Israele accusato di negligenza dopo la morte dell’ex prigioniero palestinese | Notizie sul conflitto israelo-palestinese


Funzionari palestinesi accusano Israele di “negligenza medica” dopo che Hussein Masalmah è morto di cancro mesi dopo il rilascio.

Ramallah, Cisgiordania occupata – L’ex prigioniero palestinese Hussein Masalmah è morto, sette mesi dopo essere stato rilasciato dalla custodia israeliana a causa di una malattia legata alla leucemia, con funzionari palestinesi che hanno accusato le autorità israeliane di “negligenza medica” sul suo caso.

Masalmah, 39 anni, è morto giovedì in un ospedale di Ramallah, nella Cisgiordania occupata.

Secondo i gruppi di prigionieri palestinesi, Masalmah aveva lamentato forti dolori addominali mentre era detenuto nella prigione meridionale di Naqab in Israele per due mesi prima che le autorità carcerarie accettassero di trasferirlo all’ospedale Soroka di Beer al-Sabaa, dove gli è stato diagnosticato uno stadio avanzato della cancro del sangue e del midollo osseo.

Lo ha affermato la Commissione per gli affari dei detenuti dell’Autorità palestinese dichiarazione giovedì che Masalmah era stato “martirizzato” dalla “politica di sistematica negligenza medica” delle autorità israeliane nei suoi confronti.

Allo stesso modo, il Club dei prigionieri palestinesi disse ritiene l’occupazione israeliana responsabile della morte dell’ex prigioniero, condannando quello che ha definito il “reato di negligenza medica”, a lungo praticato nei confronti di centinaia di prigionieri malati nelle carceri israeliane.

Le autorità israeliane hanno rilasciato Masalmah il 15 febbraio 2021, circa un anno prima di completare la condanna a 20 anni che gli era stata comminata nel 2002 durante la seconda Intifada.

Gli era stata ufficialmente diagnosticata la leucemia il 10 gennaio.

Dopo il suo rilascio, Masalmah è stato trasferito all’Hadassah, un ospedale israeliano a Gerusalemme, dove la sua salute ha continuato a peggiorare rapidamente. Una settimana fa è stato portato all’ospedale Ramallah Istishari, dove è morto.

(Al Jazeera)

Ci sono 4.650 prigionieri palestinesi nelle carceri dell’occupazione israeliana, inclusi 200 bambini e 520 detenuti amministrativi senza processo o accuse, secondo il gruppo per i diritti carcerari Addameer.

La maggior parte dei palestinesi li vede come prigionieri politici detenuti a causa dell’occupazione militare israeliana o della loro resistenza ad essa.

Secondo l’AP, più di 500 prigionieri palestinesi maschi e femmine nelle carceri israeliane soffrono di malattie, tra cui decine di cancro.

I gruppi per i diritti dei palestinesi hanno da tempo condannato ciò che definiscono “negligenza medica deliberata” e hanno documentato la morte di dozzine di prigionieri palestinesi malati mentre erano in custodia israeliana dal 1967.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *