Gli Stati Uniti si impegnano a non perseguire accuse di frode contro Huawei CFO

Reuters e il CBC ha riferito per la prima volta che il CFO di Huawei Meng Wanzhou sarebbe apparso oggi in un’aula del tribunale federale di Brooklyn tramite video in streaming e avrebbe presentato un appello relativo alle accuse statunitensi contro di lei. Le autorità canadesi hanno arrestato l’esecutivo cinese nel dicembre 2018 con l’accusa di violazione delle sanzioni statunitensi e da allora è rimasta agli arresti domiciliari, combattendo i tentativi di estradizione statunitensi. Le udienze del suo caso di estradizione si sono concluse ad agosto, con la sentenza prevista per il 21 ottobre.

Meng è stato incriminato con l’accusa di frode secondo cui la società cinese di tecnologia e telecomunicazioni ha travisato la sua relazione con un’affiliata iraniana, insieme alle accuse di aver rubato la proprietà intellettuale a T-Mobile. Il 13 conte d’accusa denominata Meng, Huawei e due delle sue sussidiarie: Huawei USA e Skycom.

Venerdì pomeriggio, Meng si è dichiarato non colpevole. I pubblici ministeri hanno presentato una memoria di fatto (PDF) affermando che nel 2013 ha dichiarato alle istituzioni finanziarie che la società iraniana Skycom era partner di Huawei pur sapendo che Skycom era di proprietà e controllata da una controllata Huawei che fungeva da suo agente nella regione.

Come parte dell’accordo nel fare questa ammissione, l’accusa afferma che “Meng ha accettato l’accuratezza di una dichiarazione di fatti di quattro pagine che dettaglia le dichiarazioni consapevolmente false che ha fatto all’istituto finanziario 1”. Stanno ritirando la loro richiesta di estradizione dal Canada, e finché non commette altri crimini le accuse saranno ritirate.

Secondo il giornale di Wall Street, i funzionari del Dipartimento di Giustizia sotto l’amministrazione Biden hanno rivisitato i negoziati che si erano interrotti sotto il presidente Trump. Le sue fonti riferiscono che la stessa Huawei non fa parte dell’accordo e continuerà a combattere le sue accuse di frode e furto di segreti commerciali.

I portavoce della Procura degli Stati Uniti e di Huawei non hanno commentato pubblicamente la questione. Un ex diplomatico canadese ha detto al CBC si aspetta che il suo rilascio porterebbe la Cina a deportare due canadesi arrestati e accusati di spionaggio dopo l’arresto di Meng.

Aggiornamento 24 settembre, 15:24 ET: Aggiornato per aggiungere la comparizione in tribunale di Meng, la dichiarazione di non colpevolezza e i dettagli dell’accordo di accusa.

Aggiornamento 24 settembre, 16:14 ET: Aggiornato per aggiungere dettagli dal patteggiamento e dall’accordo sull’accusa differita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *