Niantic sta chiudendo il suo gioco AR Catan dopo un anno di accesso anticipato

Pokémon Go lo sviluppatore Niantic sta chiudendo il suo gioco di realtà aumentata Catan: esploratori del mondo, la società ha annunciato venerdì (attraverso Protocollo). Un adattamento AR del popolare gioco da tavolo catan annunciato nel 2019, Esploratori del mondo è stato l’ultimo tentativo dell’azienda di ricreare la magia di Pokémon Vai, ma presto tutto volge al termine.

Dopo un anno di accesso anticipato, il gioco non sarà più giocabile dopo il 18 novembre e Niantic ha dichiarato oggi che “rimuoverà il gioco dall’App Store e rimuoverà gli acquisti con denaro reale dal Negozio”. Per i giocatori che restano, la società afferma che aumenterà i bonus di gioco per le restanti settimane di gioco.

Non è del tutto chiaro quale sia la colpa dell’arresto, anche se gli sviluppatori affermano che adattare il commercio, la raccolta e la costruzione catan è noto per su un tabellone di gioco della vita reale (o almeno AR sovrapposto alla vita reale) si è rivelata una sfida. “Siamo diventati un po’ troppo complicati e un po’ troppo lontani dall’originale catan gioco”, scrivono gli sviluppatori.

Catan: esploratori del mondo si unisce Minecraft Terra come un altro gioco AR che non è riuscito a tagliare. La visione di Microsoft per Minecraft Terra era altrettanto ambizioso fino a quando non fu portato a termine il 30 giugno. È un peccato che il grande swing di Niantic sia fallito perché le sue altre voci si sono rivelate deludenti nella nostra esperienza. Al lancio, Harry Potter: Wizards Unite sembrava più una pelle di Pokémon Go che un’evoluzione significativa. Non c’è motivo per cui Pokémon dovrebbe essere l’esclusivo successo rivoluzionario per i giochi AR, ma fino a quando Niantic o un’altra società non riusciranno a farlo funzionare, sembra che Pikachu rimarrà il re.

Correzione: Una versione precedente di questo articolo affermava che Niantic aveva sviluppato Minecraft Earth. In realtà è stato sviluppato da Mojang Studios di proprietà di Microsoft. Ci scusiamo per l’errore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *