Ottieni un aumento da questi grandi segreti britannici di Bake-Off


22. Una rivelazione più sorprendente è arrivata dalla terza stagione (o The Great British Baking Show: Gli inizi se stai guardando su Netflix) vincitore John Whaite, che ha subito un taglio nodoso alla mano dalla lama del suo robot da cucina e ha dovuto lasciare la tenda. Tuttavia, gli è stato permesso di tornare alla competizione la settimana successiva, e si è precipitato di nuovo per vincere tutto.

Ma il sapore della vittoria si è presto inasprito, ha ricordato John in un saggio del 2019 in il telegrafo, sette anni dopo essere diventato, a 23 anni, il vincitore più giovane di sempre (il ventenne Peter lo ha superato l’anno scorso). “Alcuni giorni vorrei non essere mai stato nello show, perché in realtà mi ha completamente fatto deragliare da un percorso di vita stabile”, ha scritto. Per un anno, l’ex studente di giurisprudenza è stato molto richiesto, con editori, società di prodotti e booker televisivi che chiedevano a gran voce di lavorare con lui, il che lo ha portato a lasciare il suo lavoro presso la Royal Bank of Scotland. Ma poi l’interesse del pubblico è diminuito quando è arrivato il successivo gruppo di panettieri, ha spiegato John, lasciandolo alla deriva. Ha iniziato a bere pesantemente ed è diventato depresso, “aspettando al telefono come un adolescente ansioso degli anni ’80 che invita la sua cotta a chiamare”.

Ricordando come nessuno della BBC o della società di produzione gli abbia fornito alcuna guida su come navigare nel suo strano e nuovo mondo, ha continuato, “forse sulla scia dei crolli e dei suicidi delle star dei reality TV, dovrebbe esserci una seria riforma del modo in cui i contributori sono preparati e guidati attraverso la loro vita post-spettacolo, ma non credo che avrebbe fatto un briciolo di differenza anche se avessero [in my case]. La dipendenza dal bagliore abbagliante è venuta naturalmente al me giovanile.”

John ha riconosciuto di essere stato fortunato ad aver risparmiato i suoi soldi dal lucroso affare del libro di cucina offertogli immediatamente e da varie opportunità mediatiche. Ha ampliato i suoi orizzonti culinari iscrivendosi a Le Cordon Bleu per un certificato di pasticceria. Ha pubblicato tre libri e nel 2018 ha aperto una scuola di cucina nella fattoria di famiglia nel Lancashire.

“Cogli le opportunità finché puoi, prendi i soldi e scappa se vuoi, ma non prenderla troppo sul serio”, ha concluso. “La cosa più importante è non lasciarti diluire da tutto questo. La persona che eri prima dello spettacolo è la migliore versione di te; è la persona che avresti sempre dovuto essere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *