Recensione Sony Alpha ZV-E10: vlogging con obiettivo intercambiabile

L’Alpha ZV-E10 è l’ultima aggiunta di Sony alla sua gamma di fotocamere mirrorless. A $ 799,99 con l’obiettivo 16-50 di Sony ($ 699,99 solo per il corpo), è il secondo tentativo dell’azienda di realizzare una fotocamera orientata al vlogging e il successore dello ZV-1 dello scorso anno. Aggiunge un jack per cuffie, una maggiore durata della batteria, un sensore più grande e, soprattutto, un design dell’obiettivo intercambiabile.

Puoi pensarlo come una versione incentrata sul video dell’A6100 più orientato alla fotografia di Sony. L’A6100 e lo ZV-E10 condividono lo stesso sensore APS-C da 24 MP, ma la mancanza di un mirino e l’aggiunta di uno schermo completamente articolato rendono lo ZV-E10 più adatto per le riprese. E con la nuova flessibilità di poter scambiare gli obiettivi, questa fotocamera è un gradito aggiornamento della ZV-1 che consente ai principianti di immergersi in sistemi più avanzati.

Con lo ZV-1, Sony ha riciclato parti della sua linea RX100 per adattarsi meglio ai vlogger. Ciò includeva uno schermo completamente articolato, un’impugnatura più grande, luci di conteggio, un nuovo array di microfoni e una slitta per gli accessori. Lo ZV-E10 segue un percorso simile, ma questa volta prende in prestito parti dalla linea Alpha e le remixa per l’uso del vlogging.

La cosa più importante con lo ZV-E10 è che Sony ha portato il sistema di obiettivi con innesto E in questa gamma. Un sistema di obiettivi rimovibili non solo consente una maggiore flessibilità nella qualità dell’immagine e nella lunghezza focale, ma consente anche a un’intera comunità di prosumer di acquistare più accessori. La cattiva notizia è che il sensore APS-C da 24 megapixel della linea ZV ha un fattore di ritaglio di 1,5x quando si utilizzano obiettivi full frame, il che significa che un obiettivo full frame da 24 mm fornirà un campo visivo equivalente a 36 mm su questa fotocamera.

L’A6600 e lo ZV-E10 condividono lo stesso sensore APS-C da 24 megapixel.

I prossimi aggiornamenti graditi rispetto allo ZV-1 sono una porta USB-C e una batteria più grande. Ogni pezzo di tecnologia che uso, a parte le luci della mia bici di cinque anni, ora utilizza un cavo USB-C e, dannazione, è una bella sensazione. La batteria più grande è un miglioramento tanto necessario, ma avevo ancora bisogno di due batterie per superare una giornata di riprese casuali. Le batterie NP-FW50 dell’E10 sono un passatempo delle vecchie fotocamere Alpha di Sony che abbiamo spesso citato come un punto di debolezza in quei sistemi.

Sul lato sinistro della fotocamera, due sportelli di plastica nascondono la porta USB-C, una porta Micro HDMI, un jack per le cuffie e una porta per il microfono (due caratteristiche rare a questo prezzo), mentre il vano batteria contiene lo slot della scheda SD. In alto c’è un nuovo interruttore fisico per l’alimentazione insieme a un pulsante di commutazione della modalità, un pulsante di registrazione e un pulsante di sfocatura dello sfondo. E mentre Sony ha mantenuto l’interruttore dello zoom per l’uso con l’obiettivo staccabile con zoom motorizzato 16-50mm f/3.5-5.6, ha anche aggiunto una ghiera superiore per la regolazione dell’apertura o della velocità dell’otturatore.

Lo ZV-E10 ha una porta USB-C per la ricarica e il trasferimento dei dati.

L’interruttore di alimentazione ha un ottimo clic.

Tutti i controlli sul retro della fotocamera sono sul lato destro.

Proprio come lo ZV-1, lo ZV-E10 non ha un mirino elettronico (EVF), e sebbene lo schermo articolato da tre pollici sia molto luminoso, anche alla luce diretta del sole, l’uso di un EVF è molto più coinvolgente quando si scattano foto e video per me. Tuttavia, in una fotocamera da vlogging, posso capire perché un mirino elettronico sarebbe il primo nell’elenco delle funzionalità da tagliare. Questa fotocamera è progettata per poter filmare se stessi, prima di tutto, con facilità.

Non c’è nemmeno un filtro ND integrato. I filtri ND integrati sono una delle poche caratteristiche delle videocamere cinematografiche che mi mancano continuamente quando utilizzo DSLR e sistemi mirrorless. Non c’è niente di conveniente nel dover avvitare e svitare pezzi di vetro sugli obiettivi durante le riprese in esterni, ed è esasperante che il predecessore della ZV-E10, la ZV-1, avesse questa caratteristica, ma questa fotocamera no. Il vantaggio è che l’E10 ha un sistema di obiettivi con innesto E intercambiabile e possiedo già filtri ND per tutti i miei obiettivi con innesto E.

L’altro inconveniente dell’hardware di questa fotocamera è la mancanza di stabilizzazione ottica nel corpo. Invece, lo ZV-E10 utilizza la stabilizzazione elettronica che non è molto efficace nel stabilizzare le riprese a mano libera. Sarà necessario un gimbal per ottenere scatti fluidi.

Foto scattate con la ZV-E10 con l’obiettivo 16-50 mm f/3.5-5.6

Lo ZV-E10 può scattare foto da 24,2 megapixel e, se abbinato all’obiettivo del kit da 16-50 mm, le foto sono nitide in buona luce. Tuttavia, in condizioni di scarsa illuminazione, e specialmente quando spinti oltre 8000ISO (è vero, è molto alto), le foto assumono molta grana e levigatezza. Questo è lo stesso sensore che Sony ha utilizzato nella sua gamma A6000 per molto tempo e, sebbene sia utile per un’acquisizione rapida, sarà necessario un obiettivo più veloce e più costoso per situazioni di scarsa illuminazione.

Tutti i filmati di esempio sono stati girati con il Sony 16-50mm f/3.5-5.6

C’era solo un modo per testare questa videocamera per vlogging: creare un vlog. Ho portato questa fotocamera per un giorno a Brooklyn per mettere alla prova la stabilizzazione della fotocamera, la modalità di sfocatura e il microfono. Sintonizzati sul mio video qui sopra per i campioni video.

La ZV-E10 può registrare fino a 4k 30 fps, con ritaglio, o 4k 24 fps, senza ritaglio. Ero molto ansioso di testare la stabilizzazione elettronica SteadyShot. E poiché stavo usando l’obiettivo del kit da 16-50 mm, avevo anche la stabilizzazione “attiva” più efficace che utilizza la stabilizzazione ottica integrata nell’obiettivo ma, sfortunatamente, ritaglia una parte maggiore dell’immagine. Sebbene il video sia sicuramente più fluido a questi livelli di stabilizzazione, c’è un po’ di jitter che è più evidente nei dettagli più fini, come le foglie degli alberi o i mattoni. Sintonizzati su 01:16 per confronti affiancati di SteadyShot Standard, che utilizza la stabilizzazione elettronica, e SteadyShot Active, che utilizza sia la stabilizzazione elettronica che la stabilizzazione ottica nell’obiettivo.

Lo schermo da 3 pollici completamente articolato è luminoso, anche alla luce diretta del sole.

Nel complesso, la qualità video a 4k 24 fps è incisiva, nitida e offre molto controllo sulla profondità di campo per giustificare l’utilizzo su un telefono. Ma in condizioni di scarsa illuminazione, l’obiettivo del kit fa fatica. E una volta che si spinge la fotocamera oltre i 6400ISO, l’immagine inizia a riempirsi di grana. Ho dovuto girare la maggior parte della seconda metà di questo vlog a 10000ISO, il che ha reso la caccia all’autofocus, l’immagine sottoesposta e nel complesso ha presentato un video molto pixelato.

Sono rimasto deluso anche dalla qualità del microfono e dal pulsante di sfocatura dello sfondo. Non sorprende che il microfono funzioni molto bene quando si parla da dietro la telecamera, dove la mia bocca era molto più vicina all’unità di ripresa, ma da davanti alla telecamera la qualità audio era molto meno impressionante. Sebbene sia improbabile che l’audio dei microfoni integrati suoni bene come con un microfono shotgun integrato, come il mio Rode VideoMicro da $ 60 con cui di solito faccio vlog, la mia voce suona ancora più lontana e più elaborata del previsto. E sebbene il trucco della modalità di sfocatura dello sfondo di aprire il più possibile l’apertura dell’obiettivo per ottenere la profondità di campo più ridotta sia ottimo per i principianti, non penso che sia abbastanza prezioso da dedicare un intero pulsante. Fortunatamente, puoi cambiarlo: ho programmato questo pulsante per attivare invece le modalità di messa a fuoco.

Lo ZV-e10 è dotato di un parabrezza sfocato per migliorare la qualità audio in condizioni di vento.

La libertà di scambiare gli obiettivi su una fotocamera può essere un’immersione spaventosa in un territorio sconosciuto e costoso, ma offre anche a questa fotocamera una maggiore flessibilità nel tempo. Un obiettivo nuovo o diverso è un modo semplice per aggiungere valore a qualsiasi sistema fotografico. E mentre un buon obiettivo alla fine può essere gravato dal sensore su cui sta proiettando la luce, mantiene un valore nel tempo e può essere utilizzato con le fotocamere più recenti in futuro.

Per un vlogger che cerca di fare il passo successivo nella qualità dell’immagine e nel controllo creativo su ciò che un telefono può fornire, lo ZV-E10 è facile da usare e adatto ai principianti, fornendo allo stesso tempo modi semplici per migliorare il tuo gioco. Le sue capacità in condizioni di scarsa illuminazione potrebbero essere migliori, ma il suo prezzo di $ 800 la rende un’ottima fotocamera da cui imparare senza fare il salto completo in sistemi più costosi e più difficili da usare.

Fotografia di Becca Farsace / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *