Saudi Aramco vola a $ 2 trilioni sui prezzi del petrolio alle stelle | Notizie su petrolio e gas


Il suo valore di capitalizzazione di mercato mette Aramco appena dietro Microsoft e Apple come le aziende più preziose del mondo.

La compagnia petrolifera dell’Arabia Saudita Aramco ha raggiunto una valutazione di $ 2 trilioni di dollari quando ha raggiunto livelli quasi record mercoledì durante l’orario di negoziazione.

Il suo valore di capitalizzazione di mercato ha messo Aramco appena dietro Microsoft e Apple come le aziende più preziose del mondo. Aramco ha raggiunto il traguardo quando i prezzi del greggio salgono a più di 82 dollari al barile, il più alto degli ultimi sette anni.

La domanda di energia è in aumento, nonostante il perdurare del bilancio della pandemia di coronavirus sui viaggi e su altri settori chiave che consumano benzina.

Aramco è per lo più di proprietà del governo dell’Arabia Saudita, con poco meno del 2% della società quotata alla borsa valori Saudita Tadawul. Aramco veniva scambiato a circa 37,6 riyal per azione, o pochi centesimi in più di $ 10 per azione, a mezzogiorno di mercoledì prima di scendere a 37,2 riyal per azione, o circa $ 9,92 per azione. Resta da vedere se riuscirà a mantenere questo rally fino alla chiusura delle negoziazioni.

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman è stato l’architetto dietro lo sforzo di elencare pubblicamente una scheggia di Aramco alla fine del 2019, pubblicizzandolo come un modo per raccogliere capitali per il fondo sovrano del regno per poi sviluppare nuove città e mega-progetti in tutto il paese che creare posti di lavoro nel settore privato necessari per i giovani sauditi. Il principe ereditario ha cercato a lungo la mastodontica valutazione di $ 2 trilioni per Aramco.

Nonostante le fluttuazioni degli utili annuali di Aramco, la società ha mantenuto la promessa di pagare un dividendo annuale di 75 miliardi di dollari fino al 2024 agli azionisti, il più grande dei quali è il governo.

Aramco produce i vasti prodotti petroliferi e di gas del regno e riceve ogni mese direttive sulla produzione di forniture dal Ministero dell’Energia dell’Arabia Saudita, la nazione cardine dell’OPEC.

Il carrettiere del petrolio e altri importanti produttori di petrolio alleati questa settimana stanno mantenendo un approccio graduale per ripristinare i livelli di produzione che erano stati ridotti durante la pandemia, accettando di aggiungere solo 400.000 barili al giorno (bpd) a novembre.

Si prevede che la domanda di petrolio raggiungerà i 99 milioni di barili al giorno entro la fine dell’anno e poco più di 100 milioni di barili al giorno l’anno prossimo.

Aramco ha raccolto un reddito netto di circa 47 miliardi di dollari nella prima metà del 2021, il doppio di quello guadagnato nello stesso periodo dell’anno scorso, quando il coronavirus ha bloccato i viaggi e ha colpito la domanda globale di petrolio. Ciò ha riportato Aramco esattamente dov’era prima che la pandemia colpisse e affondasse i guadagni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *