Attacchi ribelli uccidono 15 soldati, civili nel Camerun occidentale | Camerun Notizie


Il governo afferma che “terroristi” armati hanno teso un’imboscata a un convoglio di forze di pronto intervento d’élite nella regione nord-occidentale il 16 settembre.

Quindici soldati e diversi civili sono morti in due attacchi nelle aree occidentali del Camerun di lingua inglese nella morsa di una campagna separatista, ha detto il ministero della Difesa.

I “terroristi” pesantemente armati hanno teso un’imboscata a un convoglio di forze d’elite di intervento rapido a Bamessing, nella regione nord-occidentale, il 16 settembre, ha affermato lunedì la dichiarazione del ministero.

“Utilizzando IED (dispositivi esplosivi improvvisati) e un lanciarazzi anticarro, gli insorti hanno immobilizzato i veicoli [in the convoy] prima di aprire un fuoco pesante su quest’ultimo”, ha aggiunto.

Un altro IED ha colpito un convoglio militare a Kumbo, nella stessa regione, il 12 settembre.

Il ministero della Difesa ha notato “l’esistenza di collegamenti e scambi di armi sofisticate” tra “terroristi secessionisti” e “altre entità terroristiche che operano oltre i confini”, compresi i gruppi intransigenti.

Il conflitto anglofono a Cameron, che dura da più di quattro anni, è iniziato quando le forze governative hanno usato la forza letale per sedare manifestazioni pacifiche di avvocati e insegnanti che protestavano contro l’emarginazione percepita dal governo di maggioranza francofono del paese.

In risposta, decine di gruppi separatisti armati si sono formati per combattere per una nazione indipendente che hanno chiamato Ambazonia.

Secondo le Nazioni Unite, più di 700.000 persone sono fuggite dalle loro case. Circa 4.000 sono stati uccisi nel conflitto.

Oltre ai separatisti, i gruppi per i diritti umani hanno affermato che gli abusi sono stati commessi dalle forze di sicurezza.

Secondo le ONG locali e internazionali, le forze governative hanno fatto irruzione nei villaggi, bruciato case e arrestato e ucciso arbitrariamente dozzine di civili.

A Bamenda, la capitale della regione del nord-ovest, gruppi armati hanno soffocato la città prendendo il controllo della maggior parte delle sue principali strade di accesso, secondo un recente rapporto delle Nazioni Unite.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *