Activision Blizzard raggiunge un accordo da 18 milioni di dollari con l’EEOC degli Stati Uniti

La US Equal Employment Opportunity Commission (EEOC) e Activision Blizzard hanno risolto una causa sulle presunte molestie sessuali e discriminazioni pervasive della società di giochi. La notizia segue una causa EEOC depositato lunedì al tribunale della California che si basava su un’indagine di tre anni che includeva la collaborazione dell’editore dei giochi. Come parte dell’accordo, Activision Blizzard creerà un fondo da 18 milioni di dollari per risarcire i dipendenti che richiedono danni.

Il giornale di Wall Street segnalato la scorsa settimana Activision Blizzard era in trattative per un accordo con l’EEOC e l’azienda detto in una dichiarazione che era “attivamente impegnato in continue discussioni con l’EEOC”. Nella sua denuncia, l’EEOC afferma di aver notificato alla società i suoi risultati il ​​15 giugno dopo aver avviato un’indagine nel settembre del 2018, quindi impegnato in “ampie discussioni di conciliazione” con Activision Blizzard. Oltre a stabilire il fondo per la restituzione, la società si impegna a cessare qualsiasi pratica discriminatoria (una posizione a cui Activision Blizzard si è impegnata in precedenti dichiarazioni), a incaricare un consulente per garantire la conformità, aggiornare i propri processi di formazione e revisione delle prestazioni per prevenire futuri reati e sottoporre a futuri audit EEOC.

“Continueremo a essere vigili nel nostro impegno per l’eliminazione di molestie e discriminazioni sul posto di lavoro. Ringraziamo l’EEOC per il suo impegno costruttivo mentre lavoriamo per adempiere ai nostri impegni per sradicare la condotta inappropriata sul posto di lavoro”, ha affermato Bobby Kotick, CEO di Activision Blizzard. in una dichiarazione sull’accordo. Tutti i fondi non reclamati andranno a organizzazioni senza scopo di lucro che si concentrano sul “promuovere le donne nei settori dei videogiochi e della tecnologia” o promuovere la consapevolezza della qualità di genere, o verso futuri investimenti in diversità e inclusione.

La denuncia EEOC è stata una delle numerose battaglie legali per Activision Blizzard, che era stata precedentemente citata in giudizio dal California Department of Fair Employment and Housing, gli investitori della societàe la campagna per organizzare i dipendenti digitali. Il rivista ha anche riferito che la Securities and Exchange Commission sta indagando sulla società.

Le cause legali – così come le storie dei dipendenti di Activision Blizzard – dipingono un’immagine di un’azienda con un’atmosfera da “confraternita” in cui le dipendenti donne sono state molestate verbalmente e fisicamente senza conseguenze. Diversi dirigenti, tra cui il presidente di Blizzard J. Allen Brack, hanno lasciato l’azienda sulla scia delle rivelazioni e l’azienda ha aggiornato gli elementi dei suoi giochi Overwatch e World of Warcraft rimuovere i riferimenti ai dipendenti accusati di molestie o altri comportamenti offensivi.

Aggiornamento 19:45 ET: Aggiornato con la notizia dell’accordo tra Activision Blizzard e EEOC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *