Il FM israeliano Lapid inaugura l’ambasciata in visita in Bahrain | Notizia


Lapid in visita in Bahrain un anno dopo una normalizzazione dei legami tra i due paesi mediata dagli Stati Uniti.

Il massimo diplomatico israeliano Yair Lapid ha segnato la sua visita in Bahrain aprendo un’ambasciata a Manama, un anno dopo una normalizzazione dei legami tra i due paesi mediata dagli Stati Uniti.

“Abbiamo ufficialmente aperto l’ambasciata israeliana in Bahrain”, ha twittato Lapid. “Abbiamo concordato che entro la fine dell’anno ci sarà l’apertura dell’ambasciata del Bahrein in Israele”.

Giovedì, Lapid è atterrato all’aeroporto di Manama poco più di un’ora prima che un volo Gulf Air prendesse il volo in direzione opposta all’aeroporto Ben Gurion, segnando il primo volo commerciale tra i due Paesi.

Atterrato a Manama su un aereo imbrattato con un dipinto di ramo d’ulivo, Lapid ha incontrato il re Hamad bin Isa Al Khalifa e il principe ereditario e il primo ministro Salman bin Hamad Al Khalifa.

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha forgiato accordi di normalizzazione chiamati “Accordi di Abrahamo” tra Israele, Emirati Arabi Uniti e Bahrain nel settembre 2020.

Sono stati raggiunti ulteriori accordi per includere il Marocco a dicembre e il Sudan a gennaio di quest’anno.

Lapid ha anche visitato il quartier generale in Bahrain della Quinta Flotta della Marina degli Stati Uniti, che ha affrontato le navi iraniane in mezzo alle tensioni sugli obiettivi regionali di Teheran.

Soluzione a due stati

Anche il ministro degli Esteri del Bahrain Abdullatif al-Zayani e Lapid hanno tenuto una conferenza stampa, durante la quale hanno firmato una serie di MoU che vanno dalla cooperazione nella conservazione ambientale allo sport.

“La vostra visita si basa sui considerevoli progressi che abbiamo già fatto… e sottolinea ancora una volta il nostro desiderio condiviso di diffondere pace, stabilità e cooperazione in tutto il Medio Oriente e raggiungere una sicurezza e una prosperità vere e durature per i suoi popoli”, ha affermato al-Zayani.

Il Bahrein ha riaffermato il suo impegno per la soluzione dei due Stati al conflitto israelo-palestinese, ha aggiunto.

Lapid ha affermato di essere anche lui “un devoto sostenitore della soluzione dei due Stati”, ma ha sottolineato di non parlare a nome del governo.

“Penso che sia la soluzione giusta anche per il popolo di Israele e per i palestinesi. Non tutti nel nostro governo la pensano allo stesso modo”, ha detto.

Gli accordi sono stati denunciati dai palestinesi come l’abbandono di una posizione unificata in base alla quale gli stati arabi avrebbero fatto pace solo se Israele avesse rinunciato alla terra occupata.

A Gaza, il portavoce di Hamas Hazem Qassem ha affermato che la visita rappresenta “un incoraggiamento” per quelli che ha descritto come “crimini israeliani contro il nostro popolo”.

Il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid, il viceammiraglio della Marina degli Stati Uniti Brad Cooper e il ministro degli Esteri del Bahrain Abdullatif al-Zayani, visitano la base della 5a flotta statunitense in Bahrain, 30 settembre 2021 [Israel Ministry of Foreign Affairs/Handout via Reuters]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *