Gli elettori cechi decidono il futuro del primo ministro Babis nelle elezioni di due giorni | Notizie sulle elezioni


I sondaggi di opinione indicano che il movimento ANO di Babis sarà in testa al voto, ma potrebbe non ottenere voti sufficienti per formare un nuovo governo.

I cechi stanno votando in due giorni di elezioni parlamentari con sondaggi che mostrano il primo ministro Andrej Babis, un miliardario populista, con una forte possibilità di mantenere il sostegno nonostante un nuovo scandalo sui suoi rapporti finanziari.

I seggi elettorali aprono alle 12:00 GMT di venerdì, con il voto fissato per riempire 200 seggi nella camera bassa del Parlamento della Repubblica Ceca, il principale organo legislativo dell’Unione Europea e stato membro della NATO.

L’euroscettico Babis, 67 anni, ha avuto un mandato turbolento da quando ha vinto l’incarico nel dicembre 2017. Il suo mandato ha visto una crescente prosperità ma anche numerosi scandali, tra cui presunte frodi riguardanti i sussidi dell’UE.

L’ultimo è incentrato sulla pubblicazione dei Pandora Papers, secondo cui Babis ha investito 22 milioni di dollari in società fittizie per acquistare 16 proprietà nel sud della Francia. Babis ha negato ogni addebito.

Nonostante gli scandali, i sondaggi indicano che il movimento ANO (YES) di Babis sarà in cima al voto con almeno il 25% di sostegno.

Ma non è chiaro se otterrà abbastanza voti per poter formare un nuovo governo di coalizione.

Babis ha guidato un governo di coalizione di minoranza formato dall’ANO e dai socialdemocratici di sinistra. Ha anche governato con l’appoggio del Partito Comunista.

Sia i socialdemocratici che i comunisti potrebbero lottare per vincere qualsiasi seggio parlamentare in tutto questo tempo – e questo potrebbe costringere l’ANO a cercare un patto con i nazionalisti di estrema destra per mantenere il potere.

Babis fa campagna anti-immigrazione e anti-UE

Cinque partiti di opposizione hanno messo da parte le loro divergenze per creare due coalizioni volte a rimuovere Babis dal potere.

La coalizione di centrodestra Together comprende i conservatori Civic Democratic Party e Christian Democrats e il partito liberal-conservatore TOP 09.

Il Partito Pirata liberale e lo STAN, un gruppo di sindaci e candidati indipendenti, hanno formato una coalizione di centro-sinistra.

Si prevede che ciascuno otterrà circa il 20 percento dei voti ed entrambi hanno segnalato che avrebbero collaborato alla formazione di un governo se ne avessero avuto la possibilità.

Babis, nel frattempo, ha scommesso su una campagna aggressiva, schierando retorica anti-immigrazione e anti-UE, oltre a denunciare gli obiettivi di riduzione del carbonio dell’UE.

Non ha escluso di formare una coalizione con Libertà e Democrazia Diretta, un partito anti-migranti e anti-musulmano che vuole portare il Paese fuori dall’Ue e indire un referendum sull’adesione alla Nato. Il partito sta votando con poco più del 10% di sostegno.

Il presidente Milos Zeman ha detto che darà al più grande partito individuale, quasi certamente l’ANO di Babis, la prima possibilità di formare un governo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *