Windows 11 non fermerà i vecchi PC, ma potrebbe farti firmare questa rinuncia

Oggi, Microsoft ha ufficialmente ripristinato la sua app PC Health Check che chiunque può scaricare, permettendoti di vedere facilmente se il tuo computer è pronto per Windows 11 prima del suo debutto il 5 ottobre. (La società aveva precedentemente rimosso l’app perché era in qualche modo fuorviante e, quando una versione più robusta è tornata alla fine di agosto, era disponibile solo per Windows Insider.) Puoi trovare l’app in fondo di questa pagina se scorri verso il basso, oppure clicca qui se non ti dispiace i download diretti.

Ma in qualche modo, la nuova app PC Health Check è ancora fuorviante perché suggerisce che il mio PC da gioco desktop Core i7 di settima generazione perfettamente funzionante non è pronto per Windows 11, nonostante abbia già installato Windows 11 e lo stia eseguendo senza grossi problemi. In effetti, ho preso questo screenshot del mio sistema che “attualmente non soddisfa i requisiti di sistema di Windows 11” dall’interno di Windows 11 — una versione beta a un tiro di schioppo dal finale.

Il mio i7 di settima generazione potrebbe essere più capace di un i3 di ottava generazione supportato, ma nessun supporto ufficiale per me.

Questo è un modo prolisso per dire ciò che Microsoft ci ha rivelato ad agosto: Windows 11 non impedirà ai PC con CPU meno recenti di installare Windows 11 solo perché quelle CPU non sono nella sua whitelist.

Invece, Microsoft si riserva il diritto di negarti gli aggiornamenti di Windows, inclusi gli aggiornamenti di sicurezza, se quelle CPU diventano un problema in futuro. Questo mi porta alla rinuncia.

Quando di recente ho provato ad aggiornare il mio sistema alla versione beta di Windows 11, il programma di installazione ha visualizzato un messaggio insolito: un messaggio di conferma da premere per accettare che il mio PC “non sarebbe più supportato” e che potrei persino annullare il mio PC garanzia se dovessi continuare.

La rinuncia all’aggiornamento di Windows 11 che ho individuato.

Ho chiesto a Microsoft ulteriori informazioni sulla rinuncia ma non ho ancora ricevuto risposta. Ti farò sapere cosa sentiremo.

L’app PC Health Check è utile se non sei sicuro di alcuni degli altri requisiti di Windows 11, in particolare quelli che potrebbero farti scavare nel BIOS per attivare il modulo TPM 2.0 o Secure Boot, cose che il tuo sistema potrebbe già avere e che sono abbastanza facili da si accendono ma spesso sono disattivati ​​per impostazione predefinita.

Microsoft terrà un evento Surface domani, 22 settembre. Saremo in diretta, ed ecco cosa aspettarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *