Corea del Nord e Corea del Sud ripristinano la hotline dopo i test di Pyongyang | Notizie di politica


Seoul afferma che spera che la mossa sia una “fondazione” per ricostruire i legami testati da una recente serie di lanci missilistici.

La Corea del Nord e della Corea del Sud hanno ripristinato la loro hotline transfrontaliera, ha detto lunedì il governo di Seoul, con i funzionari che si scambiano la prima telefonata da agosto.

La mossa arriva pochi giorni dopo che Pyongyang ha suscitato preoccupazione a livello internazionale con una serie di test missilistici nell’arco di poche settimane, provocando una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Il ministero dell’Unificazione di Seoul ha confermato che i funzionari delle due Coree si sono scambiati la prima telefonata da agosto lunedì mattina.

“Con il ripristino della linea di comunicazione Sud-Nord, il governo valuta che sia stata fornita una base per il recupero delle relazioni intercoreane”, ha affermato il ministero in una nota.

“Il governo spera… di riprendere rapidamente il dialogo e avviare discussioni pratiche per il recupero delle relazioni intercoreane”, ha aggiunto.

Lunedì, i media statali nordcoreani hanno riferito che la linea sarebbe stata ripristinata alle 9:00 (00:00 GMT).

KCNA ha affermato che il leader Kim Jong Un “ha espresso l’intenzione di ripristinare le linee di comunicazione nord-sud interrotte” nel tentativo di stabilire una “pace duratura” nella penisola coreana.

A Washington, un portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha affermato di sostenere fortemente la cooperazione intercoreana, definendo le linee ricollegate “una componente importante nella creazione di un ambiente più stabile nella penisola coreana”.

Pyongyang ha fatto esplodere l’ufficio di collegamento congiunto dei due paesi nella città di Kaesong, e poi ha interrotto unilateralmente tutti i collegamenti ufficiali di comunicazione militare e politica perché ha affermato che Seoul non stava facendo abbastanza per impedire agli attivisti di inviare volantini anti-Pyongyang oltre il confine.

Le due parti hanno dichiarato il 27 luglio di quest’anno che tutte le linee sono state ripristinate, ma due settimane dopo Pyongyang ha nuovamente smesso di rispondere alle chiamate.

Il mese scorso, Pyongyang ha effettuato una serie di test missilistici tra cui un’arma ipersonica e un missile da crociera con capacità nucleari.

La Corea del Sud ha anche testato un missile balistico lanciato da un sottomarino (SLBM).

Kim e Moon Jae-in, il presidente della Corea del Sud, hanno tenuto una serie di vertici nel 2018, ma non sono riusciti a ottenere alcun risultato significativo.

I colloqui internazionali volti a smantellare i programmi nucleari e balistici di Pyongyang sono falliti l’anno successivo a causa delle richieste di Pyongyang per il sollievo dalle sanzioni.

Il ministro per l’Unificazione Lee In-young, che è a Berlino per una visita europea, ha detto domenica ai giornalisti nella capitale tedesca che la Corea del Sud spingerà per colloqui ad alto livello con la Corea del Nord entro la fine di quest’anno, secondo South L’agenzia di stampa coreana Yonhap.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *