Taekwondo: porre fine al matrimonio infantile in Zimbabwe, un calcio alla volta | I diritti dei bambini


Epworth, Zimbabwe – Cresciuta a Epworth, un sobborgo densamente popolato a sud-est della capitale dello Zimbabwe, Harare, la diciassettenne Lisa Nyambupu vedeva molti dei suoi amici sposarsi in giovane età.

Era un futuro che si aspettava anche per se stessa, fino a quando non ha calpestato per la prima volta un tappetino da taekwondo.

“Ho sempre pensato che non ci fosse niente di sbagliato nello sposarsi presto”, ha detto Nyambupu, che nel 2019 ha deciso di partecipare a un corso di taekwondo offerto da un’altra ragazza della sua età, Natsiraishe Maritsa. “È stato in questo forum che ho appreso che in realtà è una cattiva pratica che non deve essere incoraggiata”.

Non si è mai voltata indietro.

“Il Taekwondo mi dà speranza”, ha detto Nyambupu, che gareggia nella classe di peso 45-50 kg. “Imparo la disciplina, l’autodifesa e l’arte mi spinge a lottare nella vita.”

Lisa Nyambupu: “Spero che il taekwondo mi cambierà la vita” [Farai Matiashe/Al Jazeera]

Nata in una famiglia di cinque persone, Nyambupu ha affermato che la mancanza di sostegno finanziario l’ha costretta a lasciare la scuola all’età di 13 anni dopo la morte di suo padre.

“Era il capofamiglia e mia madre non poteva pagare le mie tasse scolastiche”, ha detto.

Un 2019 rapporto dal Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) sullo Zimbabwe ha affermato che coloro che abbandonano la scuola e quelli provenienti da famiglie povere hanno maggiori probabilità di sposarsi prima di raggiungere i 18 anni – l’età legale per il matrimonio nel paese – rispetto a coloro che continuano gli studi superiori.

*Nyasha Tomeni, 43 anni, ricorda ancora l’abuso emotivo che ha subito per mano dei suoceri quando si è sposata a 17 anni.

“Quando i miei genitori hanno scoperto che ero incinta, mi hanno costretta a fuggire. I miei suoceri non volevano che sposassi il loro figlio. Non potevano darmi da mangiare e mi chiamavano con nomi dispregiativi”, ha detto Tomeni.

“Dimostrando loro che si sbagliano”

Un altro rapporto pubblicato dall’UNICEF nel 2019 disse che circa una su tre (34%) delle donne tra i 20 e i 24 anni si è sposata o si è unita prima dei 18 anni.

Gli attivisti per i diritti dell’infanzia hanno avvertito che i casi di matrimoni precoci sono aumentati a causa della pandemia di coronavirus, che ha spinto più famiglie nella povertà e ha tenuto le ragazze fuori dalla scuola per un periodo più lungo.

In un rapporto l’anno scorso, l’organizzazione benefica internazionale Save the Children ha affermato che circa 500.000 ragazze in più rischiano di essere costrette a matrimoni precoci in tutto il mondo, a causa degli effetti economici del COVID-19.

Ciò ha segnato un aumento del 4% su base annua, invertendo i progressi compiuti per ridurre i matrimoni precoci negli ultimi 25 anni.

È stata la diffusa diffusione della pratica che ha spinto l’asso del taekwondo Maritsa a lanciare nel 2018 l’iniziativa Vulnerable Underaged People’s Auditorium. Da allora, l’adolescente ha formato decine di ragazze e sopravvissute ai matrimoni precoci

“La maggior parte dei miei amici si è sposata prima dei 18 anni. Il futuro di queste ragazze è stato derubato mentre stavo guardando”, ha detto. “Alcuni sono stati sposati dai loro genitori e tutori. Voglio cambiare questo”, ha aggiunto.

“Certo, ci si dovrebbe sposare dopo 18 anni”, ha continuato Maritsa, la terza nata in una famiglia di cinque ragazze. “Ma anche dopo aver raggiunto l’età legale, non c’è bisogno di affrettarsi. Ciò che è importante per le ragazze per realizzare i loro sogni, come avere una fonte sostenibile di generazione di reddito”.

Ispirata da suo padre Richard Maritsa, che praticava il kyokushin, un’arte marziale a pieno contatto, l’adolescente si è addentrata nel mondo delle arti marziali all’età di cinque anni. Successivamente, si è concentrata sul taekwondo e ha continuato a competere in tornei nazionali, vincendo numerosi riconoscimenti.

“Il Taekwondo è dominato dagli uomini. Molte persone credono che le ragazze non possano sopravvivere al dolore del taekwondo. Stiamo dimostrando che si sbagliano”, ha detto.

“Le leggi ci stanno deludendo”

La costituzione dello Zimbabwe del 2013 proibisce il matrimonio a ragazzi e ragazze di età inferiore ai 18 anni, ma le leggi sul matrimonio del paese non lo rispettano, con il risultato che lo Zimbabwe non ha una legislazione che vieti esplicitamente i matrimoni precoci.

Nonostante la corte costituzionale abbia bandito una sezione del Marriage Act nel 2016 che permetteva agli adolescenti di sposarsi prima del loro 18° compleanno, la pratica rimane diffusa.

Un emendamento alla legge sul matrimonio introdotto nel 2017 cerca di allineare le incongruenze nell’attuale legislazione sul matrimonio alla costituzione.

Fadzai Ruzive, un avvocato di Women and Law in Sud Africa, ha detto che stavano aspettando con impazienza che il disegno di legge fosse firmato in legge perché criminalizza chiaramente i matrimoni precoci.

“La Costituzione stabilisce che una persona può sposarsi all’età di 18 anni. La legge sul diritto penale (codificazione e riforma) stabilisce che a 16 anni una persona può acconsentire al sesso. La legge sul matrimonio fissa l’età del matrimonio a 16 anni. Quindi, quando abbiamo leggi che non sono in linea con la Costituzione, crea molti problemi. Le leggi ci stanno deludendo”, ha detto.

Da gennaio a febbraio 2021, quasi 5.000 adolescenti sono rimaste incinte mentre più di 1.000 si sono sposate prima del loro 18° compleanno, i media locali segnalato, citando un nuovo rapporto del governo che ha evidenziato che le cifre potrebbero essere più alte poiché la maggior parte dei casi non viene segnalata.

Affrontare la responsabilità

Kimberly Mupambawatyi sogna di fare carriera nel taekwondo [Farai Matiashe/Al Jazeera]

Kimberly Mupambawatyi, che fa parte della classe di taekwondo di Maritsa dal 2020, ha affermato che gli autori di matrimoni precoci, inclusi genitori e tutori legali, dovrebbero affrontare conseguenze legali.

“La maggior parte di noi ragazze si sposa presto per sfuggire alla povertà. Ma ho capito che la povertà può ancora seguirti a casa di tuo marito. Per noi è importante realizzare prima i nostri sogni”, ha detto il 13enne.

Chiamando preoccupante il numero di bambini sposati prima dei 18 anni, il ministro per gli affari femminili dello Zimbabwe, Sithembiso Nyoni, ha affermato che l’allineamento delle leggi sul matrimonio del paese alla costituzione e tra loro consentirà alla polizia e alla magistratura di condannare i matrimoni precoci e coloro che facilitano la matrimonio dei figli responsabile.

“Il ministero continua a impegnarsi con le nostre controparti nel ministero della giustizia che amministrano il Marriage Act e sono anche attualmente dietro l’emanazione del Marriage Bill. Il processo legislativo non è così semplice come una questione semplice. La legge è dinamica e in continua evoluzione ed è necessario bilanciare gli interessi delle diverse parti interessate, in modo da elaborare un solido atto legislativo”, ha affermato.

Nell’agosto 2020, nel tentativo di impedire a molte ragazze di abbandonare la scuola e di affrontare la disuguaglianza di genere in classe, il governo ha reso illegale per le scuole espellere gli alunni rimasti incinti.

Tornato a Epworth, Nyambupu è tornato a un corso di taekwondo dopo l’allentamento delle restrizioni COVID-19 all’inizio di settembre. Ha detto che sperava di fare carriera nello sport.

“Spero che il taekwondo cambierà la mia vita. Sogno di viaggiare oltre i confini per partecipare a competizioni regionali e internazionali come le Olimpiadi.

“Per ora sposarmi è fuori dalla mia lista di cose da fare”.

Questa storia è stata pubblicata con il supporto di Media Monitoring Africa e UNICEF, come parte del lsu Beautiful Awards



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *