Pandora Papers: la Russia respinge le perdite che coinvolgono Putin | Notizie di Vladimir Putin


Le rivelazioni che accusano il presidente russo, che non è nominato direttamente ma collegato tramite associati, sono “infondate”, afferma il Cremlino.

La Russia ha respinto le rivelazioni trapelate sui Pandora Papers come “affermazioni infondate” dopo che un’indagine di un consorzio dei media ha fatto luce sulla ricchezza presumibilmente accumulata da individui legati al Cremlino.

L’indagine Pandora Papers, che coinvolge circa 600 giornalisti di media tra cui The Washington Post, BBC e The Guardian, si basa su una fuga di 11,9 milioni di documenti provenienti da 14 società di servizi finanziari in tutto il mondo.

I file sono trapelati all’International Consortium of Investigative Journalists (ICIJ) e pubblicati domenica.

Putin non viene nominato direttamente, ma è collegato tramite soci a beni segreti a Monaco, in particolare una casa sul lungomare acquistata da una donna russa che si dice abbia avuto un figlio con il leader russo.

Ma lunedì il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha definito le perdite come “solo una serie di affermazioni in gran parte prive di fondamento”.

“Non abbiamo visto nulla sulla ricchezza nascosta all’interno della cerchia ristretta di Putin”, ha detto Peskov, aggiungendo che non era chiaro “come ci si possa fidare di queste informazioni”.

Le indiscrezioni rivelano che la proprietà da 4 milioni di dollari di Monaco è stata acquistata attraverso una società offshore verso la fine del 2003 per la donna – originaria della città natale di Putin, San Pietroburgo – che in precedenza avrebbe avuto una relazione con Putin.

“Se ci sono pubblicazioni serie, che si basano su qualcosa di concreto e fanno riferimento a qualcosa di specifico, allora le leggeremo con interesse”, ha detto Peskov.

L’agenzia investigativa russa Proekt ha riferito nel novembre dello scorso anno che la donna, Svetlana Krivonogikh, a un certo punto aveva lavorato come donna delle pulizie ed era la madre del figlio di Putin.

L’acquisto della proprietà è andato avanti poco dopo il parto di Krivonogikh, secondo le indiscrezioni.

Il consorzio dei media ha affermato che Krivonogikh non ha risposto alle richieste di commento.

Proekt l’anno scorso ha descritto Krivonogikh come un milionario sfuggente che vive nell’ex capitale imperiale della Russia ed è il destinatario di costosi doni da individui collegati al Cremlino.

Ha detto che l’analisi del riconoscimento facciale delle fotografie ottenute dai loro giornalisti ha mostrato che la figlia di Krivonogikh ha una stretta somiglianza con Putin.

Lo sbocco investigativo è stato dichiarato all’inizio di quest’anno “organizzazione indesiderabile” dalle autorità come parte di una più ampia repressione delle voci dissidenti, vietando il suo lavoro in Russia sotto la minaccia del carcere.

Le fughe di notizie su Pandora hanno anche rivelato che il capo di una rete televisiva statale, Konstantin Ernst – che ha supervisionato le cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi invernali del 2014 – ha ricevuto una partecipazione in un affare immobiliare di Mosca da un miliardo di dollari.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *