone 2 aveva cinque anni all’epoca, meno impressionante dato che è arrivato quasi tre anni dopo il rilascio originale di Android 9.

Il sensore di impronte digitali del telefono montato lateralmente.

Come ci si potrebbe aspettare da un telefono che può essere spedito senza uno strumento SIM, Fairphone 4 non viene fornito con nulla in termini di accessori nella confezione come standard. Non ci sono mattoncini di ricarica, cuffie incluse e nessun cavo di ricarica USB-C nella confezione. Non c’è nemmeno un cacciavite in miniatura incluso come abbiamo visto con il Fairphone 3. Potrebbe essere stato un simpatico indicatore delle sue credenziali di riparabilità, ma includerlo non aveva molto senso se stai cercando di ridurre al minimo gli accessori non necessari.

Sulla destra del telefono, c’è un sensore di impronte digitali montato lateralmente che funge anche da pulsante di accensione, che preferisco ai sensori posteriori anche se non sono convenienti come i modelli sotto il display.

Non c’è un jack per cuffie accanto alla porta USB-C di Fairphone 4, il che non è esattamente sorprendente dato che si tratta di uno smartphone rilasciato nel 2021, ma è un po’ più deludente data l’attenzione di Fairphone a essere il più user-friendly possibile. Il team mi dice che il compromesso è stato fatto per consentire al telefono di avere un grado di protezione IP54 per la resistenza alla polvere e all’acqua. Ciò significa che il telefono dovrebbe sopravvivere all’uso sotto la pioggia, ma non alla completa immersione, e non è un risultato insignificante dato che il retro di questo telefono modulare può essere letteralmente sganciato senza alcuno strumento.

Credimi, questo telefono può resistere a un po’ di pioggia.

A quanto pare, ho finito per usare il Fairphone 4 per scattare foto durante una passeggiata eccezionalmente piovosa mentre ero in vacanza nella campagna gallese, quindi mi sento abbastanza sicuro di dire che le affermazioni dell’azienda sul fatto che il telefono sia impermeabile sono accurate. Ecco un mio selfie durante la passeggiata se vuoi avere un’idea di quanto piovoso sto parlando (dovrebbe anche darti un indicatore di come si comporta la fotocamera selfie da 25 megapixel del telefono).

È fantastico vedere Fairphone utilizzare un processore Snapdragon serie 7 più capace rispetto a quello serie 6 utilizzato nel Fairphone 3. Per la maggior parte, lo Snapdragon 750G tiene il passo con le richieste che ho posto al telefono nell’uso quotidiano, ma non era perfetto. Riattivare l’Assistente Google con uno scorrimento verso l’alto dall’angolo dello schermo per porre una query ha richiesto un tempo più lungo del normale e a volte c’erano intoppi nell’app YouTube quando si passava ai video dalla visualizzazione normale a quella a schermo intero. È capace piuttosto che slick.

Ma mentre le prestazioni complessive sono OK, il telefono non è privo di peculiarità. Il problema più frustrante che ho riscontrato è che il Fairphone 4 non è eccezionale per il rifiuto del palmo, quindi quando lo tieni con una mano e allunghi il pollice, confonderà il palmo con un tocco intenzionale. Il Fairphone 4 sembrava anche trascorrere più tempo connesso alle reti 3G rispetto ad altri smartphone che ho usato, anche nelle aree in cui normalmente ricevo un segnale 4G. Altre volte, invece, si è felicemente connesso alle reti 5G. Uno strano capriccio.

Di nuovo quell’urto della fotocamera.

Una porta USB-C ma nessun jack per le cuffie.

Non ho avuto problemi con la durata della batteria durante il mio tempo con il Fairphone 4 e in genere ho avuto una media di circa quattro e cinque ore di autonomia dello schermo per carica. Per me, questo in genere si traduceva nel mettere in carica il telefono con tra il 10 e il 50 percento di carica rimasta nel serbatoio alla fine della giornata. In un giorno di viaggio, ho usato il Fairphone 4 per diverse ore di podcast e ascolto di musica tramite cuffie wireless, alcune ore di scorrimento sui social media e poi per due ore di navigazione mentre ero connesso in modalità wireless tramite Android Auto, e avevo ancora 10 percento della batteria rimasta quando l’ho messo in carica alle 23:00 quella notte. Il telefono supporta la ricarica rapida da 20 W, che secondo Fairphone dovrebbe ricaricare metà della batteria in mezz’ora.

Le prestazioni sono accettabili, la durata della batteria è buona e lo schermo del telefono è perfettamente a posto. Ma l’unica area del Fairphone 4 che penso possa essere un vero rompicapo per alcune persone è la sua fotocamera, che, nonostante sia basata su una coppia di sensori da 48 megapixel (uno per la fotocamera principale e uno per l’ultrawide), produce scatti mediocri, anche in pieno giorno. È bello avere la versatilità della doppia fotocamera, che è la prima per un Fairphone, ma è un peccato che le immagini che catturano siano deludenti in qualcosa di diverso dalla piena luce del giorno.

Penso che le immagini nella galleria qui sotto parlino da sole. Spesso sembrano sgranati a disagio, e c’è una macchia nella maggior parte degli scatti che mi ha fatto cercare tra le impostazioni dell’app della fotocamera per assicurarmi di non aver attivato un’impostazione strana. Ma forse peggio della qualità delle foto stesse è quanto sia lenta e lenta l’app della fotocamera. Anche alla luce del giorno, toccare l’otturatore può causare un paio di minuti prima che la fotocamera sia in grado di mettere a fuoco e scattare una foto, ed è ancora peggio di notte. Il Fairphone 4 è l’unica volta in cui mi sono pentito di aver usato un telefono per le recensioni per gli scatti delle vacanze perché mi pento di non essere tornato a casa con foto più belle.

Se stai spendendo soldi per un Fairphone 4, i tuoi soldi non vengono spesi per le prestazioni. Viene speso per quella garanzia di cinque anni, la promessa di anni di supporto software e la sicurezza di sapere che, quando arriverà il 2026, sarai ancora in grado di acquistare una nuova batteria e inserirla nel retro del telefono senza dover imparare cos’è una vite pentaloba. E, naturalmente, stai pagando per assicurarti che tutte queste parti siano state realizzate con materiali il più possibile responsabili.

Che si tratti di cibo equosolidale o biologico o di abbigliamento prodotto in modo sostenibile, c’è l’aspettativa che dovrai pagare un sovrapprezzo per i prodotti prodotti in modo etico, ed è esattamente il caso di Fairphone 4. Anche se parte da € 579, le sue prestazioni, soprattutto quando si tratta delle sue fotocamere, è probabilmente più vicino a telefoni che costano meno della metà, come il Moto G Power (che viene venduto all’equivalente di circa € 170) o il Moto G Play (circa € 140). E non è affatto competitivo con smartphone come iPhone SE (539€ per 128GB) o OnePlus Nord 2 (399€), che sono più vicini nel prezzo ma comunque più economici del Fairphone 4.

Ma se sei il tipo di persona che può convivere con i telefoni economici elencati sopra, se hai solo bisogno di uno smartphone per l’uso quotidiano e non sei preoccupato di avere la migliore fotocamera o il dispositivo più premium, allora penso che tu è il tipo di persona che può convivere con il Fairphone 4. È un telefono decente da € 200 che sembra avere un prezzo di € 579. Questo è il prezzo della sostenibilità.

Fotografia di Jon Porter / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *