Göteborg: esplosione e incendio senza “nessuna spiegazione naturale” in Svezia, 16 feriti, mentre la polizia cerca indizi



L’esplosione è avvenuta alle 4:45 ora locale, secondo la polizia svedese che sta indagando sulla causa dell’esplosione.

“I vigili del fuoco hanno confermato che non c’è gas in quell’edificio, quindi per il momento abbiamo escluso una fuga di gas”, ha detto Stefan Gustafsson, portavoce della polizia regionale occidentale della Svezia.

“Non esiste una spiegazione naturale per l’esplosione”, ha detto Gustafsson.

In totale, 16 persone sono state ricoverate in ospedale, con la possibilità che “più persone verranno portate dentro, non lo sappiamo ancora”, ha detto alla CNN un addetto stampa dell’ospedale universitario Sahlgrenska di Göteborg.

Cerca prove

L’incendio è stato messo sotto controllo e i tecnici della criminalità stanno ora ispezionando la scena alla ricerca di prove, ha detto la polizia svedese alla CNN.

Il portavoce della polizia Thomas Fuxborg, che si trova sul luogo dell’incidente, ha detto ai giornalisti che “probabilmente” qualcosa era stato collocato nel complesso di appartamenti.

Negli ultimi anni, la violenza delle bande è in aumento in Svezia, con ordigni esplosivi fatti in casa e armi precedentemente utilizzate da bande rivali per risolvere le controversie.

Il primo ministro svedese Stefan Lofven ha detto che era troppo presto per dire esattamente cosa fosse successo a Göteborg, ma l’intera società svedese avrebbe risposto se i criminali fossero dietro l’esplosione.

“Come società faremo tutto il possibile per combattere il crimine delle bande”, ha detto in una conferenza stampa. “Le persone dovrebbero potersi sentire al sicuro”.

La Svezia ha uno dei tassi più alti di omicidi armati in Europa a causa del costante aumento delle attività violente da parte di bande organizzate. Nel 2019, secondo i dati del consiglio nazionale svedese per la prevenzione della criminalità, nel paese nordico sono stati segnalati 257 attacchi con esplosivi.

Il quotidiano svedese Aftonbladet ha riferito che uno dei residenti nel condominio in cui è avvenuta l’esplosione era coinvolto in un programma di protezione dei testimoni, ma gli agenti di polizia con cui ha parlato la CNN non hanno voluto commentare l’affermazione.

“Non possiamo dire nulla su chi viveva nell’edificio mentre l’indagine è in corso, è contro la legge”, ha detto Gustafsson.

Segnalazioni aggiuntive da Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *