Il nuovo gioco della NFL: abbraccia gli annunci sulle scommesse, guarda i soldi versare


Le scommesse sono da tempo parte del DNA della National Football League. Due dei suoi padri fondatori, Art Rooney e Tim Mara, erano giocatori d’azzardo.

Rooney ha finanziato i primi anni dei Pittsburgh Steelers con una piccola fortuna vinta al Saratoga Race Course. Mara, il suo caro amico, era un bookmaker che ha comprato i New York Giants per $ 500.

Per decenni, tuttavia, i funzionari della NFL hanno fatto di tutto per allontanare la lega dalle decine di miliardi di dollari scommessi sui suoi giochi – legalmente a Las Vegas ma anche con negozi di scommesse sportive offshore, in pool di uffici e bar e tra allibratori illegali. La NFL ha sostenuto il Legge di divieto e applicazione del gioco d’azzardo illegale su Internet del 2006 e ha combattuto gli sforzi del New Jersey per consentire ai suoi casinò e ippodromi di scommettere sulle partite di calcio.

“Stiamo cercando di fare tutto il possibile per assicurarci che i nostri giochi non siano veicoli di scommesse”, ha detto Joe Browne, un portavoce della NFL, al New York Times nel 2008.

“Siamo stati accusati di consentire il gioco d’azzardo perché è positivo per la popolarità del gioco”, ha aggiunto. “Se è vero, allora abbiamo sprecato centinaia di migliaia di dollari opponendoci al gioco d’azzardo sui nostri giochi”.

Ciò che la NFL una volta vendeva come una posizione di principio, tuttavia, ha più recentemente lasciato il posto a una molto più pragmatica. Mentre le scommesse sul calcio si espandevano in un’industria multimiliardaria e uno stato dopo l’altro agiva per legalizzarlo, alla NFL fu lasciata una scelta netta: continuare a combattere il gioco d’azzardo sui suoi giochi, o abbracciarlo in cambio di un taglio significativo di dollari di marketing del casinò.

E quei soldi che una volta la lega ha speso per fare pressioni contro il gioco d’azzardo? In questa stagione, la NFL sta recuperando tutto. E poi qualche.

Nel suo weekend di apertura, celebrità come Ben Affleck, Martin Lawrence e Jamie Foxx hanno messo in evidenza spot pubblicitari trasmessi durante le trasmissioni di partite della NFL, lanciando scommesse a portata di clic con un account WynnBET, DraftKings, FanDuel o BetMGM. La rete NFL ha incluso per la prima volta le linee di scommessa sul suo ticker.

In ritardo o meno, l’abbraccio del gioco d’azzardo da parte della NFL è, beh, redditizio. Gli esperti della Lega e del settore si aspettano che le entrate delle società di gioco d’azzardo per la NFL e le sue squadre ammontino a diverse centinaia di milioni di dollari in questa stagione.

“Nei prossimi 10 anni, questa sarà un’opportunità da oltre 1 miliardo di dollari per la lega e i nostri club”, ha affermato Christopher Halpin, chief strategy and growth officer della NFL.

Poco più di tre anni dopo che la Corte Suprema ha annullato una legge federale che proibiva il gioco d’azzardo sportivo nella maggior parte degli stati, le società di scommesse sportive stanno incontrando un pubblico entusiasta. GeoComply Solutions, una società che utilizza la geolocalizzazione per confermare che gli scommettitori online lo fanno da luoghi in cui le scommesse sono legali, ha affermato di aver elaborato 58,2 milioni di transazioni negli Stati Uniti durante il weekend di apertura della NFL, più del doppio di quanto gestito durante lo stesso fine settimana della scorsa stagione.

“Ci aspettavamo volumi elevati, ma ciò che abbiamo visto ci ha comunque sorpreso”, ha affermato Lindsay Slader, amministratore delegato di GeoComply, con sede in Canada. “Il livello della domanda in nuovi mercati, come l’Arizona, indica che i consumatori hanno aspettato a lungo l’opzione per piazzare legalmente una scommessa sportiva”.

La società ha affermato che le scommesse provenivano da 18 stati degli Stati Uniti e dal Distretto di Columbia. Presto, è probabile che altri stati si uniscano.

New York ha approvato le scommesse online ed è in procinto di determinare quali operatori potranno accettare scommesse. E misure sulle scommesse sportive sono allo studio in stati densamente popolati come California, Texas e Florida, dove gli operatori di scommesse sportive stanno spendendo molto per ottenere un punto d’appoggio.

“Devi considerare l’entità del premio”, ha affermato Craig Billings, amministratore delegato di Wynn Interactive. “Penso che questa sarà la stessa dimensione del mercato dell’industria dei casinò commerciali negli Stati Uniti, $ 40 miliardi all’anno o più”.

Ecco perché ha assunto Affleck per dirigere e recitare, al fianco di Shaquille O’Neal, in una pubblicità, e la sua azienda ha in programma di spendere più di 100 milioni di dollari in pubblicità per tutta la stagione della NFL.

“Fare parte della trasmissione in-game è importante: è il nostro sport più popolare con un pubblico di primi utenti che ha scommesso offshore”, ha affermato Billings. “È un colpo di fucile che devi prendere.”

WynnBET non è quasi solo.

Fino al 9 settembre di quest’anno, la spesa di DraftKings per la pubblicità televisiva nazionale è aumentata del 98% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre la spesa di FanDuel è più che raddoppiata, secondo le stime della società di ricerca iSpot.TV.

Complessivamente, le società di gioco d’azzardo hanno speso 7,4 milioni di dollari in pubblicità durante la prima settimana di giochi in prima serata, il 9% in più rispetto ai giochi di apertura dell’anno scorso giovedì, domenica e lunedì sera, secondo le stime di EDO, una piattaforma di misurazione degli annunci TV.

“I dollari stanno iniziando a sommarsi”, ha affermato John Bogusz, vicepresidente esecutivo delle vendite e del marketing sportivo per CBS Sports.

La rete ha visto un aumento dell’interesse pubblicitario per le trasmissioni NFL quest’anno. Bogusz ha attribuito “una buona parte” della crescita agli annunci di scommesse sportive.

“Nel complesso, il volume è aumentato tra tutti gli inserzionisti, ma anche questo si è aggiunto”, ha affermato. “Penso che continuerà a crescere”.

Dan Lovinger, vicepresidente esecutivo delle vendite pubblicitarie per NBC Sports Group, ha dichiarato in una teleconferenza che l’aumento degli operatori di scommesse sportive “ricorda quando si è aperta la categoria fantasy”.

Nel 2015, FanDuel e DraftKings hanno speso milioni per blitzare le onde radio con spot pubblicitari per ottenere un pubblico più vasto per i giochi fantasy quotidiani, in cui i fan pagano una quota di iscrizione per assemblare roster di veri giocatori di football per giocare contro i roster di altri giocatori fantasy.

Il blitz ha funzionato. Una specie di.

Le campagne hanno attirato i clienti ma anche l’attenzione delle autorità di regolamentazione e hanno suscitato lamentele da parte degli spettatori che si sono stancati delle pubblicità ripetitive. Entrambe le società hanno speso fortune in avvocati e lobbisti e hanno resistito intatte al perno delle scommesse sportive.

La quantità media di azione di gioco effettiva nel corso di una trasmissione di tre ore di una partita della NFL è di circa 11 minuti. Halpin ha affermato che la ricerca interna della lega ha mostrato che tra i suoi fan di età pari o superiore a 21 anni, circa il 20% erano scommettitori sportivi abituali, per lo più giovani e maschi, e che un altro 20% – per lo più donne sopra i 55 anni – erano “rifiuti attivi”.

Per superare questa netta divisione, oltre a persuadere quelli nel mezzo, la NFL ha deciso di limitare gli annunci di scommesse sportive a uno per trimestre insieme a uno spot pre-partita e a metà tempo – sei in tutto per trasmissione.

Ha anche in gran parte evitato di parlare di probabilità e spread direttamente durante le più grandi trasmissioni di giochi NFL.

“Dobbiamo evitare l’eccessiva saturazione del gioco con i discorsi sulle scommesse sportive o rischiare di alienare i fan”, ha detto Halpin. “Mia madre adora la sua NFL, ma non vuole parlare di gioco d’azzardo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *