Telegram ottiene 70 milioni di nuovi utenti in un solo giorno dopo l’interruzione di Facebook

L’app di messaggistica Telegram ha ottenuto un “record” di 70 milioni di nuovi utenti lunedì, poiché Facebook ha subito un’interruzione di quasi sei ore tra i suoi servizi, Il CEO di Telegram Pavel Durov annunciato. Anche l’app di messaggistica crittografata Signal ha riferito di aver guadagnato “milioni” di nuovi utenti nello stesso giorno. Entrambe le app competono principalmente con WhatsApp di Facebook, anche se l’interruzione ha bloccato anche Facebook Messenger e ha impedito agli utenti di inviare messaggi su Instagram.

70 milioni di nuovi utenti sono un aumento di oltre il 10% rispetto ai 500 milioni di utenti attivi mensili che Telegram aveva da gennaio di quest’anno, l’ultima volta che ha riportato un aumento simile nelle nuove iscrizioni. Per coincidenza, quest’ultimo aumento di utenti è stato aiutato anche dai problemi di Facebook. A gennaio, WhatsApp ha gestito male l’introduzione di una nuova politica sulla privacy, portando a preoccupazioni che avrebbe condiviso i dati degli utenti privati ​​con la società madre Facebook.

Sebbene Durov abbia affermato che Telegram “ha continuato a funzionare perfettamente” nonostante la sua “crescita senza precedenti”, ha ammesso che “alcuni utenti nelle Americhe potrebbero aver riscontrato una velocità più lenta del solito poiché milioni di utenti di questi continenti si sono affrettati a iscriversi a Telegram allo stesso tempo.” Gli utenti di Signal stavano anche riscontrando problemi in cui non erano in grado di vedere tutti i loro contatti.

“Per i nuovi utenti vorrei dire questo: benvenuti su Telegram, la più grande piattaforma di messaggistica indipendente”, ha scritto Durov. “Non ti deluderemo quando lo faranno gli altri.” Telegram ha corteggiato a lungo i 2 miliardi di utenti di WhatsApp e all’inizio di quest’anno ha aggiunto la possibilità di importare le cronologie delle chat di WhatsApp in una mossa progettata per aiutare gli utenti a passare dal servizio di messaggistica di proprietà di Facebook. Nel corso di quest’anno è stata aggiunta anche un’altra funzionalità incentrata su videochiamate e live streaming, anche se ancora non offre la crittografia end-to-end per impostazione predefinita a differenza di Signal e WhatsApp.

“Whatsapp di proprietà di Facebook è inattivo ricorda che tu e i tuoi amici dovreste probabilmente utilizzare un’alternativa più privata e senza scopo di lucro come @Signalapp comunque”, ha scritto l’informatore Edward Snowden durante l’interruzione, “È altrettanto gratuito e richiede come 30 secondi per cambiare.” Snowden è stato a lungo un sostenitore di Signal e detto nel 2015 che lo usava tutti i giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *