Cosa significa il botteghino per “No Time to Die” per il futuro dei teatri

Il monitor è un colonna settimanale dedicato a tutto ciò che accade nel CABLATO mondo della cultura, dai film ai meme, dalla TV a Twitter.

Anche prima che il suo rilascio fosse ritardato dai blocchi di Covid-19, Non c’è tempo per morire doveva segnare la fine di un’era. Garantito per essere l’ultimo film in cui Daniel Craig avrebbe interpretato James Bond, era inteso non solo come un addio a un’iterazione di 007, ma anche un’opportunità per una nuova da riempire. Sacco di pulci la creatrice Phoebe Waller-Bridge ha dato un pugno alla sceneggiatura; I nuovi arrivati ​​di Bond Lashana Lynch e Ana de Armas hanno promesso di spostare il franchise oltre le Bond girls. Era tempo per una nuova fase del cinema doppio 0. Poi, quella fine è stata messa in attesa.

In definitiva, la data di uscita per Non c’è tempo per morire sarebbe cambiato quattro volte quando le restrizioni sul coronavirus sono state revocate e i teatri riaperti con cautela. Per un po’, è sembrato che i ritardi potessero indebolire il franchise, togliere il vento dalle vele di Bond. Ora, nel primo giorno completo dell’uscita del film, sembra che potrebbe essere pronto a fare anche meglio di quanto avrebbe fatto in quei giorni intensi della primavera 2020. Secondo segnalazione in Scadenza, il film 007 del regista Cary Joji Fukunaga dovrebbe incassare 60 milioni di dollari al botteghino nazionale questo fine settimana. Ambiziosamente, c’è una possibilità che possa superare i 90 milioni di dollari, una cifra che migliorerebbe il post-lockdown record nazionale Quello Venom: Che ci sia carneficina pubblicato lo scorso fine settimana e l’apertura di $ 88 milioni Caduta del cielo colpito nel 2012.

Come tutte le cose di Hollywood ultimamente, questo è solo motivo di cauta celebrazione. Apertura al botteghino del fine settimana per aspiranti blockbuster come Non c’è tempo per morire sono in aumento da circa il rilascio di Vedova Nera nel mese di luglio. Ma ancora, la frequenza al cinema non è quella che era prima della pandemia. Ogni volta che i casi di Covid-19 aumentano, o emerge qualcosa come la variante Delta, la reticenza delle persone a colpire il multiplex aumenta. Con i casi di coronavirus in declino negli Stati Uniti, c’è la possibilità che la gente vada a vedere il nuovo Bond. Ma c’è anche la speculazione che, poiché è un film di 007, potrebbe attrarre una fascia demografica più anziana che è stato meno desideroso di tornare al cinema rispetto, ad esempio, ai fan di Veleno.

C’è anche il fatto che Non c’è tempo per morire viene distribuito esclusivamente nelle sale. a differenza di Vedova Nera, che è stato rilasciato contemporaneamente su Disney+, o il prossimo Duna, che arriverà su HBO Max il 22 ottobre quando arriverà nelle sale, l’ultima uscita di Craig nei panni di Bond è solo teatrale, con una spinta per il pubblico a vederlo in IMAX. (FWIW, l’ho visto in IMAX, e ne è valsa la pena.) Per tutte le persone che hanno aspettato più di un anno per questa versione, e più di cinque anni da allora Spettro-la voglia di vedere questo nel weekend di apertura promette di essere potente.

Un altro punto in Non c’è tempoFavore: È abbastanza buono. I critici hanno dato il film buoni voti, e come fine dell’era Bond di Craig, è forte. Al momento della stesura di questo articolo, la vendita anticipata dei biglietti è sovraperformando quelli di F9 e il nuovo Veleno. C’è anche qualche speculazione che il film potrebbe fare vicino a $ 100 milioni questo fine settimana al botteghino nazionale. In definitiva, un fine settimana potrebbe non fare molta differenza quando si tratta del destino globale del cinema, ma in un momento in cui Hollywood sta vivendo il suo reset culturale, l’uscita di una proprietà legacy come un film di 007 può essere un indicatore delle cose venire. Questo potrebbe essere il momento per Bond di prosperare.


Altre grandi storie WIRED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *