Gli Stati Uniti accusano il presunto ex comandante talebano di aver ucciso truppe statunitensi | Notizie sui tribunali


Haji Najibullah affronta nuove accuse per l’attacco del 2008 da parte di combattenti talebani che ha ucciso tre soldati statunitensi e un interprete afghano.

I pubblici ministeri degli Stati Uniti hanno accusato un presunto ex comandante talebano di reati legati al terrorismo legati all’uccisione di truppe americane in Afghanistan nel 2008.

L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti a Manhattan ha detto giovedì che Haji Najibullah è stato accusato di un atto d’accusa di 13 capi che è stato aperto alla corte federale.

Najibullah, 45 anni, era già sotto custodia degli Stati Uniti dopo essere stato accusato del rapimento nel 2008 di un giornalista americano e di due civili afgani.

Giovedì, i pubblici ministeri hanno dichiarato di aver presentato un atto d’accusa sostitutivo che ha aggiunto i capi di omicidio al suo foglio delle accuse.

Hanno detto che Najibullah prestava servizio all’epoca come comandante talebano nella provincia afgana di Wardak, che confina con la capitale Kabul.

È stato accusato in relazione a un attacco del giugno 2008 da parte di combattenti talebani sotto il suo comando contro un convoglio militare statunitense con armi automatiche, granate con propulsione a razzo e altri esplosivi, hanno detto i pubblici ministeri.

L’attacco ha ucciso tre soldati statunitensi e il loro interprete afghano, hanno detto.

“Come affermato, durante uno dei periodi più pericolosi del conflitto in Afghanistan, Haji Najibullah guidò una feroce banda di ribelli talebani che terrorizzarono parte dell’Afghanistan e attaccarono le truppe statunitensi”, ha detto il procuratore degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York Audrey Strauss in un dichiarazione.

“Ora sarà ritenuto responsabile in un’aula di tribunale americana”, ha detto anche il vice procuratore generale Mark J Lesko.

Najibullah è stato arrestato ed estradato dall’Ucraina negli Stati Uniti nell’ottobre dello scorso anno.

Dieci dei 13 capi di accusa di Najibullah sono condannati al massimo all’ergastolo.

Najibullah si è dichiarato non colpevole lo scorso novembre presso la corte federale di Manhattan dopo la precedente incriminazione.

Le truppe americane a fine agosto hanno completato un caotico ritiro dall’Afghanistan dopo 20 anni nel Paese, che ora è sotto il controllo dei talebani.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *