La migliore lega femminile di calcio degli Stati Uniti affronta gli abusi, l’incertezza


Paul Riley, l’allenatore al centro dei minuti di protesta alle partite di questa settimana, è passato da allenatore di calcio giovanile a uno degli allenatori di più alto profilo del calcio femminile, vincendo due campionati nella NWSL, con il North Carolina Coraggio.

Nel 2015, tre anni prima di vincere il suo primo campionato, Riley lasciò il team NWSL di Portland Thorns. I Thorns ora dicono che è stato licenziato per giusta causa, anche se il club non ha fatto tale annuncio in quel momento. Riley si presentò mesi dopo come allenatore di un’altra squadra della NWSL, il Western New York Flash. Quando Flash, che alla fine si è trasferito in North Carolina, ha annunciato l’assunzione, un dirigente del team ha elogiato Riley per essere “molto rispettato in tutto il mondo”.

La scorsa settimana, in un rapporto su The Athletic, due ex giocatori hanno affermato che Riley ha abusato dei giocatori a piacimento e che lo avevano segnalato alla direzione della squadra e alla lega. Riley ha negato la maggior parte delle accuse a The Athletic e non ha risposto ai messaggi in cerca di commenti.

Sinead Farrelly, che ha giocato per Riley con i Philadelphia Independence nel 2011 e poi di nuovo con i Portland Thorns nel 2014 e 2015, ha detto che Riley ha usato il suo potere come suo allenatore per costringerla a fare sesso con lui. Meleana Shim, che ha anche suonato per i Thorns, ha detto che dopo una notte passata a bere Riley ha fatto pressioni su lei e Farrelly per baciarsi. Se lo facessero, la squadra non avrebbe dovuto correre sprint il giorno successivo. Altri giocatori hanno accusato Riley di fare commenti inappropriati.

Nel settembre 2015, Shim ha inviato un’e-mail al proprietario dei Thorns, Merritt Paulson, così come ad altri dirigenti del team, in merito all’incidente del bacio. Ha anche inviato un’e-mail a Jeff Plush, allora commissario della NWSL

La prossima settimana, le spine annunciato che Riley non avrebbe allenato la squadra la prossima stagione, ringraziandolo per il suo servizio e senza menzionare alcun comportamento scorretto. In un dichiarazione questa settimana, Steve Malik, il proprietario del Courage, ha scritto che dopo aver assunto Riley, “si è assicurato di essere in regola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *