Facebook sta “mettendo in pausa” il lavoro sull’app per bambini di Instagram dopo le critiche diffuse

Instagram afferma che sta “mettendo in pausa” lo sviluppo di ciò che è stato soprannominato “Instagram Kids”, una versione dell’app di condivisione di foto rivolta ai bambini sotto i 13 anni. Il capo di Instagram Adam Mosseri ha annunciato la notizia in un post sul blog oggi, affermando che la società di proprietà di Facebook continuerà a lavorare su esperienze supervisionate dai genitori per gli utenti più giovani.

In un post sul blog e una serie di tweet di accompagnamento, Mosseri incolpa i media e i critici di aver frainteso lo scopo dell’app. “Non è mai stato pensato per i bambini più piccoli, ma per le preadolescenti (di età compresa tra 10 e 12 anni)”, scrive. In un separato tweet, aggiunge che la notizia del progetto “è trapelata molto prima che sapessimo cosa sarebbe stato. La gente temeva il peggio ea quel punto avevamo poche risposte. È chiaro che dobbiamo dedicare più tempo a questo.”

La sospensione dello sviluppo dell’app viene dopo Il giornale di Wall Street pubblicato come serie di rapporti dannosi su Facebook la scorsa settimana. Queste inclusa una storia rivelando come la ricerca interna di Instagram suggerisse che l’app peggiorasse i problemi del corpo delle ragazze adolescenti. Facebook afferma che questi rapporti hanno caratterizzato erroneamente gli studi dell’azienda, ma finora si è rifiutata di rilasciare i suoi dati in prima persona affinché i critici e i sostenitori possano analizzarli.

Nel suo post sul blog, Mosseri osserva che il WSJIl report di “ha sollevato molte domande per le persone” e afferma che tali critiche hanno portato Instagram a introdurre una serie di funzionalità anti-bullismo, nonché a “esplorare” funzionalità che potrebbero incoraggiare i lettori a prendersi una pausa dall’app. (Parti del WSJ’s rapporti che Instagram e Mosseri hanno ignorato includono i ricercatori dell’azienda che notano che gli utenti spesso si sentono “dipendenti” dall’app.)

Lo sviluppo di una versione di Instagram rivolta agli utenti più giovani è stato ampiamente criticato da un certo numero di gruppi. Facebook ha risposto a questa critica dicendo che i giovani erano già attivi online ed era meglio che la loro esperienza fosse supervisionata. La società ha anche affermato che non mostrerà pubblicità sulla nuova app. Tuttavia, i critici non erano convinti.

“Facebook afferma che la creazione di un Instagram per i bambini li aiuterà a tenerli al sicuro sulla piattaforma”, Kathryn Montgomery, senior strategist presso il Center for Digital Democracy, detto notizie della BBC in Aprile. “Il vero obiettivo dell’azienda è espandere il suo redditizio e redditizio franchise Instagram a un pubblico ancora più giovane, introducendo i bambini in un potente ambiente di social media commercializzato che rappresenta una seria minaccia per la loro privacy, salute e benessere.

Mosseri nota su Twitter che i critici vedranno Instagram sospendere lo sviluppo dell’app per bambini “come una concessione che il progetto è una cattiva idea”. È irremovibile che questo non sia corretto, aggiungendo: “Devo credere che i genitori preferirebbero l’opzione per i loro figli di utilizzare una versione di Instagram adatta all’età – che dia loro la supervisione – piuttosto che l’alternativa. Ma non sono qui per minimizzare le loro preoccupazioni, dobbiamo farlo bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *