La Federal Reserve statunitense rivede le regole etiche dopo le rivelazioni commerciali | Notizie di affari ed economia


La Federal Reserve degli Stati Uniti sta riesaminando le politiche etiche che regolano le partecipazioni finanziarie e le attività dei suoi alti funzionari sulla scia delle recenti rivelazioni che due presidenti della Fed regionale si sono impegnati in un ampio commercio lo scorso anno.

Robert Kaplan, presidente della Federal Reserve Bank di Dallas, nel 2020 ha scambiato milioni di dollari di azioni in società come Apple, Amazon e Google, mentre Eric Rosengren, presidente della Boston Fed, ha negoziato azioni e fondi comuni di investimento immobiliare, secondo ai moduli di informativa finanziaria. Entrambi si sono impegnati la scorsa settimana a cedere quelle partecipazioni dopo che sono state riportate dal Wall Street Journal.

I commenti fatti dai presidenti regionali della Fed possono muovere i mercati e hanno una mano nelle politiche dei tassi di interesse della Fed. Tali funzionari di alto livello hanno spesso accesso esclusivo alle discussioni sui prossimi cambiamenti politici che potrebbero avvantaggiare o essere dannosi per alcuni settori economici, sebbene sia loro proibito negoziare su tale conoscenza e non siano in grado di negoziare nel periodo che precede le riunioni della Fed.

Sia Kaplan che Rosengren hanno dichiarato la scorsa settimana che le loro operazioni erano consentite dalle regole etiche della Fed. Ma hanno anche detto che venderanno le loro partecipazioni alla fine di questo mese e collocheranno il denaro in fondi indicizzati, che seguono un’ampia gamma di titoli, o in contanti.

Tuttavia, le operazioni si sono verificate l’anno scorso quando la Fed ha adottato misure straordinarie per sostenere l’economia statunitense e stabilizzare i mercati finanziari durante la pandemia. La banca centrale ha ridotto a zero il tasso di interesse di riferimento a breve termine nel marzo 2020 e da allora ha acquistato trilioni di dollari in titoli del Tesoro e obbligazioni garantite da ipoteca per contenere i tassi di interesse a lungo termine.

Un impatto di tali politiche è stato quello di rendere le azioni un investimento più attraente rispetto alle obbligazioni, che forniscono un rendimento minimo quando i tassi di interesse sono bassi. La Fed è stata criticata per aver peggiorato la disuguaglianza della ricchezza aumentando il valore dei portafogli azionari.

L’acquisto da parte della Fed di obbligazioni garantite da ipoteca, emesse da acquirenti di mutui come Fannie Mae e Freddie Mac, è stato criticato da alcuni altri presidenti di banche regionali per aver contribuito all’aumento dei prezzi delle case nell’ultimo anno. Un investimento che Rosengren ha fatto è stato nel fondo di investimento immobiliare Annaly Capital Management, che ha anche acquistato quegli stessi titoli.

In una dichiarazione preparata giovedì, la Fed ha affermato che il presidente Jerome Powell alla fine della scorsa settimana ha richiesto “un nuovo e completo sguardo alle regole etiche relative alle attività e alle partecipazioni finanziarie consentite da parte degli alti funzionari della Fed”.

La dichiarazione è arrivata dopo che le lettere sono state inviate mercoledì dalla senatrice Elizabeth Warren, una democratica del Massachusetts, a tutte le 12 banche regionali della Fed, chiedendo di vietare la proprietà di azioni da parte di alti funzionari.

“La controversia sul commercio di asset da parte del personale di alto livello della Fed mette in evidenza il motivo per cui è necessario vietare la proprietà e la negoziazione di singoli titoli da parte di alti funzionari che dovrebbero servire l’interesse pubblico”, ha affermato la lettera di Warren.

Warren ha introdotto una legislazione che vieterebbe la proprietà di azioni da parte di membri del Congresso, segretari di gabinetto e altri funzionari di alto rango.

Sotto la complessa struttura della Fed, le 12 banche regionali sono costituite come organizzazioni private ma sono supervisionate dal consiglio della Federal Reserve a Washington, noto come Board of Governors. Le banche regionali hanno i propri codici di condotta, sebbene siano in gran parte identici alle regole che governano il consiglio di amministrazione della Fed.

Il Consiglio dei governatori segue le stesse regole sugli investimenti e sul commercio delle altre agenzie governative, ma segue anche regole aggiuntive “più severe di quelle che si applicano al Congresso e ad altre agenzie”, ha detto giovedì la Fed.

I funzionari della Fed, ad esempio, non possono investire nelle banche, molte delle quali sono controllate dalla Fed. È inoltre vietato effettuare operazioni durante un periodo di circa 10 giorni prima di ogni riunione della Fed e non dovrebbero detenere un titolo per meno di 30 giorni.

Kaplan ha lavorato per 23 anni presso Goldman Sachs prima di entrare a far parte della Harvard Business School nel 2006. È poi diventato presidente della Dallas Fed nel settembre 2015. I moduli di divulgazione del governo consentono ai funzionari di fornire le proprie partecipazioni in intervalli, quindi i valori precisi non sono disponibili.

Ma alla fine del 2020, Kaplan possedeva almeno $ 1 milione di azioni e fondi diversi, tra cui Apple, la società di e-commerce cinese Alibaba, Boeing, Chevron, Facebook e Johnson & Johnson. Possedeva anche una partecipazione nella squadra di baseball dei Kansas City Royals del valore di almeno $ 1 milione.

Rosengren ha iniziato a lavorare alla Boston Fed come economista nel dipartimento di ricerca nel 1985 ed è presidente dal 2007. Le sue partecipazioni alla fine dello scorso anno erano molto più piccole di quelle di Kaplan, ma includono azioni di Chevron, Pfizer, Phillips 66 e diversi fondi comuni di investimento immobiliare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *