Retrospec Jax Rev Review: una bici elettrica pieghevole Fat-Tire

Hai mai hai guidato una bici senza pedale? Non è divertente. È specialmente non è divertente su una bici da 63 libbre senza assistenza elettrica. Ho dovuto inclinare il piede sulla pedivella del pedale, e quando inevitabilmente è scivolato via a metà della rotazione, la mia gamba ha oscillato selvaggiamente e ha dato un calcio da terra, come se stessi andando su uno skateboard. io ho il Jax Rev di Retrospec, un’ebike pieghevole per pneumatici da 1.600 dollari, per ringraziare di questa situazione.

Pochi giorni prima, stavo guidando la Jax Rev alle 2 del mattino in una strada buia a Brooklyn. Stavo navigando alla velocità massima di 20 miglia orarie, quando all’improvviso…Clank! Ho guidato su una grande buca. La parte inferiore del telaio colpì la strada; ci sono voluti alcuni secondi perché le vibrazioni che sferragliassero attraverso le mie ossa si dissipassero. Fisicamente stavo bene, ma ho capito subito che qualcosa non andava: la moto perdeva potenza.

Era buio, ero stanco e non riuscivo a capire esattamente cosa fosse successo. La batteria era ancora funzionante, ma l’ebike non si accendeva. Non riuscivo a ottenere niente di quel dolce aiuto elettrico. Oh beh, avevo solo 10 minuti rimasti nel mio viaggio per tornare a casa. Pedalare una bici così pesante senza alcuna assistenza è, francamente, estenuante. Questo mi porta al pedale rotto. Ci stavo sbuffando mentre andavo in un negozio di biciclette per vedere se potevano ripararlo quando il pedale si è rotto la pedivella. Grande.

Spuntando le caselle

Fotografia: Retrospec

Tutto questo è successo verso la fine di un periodo di test di tre mesi con il Jax Rev, che è stato altrimenti bene bici elettrica di classe 2. Non posso parlare molto del processo di installazione poiché la bici era completamente assemblata quando è stata consegnata a mano, ma sono stato felice di vedere che è arrivata con tutti gli accessori che desideri, come un portapacchi posteriore, campanello, anteriore e luci posteriori e parafanghi.

Ha la stessa trappola di altre bici elettriche con pneumatici grassi che ho provato: è dannatamente pesante, quindi buona fortuna a portarlo su e giù per le scale. Il processo di piegatura è facile, ma a causa del peso può essere ingombrante. È inoltre necessario sollevare il cavalletto in modo che le due metà possano aderire l’una all’altra. Tuttavia, è un po’ più elegante del processo di piegatura sul più economico Lectric XP.

Quell’eleganza è evidente in altre parti della moto. La batteria è più facile da rimuovere, anche se potrebbe essere necessario ruotare la sella per allontanarla (non è necessario rimuoverla per caricarla). Voi fare serve una chiave per accendere la batteria e guidare la Jax Rev, ma è situata proprio sotto la sella, non goffamente sotto l’ebike come sulla Lectric.

È anche attraente, rivaleggiando con un’altra ebike con pneumatici grassi che ho testato. Il Jax Rev è disponibile in un piacevole verde oliva o nero semplice. Ho avuto il primo, e almeno tre sconosciuti si sono fermati per dirmi quanto fosse carino.

Ci sono cinque livelli di pedalata assistita tra cui scegliere (con il livello 5 che offre la massima assistenza) e c’è un piccolo display montato sul manubrio con pulsanti che puoi usare per passare da un livello all’altro. Hai anche un acceleratore, che è utile quando devi muoverti rapidamente a un semaforo o quando devi superare il traffico da paraurti a paraurti su strade strette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *