Sebastian Kurz si dimette da cancelliere austriaco in mezzo a uno scandalo di corruzione



Kurz, parlando in un discorso televisivo su televisione austriaca ha detto: “Voglio fare spazio per garantire stabilità”.

Tuttavia, il cancelliere 35enne ha affermato che le accuse di corruzione contro di lui erano “sbagliate” e ha negato di aver usato i soldi del governo per scopi politici.

Kurz ha detto che il ministro degli Esteri Alexander Schallenberg diventerà il nuovo cancelliere, secondo l’emittente pubblica ORF.

Le accuse di corruzione contro Kurz hanno causato una crisi nel governo austriaco. Prima delle dimissioni di Kurz sabato, i partiti di opposizione avevano minacciato di portare un voto di sfiducia contro di lui in parlamento martedì.

Eletto cancelliere nel 2017, Kurz ha sapientemente trasformato una delle più grandi crisi d’Europa – l’afflusso di rifugiati del 2015 – in un vincitore del voto alle urne.

Kurz è arrivato al potere proprio mentre la presa del cancelliere Angela Merkel nella vicina Germania sembrava indebolirsi. Sembrava desideroso di smantellare almeno parte del suo approccio di accoglienza verso i migranti e portare il continente su un percorso più duro, nonostante insistesse regolarmente sul suo sostegno al progetto europeo.

Il suo partito è stato la forza trainante di una legge che vieta i veli musulmani integrali negli spazi pubblici nel 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *