Il CEO di AMD, Lisa Su, minimizza il ruolo dell’azienda nel mining di criptovalute

Non riesci a ottenere una nuova scheda grafica per il tuo PC? Potresti essere tentato di incolpare bot, scalper o minatori di criptovaluta per questo, ma il CEO di AMD Lisa Su sta minimizzando l’impatto delle criptovalute al Conferenza sul codice 2021 oggi. Alla domanda su quanto sia importante la crittografia per il produttore di chip, ha detto al pubblico che è una parte piuttosto piccola del business di AMD, lo ha definito “uno spazio piuttosto volatile” e ha suggerito che non dovrebbe essere un obiettivo per AMD in futuro o.

Non è una posizione particolarmente sorprendente per diversi motivi. Innanzitutto, il vantaggio che c’è stato per i produttori di GPU come AMD e Nvidia si è drasticamente ridotto: i prezzi delle GPU sono diminuiti lentamente durante la repressione cinese delle criptovalute, che si è rafforzata solo la scorsa settimana quando la banca centrale cinese ha ufficialmente vietato del tutto le transazioni di criptovaluta. Ci sono state segnalazioni di vendite di massa di GPU dalle regioni minerarie da mesi, anche se i prezzi sono ancora piuttosto alti.

In secondo luogo, se dovesse dire pubblicamente che supporta AMD nella caccia alle vendite di criptovalute, potrebbe essere un aspetto davvero impopolare quando si tratta del pubblico iper-vocale di giocatori di AMD che credono che ogni vendita a un minatore di criptovalute sia una vendita a loro spese – e che guidano anche gli acquisti di CPU desktop e schede madri per AMD.

Su ha chiarito molto nella sua risposta alla Code Conference che i giocatori sono al primo posto: “Stiamo facendo del nostro meglio per offrire più prodotti ai giocatori; Ricevo così tanti ‘Cara Lisa, puoi aiutarmi a prendere una carta da gioco?’” ha detto. AMD ha già preso qualche critica dai giocatori quando ha rivelato non bloccherebbe i carichi di lavoro di mining con le sue nuove GPU, a differenza di Nvidia. “Alla fine della giornata stiamo costruendo per una sorta di applicazioni consumer, ed è qui che si concentra l’attenzione.”

Ma terzo, AMD potrebbe non avere una fornitura sufficiente di GPU per tentare i minatori per cominciare. Anche se non sappiamo quante GPU di ultima generazione l’azienda ha effettivamente spedito, ci sono molti segni che l’azienda ne abbia vendute poche preziose rispetto alla sua rivale Nvidia.

È molto più raro vedere una GPU AMD in stock, ce ne sono molte meno che passano di mano su siti come eBay e nemmeno una GPU AMD è entrata Sondaggio sull’hardware di Steam, che fornisce uno sguardo approssimativo su quanti di loro sono finiti nelle mani dei giocatori PC. Oltre il 6% dei PC da gioco inclusi nel sondaggio ha una delle GPU Nvidia serie 3000, ma non c’è una singola GPU AMD recente nell’elenco, il che suggerisce che nessuno di loro ha accumulato più di una quota dello 0,15% dei giocatori Steam . Quando Su afferma che le criptovalute “non sono una parte importante del nostro business”, è possibile che significhi anche che le nuove GPU desktop non sono una parte importante del business di AMD. Su ha detto a maggio che AMD doveva dare la priorità ad alcuni componenti rispetto ad altri, anche se non ha menzionato specificamente le GPU.

Parlando di carenza, Su ha anche affrontato sul palco la carenza globale di chip in corso, ribadendo che le forniture saranno “strette” quest’anno e “probabilmente limitate” nella prima metà del prossimo anno, ma che “migliorerà nel 2022” come produzione aggiuntiva. la capacità è in linea. “Andrà meglio l’anno prossimo, non immediatamente, ma migliorerà gradualmente man mano che cresceranno le piante”, ha detto ai partecipanti alla Code Conference.

Segnalazione aggiuntiva di Dieter Bohn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *