La NCAA può essere salvata? Un ex capo del Pentagono ci proverà


“Penso che se non riusciamo in questo sforzo per portare un cambiamento significativo all’associazione, ciò comporterà seri problemi per l’organizzazione perché dimostrerebbe ciò che molti pensano, ovvero che è incapace di riformare e cambiare stesso”, ha detto Gates.

La Corte Suprema si è pronunciata all’unanimità contro la NCAA in un caso antitrust quest’estate, un evento segnale per molti funzionari sportivi del college, ma Gates si è preoccupato per il futuro dell’associazione molto prima di quella decisione. Quando era presidente del Texas A&M, considerava la NCAA abile nell’organizzazione di eventi di campionato e nel mantenimento degli standard nazionali di idoneità per gli atleti, ma ha anche visto un libro di regole che ha paragonato al codice fiscale, “una burocrazia stupida e un’organizzazione che l’ha trovata molto difficile da cambiare.”

Alla domanda su quale organigramma trovasse più scoraggiante – il Pentagono o la NCAA – ha ridacchiato e ha risposto: “Beh, sono comparabili – e incomprensibili. Sembrano uno schema elettrico AT&T.”

I subordinati di Gates al Texas A&M lo consideravano attento all’atletica ma non come un micromanager. Si affidava agli amministratori atletici per le decisioni quotidiane, ma cenava anche regolarmente con RC Slocum, il celebre allenatore di calcio che alla fine ha estromesso. (Parlando a Time mentre era a capo del Dipartimento della Difesa, Gates ha detto che aveva spesso osservato che “il calcio Texas A&M mi ha causato più stress di qualsiasi lavoro che abbia mai avuto.”)

Slocum, che ha trascorso 30 stagioni come allenatore alla Texas A&M, ha comunque ricordato Gates con affetto.

“Mi piaceva, pensavo fosse intelligente e non era qualcuno che avrebbe cercato di interferire con quello che stavamo facendo”, ha detto Slocum giovedì.

Jeanne Sutherland, che ha guidato il programma di golf femminile al Texas A&M per 15 stagioni, ha ricordato che Gates e sua moglie, Becky Gates, avrebbero invitato le squadre del campionato a casa loro per cena. Come Slocum, Sutherland ha ricordato Gates come un presidente che ha stabilito standard espliciti e poi si è tolto di mezzo.

“Era molto chiaro con noi quali fossero le sue aspettative, ovvero, n. 1, eseguire un programma pulito e, n. 2, vincere”, ha detto Sutherland, ora capo allenatore associato del Nebraska. “Il programma pulito era in cima alla lista.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *