iOS 15 offrirà ai medici una finestra sui dati dell’app Apple Health

Con il lancio di iOS 15 oggi, alcuni utenti iPhone avranno la possibilità di condividere i dati dalla loro app Salute direttamente con i loro medici attraverso le loro cartelle cliniche elettroniche. Sei società di cartelle cliniche stanno partecipando al lancio iniziale e alcune di queste aziende affermano che i medici e gli studi medici sui loro sistemi sono desiderosi di iniziare a utilizzare la funzione.

Le persone che utilizzano l’opzione possono utilizzare il nuova funzione di condivisione sull’app Salute per consentire al proprio medico di visualizzare dati come la frequenza cardiaca e il tempo trascorso nell’esercizio, raccolti tramite l’app Salute. Potrebbe aiutare i medici a tenere d’occhio le metriche che potrebbero essere rilevanti per la salute di un paziente senza che il paziente debba fare un passo in più per condividere manualmente le informazioni.

Azienda di cartelle cliniche elettroniche Cerner, che controlla in giro un quarto del mercato discografico, è una delle aziende in fase di lancio. In questo momento, tutte le organizzazioni sanitarie che utilizzano i record di Cerner devono bilanciare il tempo impiegato nell’implementazione di nuovi strumenti con il tempo impiegato nella gestione dei picchi di COVID-19, ha affermato Sam Lambson, vicepresidente dell’interoperabilità presso l’azienda, in un’e-mail a Il Verge. Ma sono interessati alla funzione, dice. “Una volta che le nostre organizzazioni clienti hanno visto una demo e l’hanno compresa, le domande riguardano principalmente la rapidità con cui possono implementarla”, ha affermato Lambson.

Un piccolo numero di gruppi sanitari che utilizzano cartelle cliniche elettroniche tramite Allscripts, che è anche parte del lancio, hanno già utilizzato la funzione come parte di una fase di test, afferma Tina Joros, direttore generale e vicepresidente dell’azienda. Sono in grado di usarlo con pochi pazienti selezionati. “Hanno tutta la tecnologia in atto e, quando sarà disponibile per i pazienti, possono iniziare a promuoverla presso la loro popolazione di pazienti”, afferma.

Uno di questi gruppi di test è particolarmente entusiasta della nuova capacità di visualizzare i dati dei pazienti da un monitor della pressione sanguigna a casa, afferma Joros. I medici di quella pratica medica in genere raccomandano una particolare marca di bracciale per la pressione sanguigna ai pazienti che desiderano monitorare tra una visita e l’altra. Quel bracciale si sincronizza già con l’app Salute. Quindi, se i pazienti scelgono di condividere i dati, i medici sono in grado di monitorare direttamente quelle letture della pressione sanguigna invece di fare affidamento sui pazienti per condividerli più manualmente. “Aiuta davvero i dati a chiudere il cerchio”, afferma.

Daniel Kivatinos, co-fondatore e direttore operativo della società di cartelle cliniche DrChrono, afferma di aver ricevuto feedback simili dagli operatori sanitari sulla funzione dell’app Salute. “Uno dei nostri clienti, il fornitore, è entusiasta di poter eseguire il monitoraggio remoto dei pazienti”, afferma.

Sebbene i dati forniti dai dispositivi indossabili e da altre app per la salute possano essere utili, i medici spesso affermano di essere preoccupati per il sovraccarico di informazioni. Joros di Allscripts afferma che il layout della dashboard all’interno della cartella clinica di Apple potrebbe aiutare a rendere meno opprimente il flusso di informazioni. L’impostazione predefinita è fornire una panoramica generale delle tendenze nell’app Salute di un paziente. I medici hanno la possibilità di vedere più dettagli, ma non è necessario. “Abbiamo avuto una buona reazione sia dai nostri tester clienti che dal nostro personale medico interno”, afferma. “A entrambi è piaciuto il modo in cui sono stati disposti quei dashboard per aiutare a ridurre tale onere”.

DrChrono prevede di estendere la funzionalità dell’app Salute a un primo gruppo di utenti iniziali prima di espandersi gradualmente alla sua base di clienti completa, che comprende circa 4.000 studi medici. L’azienda può tenere traccia della frequenza con cui viene utilizzata la funzione e Kivatinos afferma che prevede di raccogliere dati su quanti pazienti finiscono per condividere le informazioni dell’app Health nella cartella clinica.

Anche Allscripts prevede di raccogliere dati simili. L’azienda sarà in grado di vedere esattamente quanti pazienti utilizzano la funzione, afferma Joros. Si aspetta che l’utilizzo aumenti gradualmente allo stesso modo dell’altro programma di cartelle cliniche di Apple, lanciato nel 2018 e che consente ai pazienti di estrarre i dati dalle loro cartelle cliniche sui loro iPhone. “Abbiamo visto l’utilizzo aumentare costantemente”, afferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *