Vai a leggere questa storia sui genitori che combattono per fermare gli affari di droga su Snapchat

NBC ha una storia eccellente che dà un’occhiata alla tendenza dei giovani adulti che tentano di acquistare farmaci da prescrizione o ricreativi dai rivenditori su Snapchat e finiscono invece con il fentanyl. Il rapporto racconta la storia dal punto di vista di diversi genitori che hanno perso figli e che sospettano di aver acquistato le pillole utilizzando la popolare app di chat. Riguarda anche il modo in cui Snapchat sta cercando di affrontare il problema e le difficoltà che derivano da tale moderazione, sia per i genitori che per le forze dell’ordine.

Alcuni genitori sospettano che i loro figli stessero cercando di ottenere antidolorifici per affrontare vari dolori che non venivano affrontati da medici o dentisti, mentre alcuni dicono che i loro figli stavano cercando di sfuggire a un mondo di turbolenze emotive. In almeno un caso, un genitore sospetta che Snapchat abbia facilitato un accordo con uno spacciatore che potrebbe vivere solo a pochi isolati di distanza.

Niente di tutto ciò vuol dire che Snapchat è fuori dai guai. Una madre racconta di come il sospetto spacciatore stia ancora pubblicizzando pillole a distanza di mesi. Un altro genitore afferma che Snap ha impiegato cinque mesi per fornire informazioni alle forze dell’ordine su un sospetto spacciatore, che alla fine è stato arrestato. Snap ha detto alla NBC che collabora con la DEA per capire come dovrebbe scansionare in modo proattivo i contenuti relativi alla droga e che elimina gli account che sospetta appartengano a spacciatori. Come sottolinea la NBC, però, non è difficile crearne uno nuovo.

La storia solleva interrogativi su come moderare in modo efficace argomenti relativi all’uso di droghe e il ruolo di Snapchat in la diffusione a macchia d’olio del fentanyl. Per questo, è vale la pena leggerlo.

Divulgazione: Comcast, che possiede NBCUniversal, è anche un investitore in Vox Media, Il Vergesocietà madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *