Russia: Navalny attacca Apple e Google per la rimozione delle app votanti | Notizie sulle elezioni


I giganti della tecnologia degli Stati Uniti hanno agito come complici del presidente russo Vladimir Putin rimuovendo l’app di voto tattico anti-governativo dai negozi, sostiene il leader dell’opposizione incarcerato.

Il critico in carcere del Cremlino Alexey Navalny ha accusato Google e Apple di mostrare “vigliaccheria” e di agire come complici del presidente russo Vladimir Putin rimuovendo un’app di voto prima delle elezioni parlamentari la scorsa settimana, secondo i messaggi pubblicati sugli account dei social media.

I sostenitori di Navalny in precedenza avevano accusato i giganti della tecnologia con sede negli Stati Uniti di aver ceduto alle pressioni del Cremlino rimuovendo l’app di voto tattico anti-governativo dai loro negozi all’inizio dei tre giorni di votazioni parlamentari, che si sono conclusi domenica. Ideata dagli alleati di Navalny, l’app ha fornito alle persone raccomandazioni dettagliate su chi votare nel tentativo di contrastare il partito al governo, a favore del Cremlino, Russia Unita.

Navalny, che è in prigione, ha aggiunto le sue critiche, secondo i commenti trasmessi dai suoi account sui social media giovedì.

“I colossi Apple @Apple e Google @Google hanno ottemperato alle richieste del Cremlino e hanno rimosso la nostra app dai loro negozi. Il mio amato YouTube ha cancellato il nostro video e il messenger di Telegram ha bloccato il nostro bot”, ha detto Navalny in un post diffuso tramite i suoi avvocati.

“So che la maggior parte di coloro che lavorano in Google, Apple, ecc. sono persone oneste e buone. Li esorto a non sopportare la codardia dei loro capi”, ha detto.

Navalny ha anche affermato di essere “terribilmente turbato e deluso” da Pavel Durov, fondatore e proprietario dell’app di messaggistica Telegram. Anche il bot Smart Voting è scomparso dall’app durante le elezioni.

Durov, nato in Russia, aveva affermato di seguire Apple e Google, che “impongono le regole del gioco agli sviluppatori come noi”.

‘peggior crimine’

I risultati delle elezioni di lunedì per la camera bassa del parlamento della Duma di Stato hanno dato la vittoria a Russia Unita tra le accuse di frode di massa da parte dei sostenitori di Navalny e di altri partiti. Russia Unita ha ricevuto il 49,8 per cento dei voti per i 225 seggi ripartiti dai partiti e ha vinto 198 dei 225 seggi per i legislatori scelti direttamente dagli elettori. La commissione elettorale ha affermato che il voto è stato pulito e il Cremlino lo ha definito un voto onesto.

Google ha deciso di rimuovere l’app dopo che gli è stato detto che il suo personale locale avrebbe altrimenti rischiato il carcere, ha detto una persona che ha familiarità con la situazione la scorsa settimana, rifiutando di essere nominata.

Rispondendo a quel commento, Navalny ha detto nei suoi post sui social media: “Se è così, tacere è il peggior crimine. Questo è l’incoraggiamento di un terrorista che prende ostaggi”.

Il Cremlino ha accolto con favore la rimozione dell’app, affermando che i giganti della tecnologia si erano conformati “alla lettera e allo spirito” della legge russa.

Navalny è stato arrestato a gennaio e ha visto i suoi alleati arrestati o fuggire dal Paese e le sue organizzazioni bandite.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *