Il capo del prodotto di OpenSea è uscito dopo che l’insider NFT ha lanciato accuse

Il capo del prodotto OpenSea Nate Chastain, che è stato recentemente accusato di una forma di insider trading NFT, sembra non lavorare più per l’azienda. La sua biografia su Twitter ora include la frase “Past: @opensea”. OpenSea non ha nominato pubblicamente il dipendente coinvolto nell’incidente, ma il CEO Devin Finzer afferma che la piattaforma di trading NFT ha chiesto e ricevuto le loro dimissioni.

Ieri, Finzer metti un post sul blog dicendo che un dipendente ha utilizzato le conoscenze acquisite lavorando presso l’azienda per acquistare NFT che stavano per essere pubblicati sulla home page del popolare sito di trading (e quindi probabilmente sarebbero aumentati di valore). Sebbene un’indagine sia apparentemente ancora in corso, OpenSea afferma di aver implementato regole più chiare per impedire ai dipendenti di fare questo genere di cose in futuro.

L’incidente è venuto alla luce dopo che la comunità NFT ha iniziato a scavare nelle transazioni nel portafoglio pubblico di Chastain. I membri della comunità, sfruttando l’apertura e la semitrasparenza della blockchain, sono stati in grado di trovare transazioni che sembravano indicare che stava segretamente lanciando NFT. I membri della comunità affermano anche che le transazioni mostrano che questo capovolgimento ha fruttato al dipendente migliaia di dollari o più: puoi leggere di più sulle indagini e le accuse qui.

Chastain deve ancora fare una dichiarazione pubblica o riconoscere la situazione in alcun modo. Tuttavia, il suo profilo Twitter e il post sul blog di OpenSea sembrerebbero indicare che il suo tempo in azienda è finito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *