AstraZeneca afferma che il farmaco aiuta a ridurre il rischio di COVID grave | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Drugmaker afferma che il suo farmaco sperimentale COVID-19 ha contribuito a ridurre il rischio di sintomi gravi o di morte nello studio in fase avanzata.

Il produttore di farmaci AstraZeneca ha affermato che il suo cocktail di anticorpi COVID-19 ha contribuito a ridurre il rischio di malattie gravi o decessi in uno studio in fase avanzata.

La società farmaceutica ha annunciato i risultati lunedì, segnando un impulso nei suoi sforzi per sviluppare farmaci contro il coronavirus oltre ai vaccini.

Il farmaco, un mix di due anticorpi chiamati AZD7442, ha ridotto il rischio di COVID-19 grave o di morte del 50% nei pazienti non ospedalizzati che hanno avuto sintomi per sette giorni o meno, raggiungendo l’obiettivo principale dello studio.

La terapia di AstraZeneca, somministrata tramite iniezione, è la prima del suo genere a mostrare risultati promettenti come medicina preventiva e come trattamento per COVID-19 a seguito di molteplici studi. È progettato per proteggere le persone che non hanno una risposta immunitaria sufficientemente forte ai vaccini.

“Questi risultati positivi mostrano che una comoda dose intramuscolare di AZD7442 potrebbe svolgere un ruolo importante nell’aiutare a combattere questa devastante pandemia”, ha detto in una nota Hugh Montgomery, il principale investigatore dello studio.

Terapie simili realizzate con una classe di farmaci chiamati anticorpi monoclonali sono state sviluppate da Regeneron, Eli Lilly e GlaxoSmithKline con il partner Vir Biotechnology.

Queste terapie sono approvate per l’uso di emergenza negli Stati Uniti per il trattamento di COVID-19 da lieve a moderato.

AstraZeneca, il cui vaccino COVID-19 è stato ampiamente utilizzato a livello globale, ha chiesto la scorsa settimana alla Food and Drug Administration statunitense di concedere l’autorizzazione all’uso di emergenza per AZD7442 come terapia preventiva.

AstraZeneca sta presentando i dati di vari studi AZD7442 ai regolatori sanitari globali, ha detto un portavoce lunedì.

“Continueremo le discussioni con i regolatori su questi nuovi dati”, ha detto dei risultati della prova di lunedì.

Lo studio si è svolto in 13 paesi e ha coinvolto più di 900 partecipanti adulti, di cui la metà ha ricevuto AZD7442 e il resto un placebo. I risultati completi della sperimentazione saranno presentati per la pubblicazione in una rivista peer-reviewed, ha affermato AstraZeneca.

AZD7442 contiene anticorpi prodotti in laboratorio progettati per indugiare nel corpo per mesi per contenere il virus in caso di infezione. Un vaccino, al contrario, si basa su un sistema immunitario intatto per sviluppare anticorpi mirati e cellule che combattono le infezioni.

“Un intervento precoce con il nostro anticorpo può dare una significativa riduzione della progressione verso la malattia grave, con una protezione continua per più di sei mesi”, ha affermato Mene Pangalos, vicepresidente esecutivo di AstraZeneca.

Mentre i risultati di lunedì coprono l’uso di AZD7442 in pazienti non ospedalizzati, uno studio separato sta anche studiando il suo uso come trattamento per i pazienti COVID-19 ospedalizzati.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *