Il governo del Regno Unito autorizza l’esercito a iniziare le consegne di benzina da lunedì | Notizie su petrolio e gas


Quasi 200 militari, tra cui 100 autisti, saranno schierati per distribuire carburante, ha detto il governo in una dichiarazione venerdì sera.

Di Bloomberg

L’esercito britannico inizierà a fornire carburante ai piazzali in tutto il paese a partire da lunedì, mentre il governo fa il suo intervento più drastico per cercare di risolvere una crisi che ha attanagliato la nazione.

Quasi 200 militari, tra cui 100 autisti, saranno schierati per distribuire carburante, ha detto il governo in una dichiarazione venerdì sera. Sta inoltre introducendo un programma per consentire a 300 conducenti di navi cisterna stranieri di entrare nel Paese fino alla fine di marzo.

La decisione arriva mentre il primo ministro Boris Johnson intende rassicurare i suoi seguaci alla conferenza annuale del partito conservatore che il governo ha la situazione sotto controllo. Secondo la Petrol Retailers Association, ci vorranno settimane prima che l’offerta torni alla normalità, mentre la fiducia delle imprese è crollata a settembre in parte a causa della crisi del carburante.

Il governo ha affermato che alle pompe viene consegnato più carburante di quello che viene venduto e ha ripetuto che non c’è carenza nazionale.

“Se le persone continuano a tornare ai loro normali modelli di acquisto, vedremo code più piccole e impediremo la chiusura delle stazioni di servizio”, ha affermato Steve Barclay, cancelliere del ducato di Lancaster.

E nel tentativo di affrontare un problema più ampio con l’approvvigionamento alimentare e la potenziale carenza di tacchini natalizi, il governo ha anche affermato che 4.700 autisti di trasporti alimentari dall’estero otterranno i visti fino alla fine di febbraio e 5.500 lavoratori del pollame potranno rimanere fino alla fine di febbraio. fine anno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *