Cosa abbiamo imparato dalla settimana 2 della stagione NFL


Se suona molto 1994, francamente non gli interessa.

Ha lasciato che i Jets dondolassero per le recinzioni su un potenziale Mahomes Lite al n. 2 in generale, perfettamente soddisfatto in piedi al n. 15 per un quarterback che ha completato il 77,4 percento dei suoi passaggi in Alabama. E a differenza di ogni altra squadra che ha scelto un quarterback ad aprile, i Jets non hanno firmato nulla che assomigli a una minaccia o a un veterano per sfidare o supportare il loro rookie. Questo era il concerto di Wilson dal Day 1 e, domenica, non potevi fare a meno di chiederti se i Jets avrebbero dovuto trovarsi un McCown di qualche tipo.

Wilson, il pistolero di Brigham Young, vide più fantasmi di quanti Sam Darnold avesse mai sognato.

Dopo l’intercettazione n. 3 – un bizzarro floater proprio al cornerback JC Jackson – Jones chiamò un segnale acustico sulla linea e lanciò un bellissimo arcobaleno a Jakobi Meyers dei Patriots, al passo, per 24 yard.

Questo era il tema. Questo gioco è servito da lente d’ingrandimento su due rookies polari opposti. Wilson vuole giocare fuori copione come il tre volte MVP che idolatrava: Aaron Rodgers. La sua improvvisazione dovrebbe almeno rendere divertente un’altra stagione persa per i Jets. Quando un 315 libbre, Lawrence Guy, si è lanciato per un sacco, Wilson non ha battuto ciglio. Ha scherzato. È fuggito. Ha tenuto gli occhi a terra prima di lanciare incompleti.

Questo stile di gioco potrebbe rivelarsi speciale.

Questo stile potrebbe anche essere masticato e sputato fuori dal resto della NFL

L’intercettazione n. 4 era ancora più brutta, quasi come se Devin McCourty del New England fosse il bersaglio designato di Wilson.

Nel frattempo, Jones sbuffò. Non lanciò alcun touchdown e nessuna scelta completando 22 passaggi su 30 per 186 yard per i Patriots.

Interessante, non è vero? Durante questa bassa stagione di follia da quarterback, le squadre si sono fatte in quattro per avere la possibilità di ottenere qualcosa di speciale. San Francisco ha scaricato tre giocatori del primo turno per qualcuno dello stato del North Dakota che ha giocato una partita di calcio nel 2020 (Trey Lance); Green Bay stava benissimo essendo pubblicamente imbarazzato dal suo MVP scontento per sei mesi (Rodgers); Indianapolis era disposta ad accettare l’enorme contratto di Carson Wentz; i LA Rams hanno scaricato due primi, un terzo e Jared Goff per un 33enne che è andato 74-90-1 in carriera con zero vittorie ai playoff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *