La Carolina del Nord è sconvolta dalla sorpresa per Clemson


Robert Griffin III, l’ex quarterback vincitore dell’Heisman Trophy al Baylor, ha definito l’attacco di Clemson “arcaico” sulla trasmissione ESPN – e Swinney non ha discusso.

“La critica è giustificata a causa di dove siamo in questo momento”, ha detto Swinney. “Questo è ciò che mostriamo, quindi con il modo in cui ci siamo esibiti, riceverai critiche e commenti e cose del genere e sai una cosa? Ehi, questo arriva con il territorio perché l’aspettativa e lo standard di Clemson e chi siamo, non lo stiamo soddisfacendo. È così semplice.”

Swinney aveva sperato che una difesa solida, che non avesse rinunciato a un touchdown fino a sabato, potesse portare Clemson fino a quando l’attacco non si fosse esaurito. Ma l’inutilità offensiva ha lasciato la difesa gassata mentre lo stato della Carolina del Nord (3-1) lo attraversava man mano che la partita andava avanti. Né è stato d’aiuto il fatto che due dei sostenitori difensivi di Clemson – il linebacker James Skalski (spalla) e il tackle difensivo Bryan Bresee (ginocchio) abbiano perso le spalline alla fine della partita. (Negli straordinari, il tailback della matricola di Clemson Will Shipley è stato aiutato nello spogliatoio con un apparente infortunio al ginocchio sinistro.)

In realtà, Clemson è stato fortunato solo a fare gli straordinari.

Il kicker della North Carolina State Christopher Dunn ha mancato due field goal nel finale – da 51 e 39 yard, quest’ultimo nell’ultima giocata regolamentare – che lo avrebbe vinto.

Quando il suo ultimo calcio è andato largo a sinistra, la linea laterale di Clemson è scoppiata, certi che avrebbero sfruttato al meglio un’altra possibilità. E quando Uiagalelei ha trovato Ross libero nella end zone per portare Clemson in vantaggio per 21-14, Swinney ha schiaffeggiato il suo quarterback sul casco mentre veniva a bordo campo per un lavoro ben fatto.

“Andiamo D”, gridò qualcuno a bordo campo. “Una fermata.”

Era qualcosa che non potevano gestire. Turner ha impiegato una presa difensiva per dare al Wolfpack la palla al 3. E al 3° e goal, il quarterback Devin Leary ha trovato il ricevitore di slot Thayer Thomas spalancato nella end zone dopo aver attraversato il traffico.

Swinney e altri allenatori hanno supplicato gli arbitri di lanciare una bandiera per interferenza offensiva, dicendo che si trattava di un gioco illegale. Ma le loro grida erano tiepide, forse perché anche a bordo campo dei visitatori non è passato inosservato che il gioco imitava quello con cui Clemson ha vinto un titolo nazionale quando una scelta ha liberato Hunter Renfrow per prendere il passaggio vincente.

Ma questo è stato quasi cinque anni fa, e sabato sera è stato uno dei tanti segni per Clemson di come le loro circostanze siano cambiate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *