L’udienza di Larry Nassar: Biles, Raisman, Maroney e Nichols testimoniano


L’udienza arriva giorni dopo che l’FBI ha licenziato un agente che inizialmente aveva lavorato al caso indagando su Nassar, l’ex medico della squadra nazionale di ginnastica che alla fine è stato condannato con l’accusa di aver abusato di decine di ginnaste, tra cui olimpionici, con il pretesto di esami fisici.

E arriva due mesi dopo che l’ispettore generale del Dipartimento di Giustizia ha pubblicato un rapporto che criticava aspramente l’FBI per aver commesso errori cruciali in materia. Questi errori hanno permesso a Nassar di continuare a curare i pazienti per otto mesi presso la Michigan State University, dove ha praticato, e nei dintorni di Lansing, nel Michigan, incluso un centro di ginnastica locale e una scuola superiore.

Nassar, che sta scontando l’ergastolo per cattiva condotta sessuale, è stato in grado di molestare più di 70 ragazze e donne mentre l’FBI non è intervenuto, secondo il rapporto dell’ispettore generale.

Per dare il via all’udienza, il senatore Richard J. Durbin, dell’Illinois, ha rimproverato l’FBI per la sua “inosservanza del dovere”, “fallimento organizzativo sistematico” e “grossi fallimenti” nel caso, e ha detto che i legislatori vorrebbero sapere dal L’FBI come e perché si sono verificati quei fallimenti e perché ha deciso di non perseguire le accuse contro i suoi agenti che hanno commesso errori devastanti nel caso.

“Scuote la coscienza quando i fallimenti provengono dalle stesse forze dell’ordine, eppure è esattamente quello che è successo nel caso Nassar”, ha detto il senatore Durbin.

Due agenti dell’FBI inizialmente assegnati al caso non lavorano più per l’agenzia. Michael Langeman, un agente speciale di vigilanza nell’ufficio dell’FBI di Indianapolis, è stato licenziato nei giorni precedenti l’udienza di mercoledì, secondo due persone a conoscenza della situazione. Quelle persone non hanno voluto che i loro nomi fossero pubblicati perché non hanno l’autorità per parlare del caso. Il Washington Post è stato il primo a pubblicare la notizia del licenziamento di Langeman.

Langeman, che non era immediatamente disponibile per un commento, non è stato nominato nel rapporto dell’ispettore generale, ma le sue azioni come agente di vigilanza speciale e i suoi molteplici passi falsi cruciali, sono stati descritti in dettaglio. Il rapporto afferma che Langeman avrebbe dovuto sapere che l’abuso di Nassar era probabilmente diffuso, ma non ha indagato sul caso con urgenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.