L’amara causa che incombe sulla nuova tastiera a scorrimento dell’Apple Watch

Nel gennaio 2019, Kosta Eleftheriou aveva tutte le ragioni per credere che Apple stesse per fare un accordo, sostiene la sua causa. Il capo delle tastiere di Apple amato la sua app per tastiera FlickType per l’Apple Watch, sgorgando per i pochi errori che ha commesso. “Apple dovrebbe comprarlo da te”, ha esclamato l’uomo, dicendo che “potrebbe essere una caratteristica chiave per l’orologio”. Lo ha dimostrato per il team di Apple Watch il 24 gennaio, dove si dice che sia sgorgato anche un ingegnere senior.

Quella sera, Eleftheriou ha ricevuto un messaggio da Apple, ma non quello che si aspettava. Nel corso di un pomeriggio, la società aveva apparentemente deciso che le tastiere di Apple Watch erano contro le regole. “In particolare, l’app è una tastiera per Apple Watch. Per questo motivo, la tua app verrà rimossa dalla vendita su App Store in questo momento”, ha scritto Apple.

Questo martedì, Apple ha rivelato la sua app per tastiera a scorrimento insieme al nuovo Apple Watch Series 7.

Eleftheriou era stato Sherlocked.

È lontano dal primo. Apple ha una lunga storia di ricerca dell’ispirazione nei propri sviluppatori di app, copiando le loro idee e integrandole gratuitamente nei propri sistemi operativi. (Si chiama “Sherlock” perché Apple ha notoriamente copiato molte funzionalità dall’app Watson di terze parti nel suo strumento di ricerca desktop Sherlock nel 2002; ecco alcuni esempi più recenti.)

Ma questo non è il tipico caso in cui uno sviluppatore dovrebbe avere diritto al proprio reddito o se gli utenti meritano la funzionalità gratuitamente, e non solo perché Apple sta facendo pagare agli utenti un nuovo orologio per ottenerlo. Quando Apple ha bloccato la sua app due anni fa e ha continuato a litigare con lui per gli aggiornamenti, l’azienda si è inimicata Eleftheriou. È diventato uno dei critici più accesi di Apple, sviluppandosi una reputazione come cacciatore di truffe. Sottolinea continuamente ed efficacemente che Apple è terribile nel tenere alla larga le frodi che sottrae agli utenti ordinari somme di denaro oltraggiose.

A marzo, ha intentato una causa contro la società per la sua app, sostenendo che la società ha continuato a rifiutare e tenere in mano la sua tastiera Apple Watch per mesi nel tentativo di costringerlo a venderla ad Apple a basso costo. “Evidentemente, Apple pensava che il querelante si sarebbe semplicemente arreso e avrebbe venduto la sua applicazione ad Apple con uno sconto”, si legge nella denuncia.

Ecco la parte in cui potresti pensare: “Aspetta, Apple non ha vietato tutte le app per tastiera per Apple Watch nel 2019?” o “Eleftheriou non ha appena twittato quel messaggio di rifiuto e ha detto ‘ci vediamo in tribunale’ un paio di giorni fa?”

La cronologia è un po’ confusa, è vero.

Sì, Eleftheriou ha presentato la sua causa quasi sei mesi interi prima dell’annuncio di Apple Watch Series 7. Non è chiaro quale impatto potrebbe avere Sherlocking sulla tuta, e non lo dirà. I suoi avvocati lo sconsigliano di dire troppo ai giornalisti.

Ma no, Apple in realtà non ha rifiutato tutte le app per tastiera di Apple Watch nel 2019: Eleftheriou crede che la sua app sia stata scelta per questo trattamento. Tastiera Maiusc era già arrivato a febbraio 2019 e anche le app dei partner che includevano la tecnologia della tastiera di Eleftheriou (i nomi di denuncia Nano per Reddit, Chirp per Twitter e Lens per Instagram) avrebbero ceduto.

Apple racconta Il Verge ha cambiato idea nel tempo. Inizialmente, la società non pensava che fosse appropriato che una tastiera occupasse l’intero piccolo schermo dell’Apple Watch, ma ha deciso diversamente nel 2019 dopo aver visto il potenziale e ha affermato di aver incoraggiato le tastiere di Apple Watch da allora. La società ammette sostanzialmente che rimuovere l’app di Eleftheriou è stato un errore e afferma di aver risolto rapidamente il problema.

Ma Eleftheriou contesta quest’ultimo punto, dicendo che ci sono voluti un anno di appelli e ripresentazioni per riportare la sua tastiera nel negozio. “A partire dal [January 2019] su, discutevo contemporaneamente di un’acquisizione di FlickType con loro, mentre veniva anche rifiutato”, mi dice. E inizialmente Apple ha fatto sembrare che anche quegli appelli siano falliti. “L’App Review Board ha valutato la tua app e ha stabilito che il feedback di rifiuto originale è valido. Si prega di notare che tutti i risultati del ricorso sono definitivi”, si legge Eleftheriou da un messaggio che ha ricevuto nel maggio 2019.

Nella denuncia, sostiene che solo nel gennaio 2020, un anno dopo la rimozione a sorpresa, è stata approvata l’estensione della sua tastiera per Apple Watch. Quando FlickType per Apple Watch è finalmente arrivato, è diventata l’app a pagamento numero uno nell’intero negozio, ha incassato $ 130.000 nel suo primo mese, afferma, ed è stato nominato una delle app Apple più pagate del 2020. Questo è quello che sta usando come motivo per cui è stato danneggiato finanziariamente nella causa.

Non che sia necessariamente troppo preoccupato per le finanze in questo momento. “Il reddito di FlickType, sì, mi aspetto che alla fine scompaia dato che la funzionalità sarà ora integrata”, dice casualmente. “Non ho un lavoro diurno, ma sì, questo non è un grosso problema finanziario per me”, aggiunge quando glielo chiedo. Chissà se ha guadagnato bene quando ha venduto la sua azienda di tastiere Fleksy a Pinterest circa cinque anni fa. (Microsoft ha acquistato l’app per tastiera SwiftKey per circa $ 250 milioni solo pochi mesi prima.)

Eleftheriou afferma che FlickType è stato “principalmente un hobby”, ma anche l’altro suo hobby – dare la caccia alle app truffa e denunciare i fallimenti dell’App Store – deriva anche da tutta questa situazione. Era stufo di vedere le app della concorrenza prosperare, comprese le truffe, dopo che la sua era stata bloccata da App Review.

E il mese scorso, Eleftheriou ha pubblicamente rinunciato alla sua popolare estensione della tastiera per iPhone per non vedenti dopo uno di troppi rifiuti, a causa di quello che descrive come l’ultimo malinteso da parte del team App Review di Apple su come la sua app (e la tecnologia di lettura dello schermo VoiceOver dell’azienda ) dovrebbero funzionare.

“La nostra storia di rifiuto abbraccia già più di QUATTRO [sic] pagine piene di rifiuti ripetuti, ingiustificati e irragionevoli che servono a frustrare e ritardare piuttosto che a vantaggio degli utenti finali. E occuparsi di App Review non richiede solo tempo. È anche molto estenuante dal punto di vista emotivo”, ha scritto all’epoca.

Apple effettivamente mi dice che anche questo è stato un errore da parte sua. L’azienda dice che ora si rende conto che la tastiera è effettivamente conforme alle sue linee guida, lo ha spiegato più volte a Eleftheriou e lo ha ripetutamente incoraggiato a inviare nuovamente l’app. Apple preferirebbe che non lo portasse via.

Ma Eleftheriou dice che ne ha avuto abbastanza. Ecco la dichiarazione che mi ha inviato:

Sarò lieto di riportare la tastiera FlickType accessibile per iPhone quando Apple risolverà finalmente le API della tastiera di terze parti danneggiate su iOS e consentirà agli sviluppatori di competere equamente con la tastiera di Apple. Devono anche garantire che ogni singolo revisore abbia una formazione di base su VoiceOver: continuiamo a ricevere rifiuti a causa di revisori che non sanno o addirittura non capiscono come utilizzare VoiceOver.

Ho già impiegato migliaia di ore per sviluppare la mia app, risolvere innumerevoli problemi relativi alle API della tastiera e occuparmi della revisione dell’app, quindi non vedo l’ora che arrivino i miglioramenti di Apple e invierò nuovamente la tastiera FlickType VoiceOver quando saranno stati compiuti progressi sufficienti in queste aree.

Come nota separata, chiedo anche ad Apple di consentire agli sviluppatori di accedere alla propria cronologia dei rifiuti. Apple attualmente lo nasconde agli sviluppatori e si rifiuta persino di fornirlo su richiesta. È inaccettabile che Apple ci invii messaggi di rifiuto che scompaiono poco dopo, senza possibilità di accedervi mai più.

È particolarmente infastidito dal modo in cui la tastiera di Apple ha un vantaggio sleale poiché non ha bisogno di utilizzare le proprie API e come tali API siano prive di funzionalità che Apple ha promesso pubblicamente anni fa.

Tecnicamente, è Eleftheriou a far scomparire l’estensione della tastiera dell’iPhone, non Apple. Esiste ancora nella versione corrente sullo store. Ha presentato una nuova versione che rimuove l’estensione, una che è attualmente in sospeso con App Review di Apple.

Per ora, Eleftheriou prenderà la sua tastiera e se ne andrà a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *