Come un’anatra ha imparato a dire “Imbecille sanguinario”

Nel 1987, a ricercatore in Australia ha registrato un maschio di anatra muschiata di nome Ripper producendo una vocalizzazione che sembrava molto simile a “You bloody stupid”, insieme a suoni che ricordano una porta che sbatte e un mormorio sommesso. Una seconda anatra nella regione è stata registrata nel 2000 imitando il verso di un’anatra nera del Pacifico. Entrambe le registrazioni sono sopravvissute, ma non sono mai state analizzate in dettaglio e la maggior parte delle registrazioni sono state distrutte in un incendio che ha colpito la Riserva Naturale di Tidbinbilla nel 2003.

Ora in pensione, quel ricercatore originale, Peter J. Fullagar, ha collaborato con Carel ten Cate, un biologo dell’Università di Leiden nei Paesi Bassi, per eseguire la prima analisi approfondita di quelle registrazioni. Quell’analisi ha confermato che le vocalizzazioni distintive di Ripper sono davvero una forma di mimetismo, probabilmente il primo esempio documentato in modo completo di anatre muschiate in grado di imitare i suoni. I ricercatori hanno descritto i loro risultati in a nuovo documento pubblicato sulla rivista Transazioni filosofiche della Royal Society B, parte di un numero speciale sull’apprendimento vocale negli animali e nell’uomo.

Le definizioni di ciò che costituisce il cosiddetto apprendimento di produzione vocale possono variare, ma se un animale allevato in isolamento produce vocalizzazioni che si discostano nettamente da quanto è tipico della specie o è in grado di imitare i suoni di altre specie, queste sono ritenute prove della fenomeno. L’apprendimento della produzione vocale è fondamentale per il linguaggio umano e lo sviluppo del linguaggio, ma ci sono state solo una manciata di segnalazioni confermate di ciò nelle specie animali, in particolare balene, delfini, pipistrelli, elefanti, uccelli canori, pappagalli e colibrì.

Le anatre muschiate derivano il loro nome dal profumo pungente prodotto dai maschi durante la stagione degli amori. I maschi sono generalmente fino a tre volte più grandi delle femmine e sfoggiano un grande lobo nero sotto il becco che può essere in uno stato flaccido o “turgo”. Le esibizioni di accoppiamento maschile possono comportare l’alzare e abbassare la coda e calciare lateralmente e indietro con i piedi per produrre grandi spruzzi nell’acqua. I maschi sono anche noti per produrre vocalizzazioni sibilanti e ostentare i loro lobi turgidi per attirare le femmine. Le anatre muschiate sono l’unico membro vivente del loro particolare genere e sono solo lontanamente imparentate con altri uccelli in grado di imitare i suoni con le loro vocalizzazioni.

Ragazzo solitario

I maschi sono così aggressivi che le anatre muschiate vengono raramente allevate in cattività, ma Ripper era un’eccezione. È nato da un uovo nel settembre 1983 nella riserva naturale di Tidbinbilla a sud-ovest di Canberra. Una gallina adottiva ha svolto compiti di cova per l’uovo, ma dopo la schiusa, Ripper è stato allevato e nutrito da gestori umani in isolamento.

Quando aveva poche settimane, Ripper fu spostato in un piccolo stagno con altri uccelli acquatici allevati in cattività e in seguito fu tenuto in un piccolo recinto nascosto alla vista del pubblico da arbusti. Secondo gli autori, questa penna era divisa in due spazi, collegati da fori sotto il livello dell’acqua. Due anatre femmine di un’altra riserva potevano passare attraverso i fori, ma Ripper no. Le femmine erano nello spazio adiacente quando Ripper ha prodotto le sue leggendarie vocalizzazioni.

Fullagar registrò Ripper con un registratore a cassette Sony Walkman Professional e un microfono Sennheiser MKH 816 il 19 e 26 luglio 1987, quando l’anatra muschiata aveva 4 anni. Le vocalizzazioni includevano un suono di porta che sbatteva (whuk whuk whuk) che imita l’apertura e la chiusura di una porta a molla a doppio battente vicino a dove è stato tenuto Ripper nelle prime settimane dopo la schiusa. A volte il rumore della porta che sbatteva era seguito da un mormorio sommesso che sembrava un discorso ma senza parole distinguibili. La vocalizzazione più interessante suonava come se Ripper stesse dicendo “Stupido idiota!”, registrato quando Fullagar era nelle vicinanze “perché quello era il modo per far infuriare [Ripper] in mostra”, hanno scritto gli autori.

Le registrazioni sono state conservate presso l’Australian National Wildlife Collection, ma sono rimaste inosservate ai ricercatori per decenni fino a quando dieci Cate ne hanno sentito parlare. “Quando l’ho letto all’inizio ho pensato: ‘È una bufala, non può essere vero'”, ten Cate detto Il guardiano. “Ma si è scoperto che era vero.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *